24 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

autori > keith richmond

Keith Richmond

Keith Richmond

Keith Richmond vive in Italia da oltre 50 anni. Per molti di questi è stato responsabile della pubblicazione presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura a Roma. Negli anni '60 era uno studente a Firenze e questa esperienza gli diede l'idea, un giorno, di acquistare una piccola proprietà in Toscana. Ed è cosi che nel 1975 acquistò un podere in provincia di Arezzo, a Montegonzi, da dove si domina la valle dell'Arno e le prime pendici dell'Appennino.

Keith Richmond vive in Italia da oltre 50 anni. Per molti di questi è stato responsabile della pubblicazione presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura a Roma. Negli anni '60 era uno studente a Firenze e questa esperienza gli diede l'idea, un giorno, di acquistare una piccola proprietà in Toscana. Ed è cosi che nel 1975 acquistò un podere in provincia di Arezzo, a Montegonzi, da dove si domina la valle dell'Arno e le prime pendici dell'Appennino. 

La proprietà rappresentava una sfida e ci sono voluti diversi anni per rendere la casa confortevole e garantire una produzione regolare di olio d'oliva. Keith e sua moglie vivono a Boggioli in modo permanente da oltre 20 anni e ora producono un olio extra vergine biologico premiato che viene inviato in tutto il mondo. Tutto ciò ha richiesto tempo e fatica, ma, dice Keith, che ne è valsa la pena.

Tutti i diritti riservati

Tutti gli articoli di Keith Richmond

La vita in fattoria

La vita in fattoria

Lo produco, lo racconto. Sul mensile Oliocentrico vi è una rubrica in cui i produttori si raccontano e auto recensiscono il proprio olio. Sul numero 5 della rivista abbiamo pubblicato il testo in lingua inglese del proprietario della tenuta Podere Boggioli. Qui riportiamo invece la versione in lingua italiana. "Quando le persone mi chiedono come sia stato coinvolto nella produzione di olio extra vergine di oliva, rispondo che non avevo scelta: ho una casa fattoria con 700 alberi di olivo, in Toscana"

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Marisa Iocco, chef e patron di Spiga Ristorante a Boston, ci propone un dolce tipicamente americano, molto popolare e ormai ritenuto così familiare da non poterlo togliere dal menu, per quanto è richiesto. Lo stesso dolce è stato proposto in occasione del progetto di comunicazione e formazione che si è tenuto a fine 2019 a Boston, Providence e New York, organizzato dai consorzi di qualità degli oli extra vergini di oliva Ceq Italia e, per la Spagna, da QvExtra! con il supporto dell’Unione europea

EXTRA MOENIA
Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

L’organizzazione tedesca Stiftung Warentest, nota per la propria indipendenza e imparzialità, ha reso noto, attraverso le pagine della sua rivista Test, i risultati di una serie di analisi effettuate su ben 19 aceti balsamici di Modena. A guadagnare il più alto gradino sul podio è stato l’Igp “5 Grappoli invecchiato” dell’Acetaia Giuseppe Cremonini di Spilamberto

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

Il sottocosto dell’olio extra vergine di oliva

È un approccio commerciale decisamente sbagliato, perché non attribuisce il reale valore a un olio che vanta invece grandi meriti nutrizionali, salutistici e perfino edonistici. Ne abbiamo parlato con Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol, organizzazione da tempo impegnata a contrastare pratiche commerciali che sviliscono un prodotto di alto valore

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri