Venerdì 24 Gennaio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

media > giro web

Il portale delle Politiche agricole

E’ un sito rinnovato, quello del dicastero agricolo. Accade a ogni passaggio di consegne, da ministro a ministro. Si apportano restyling. Solo che con Maurizio Martina prevale la linea istituzionale, senza che venga usato impropriamente, per fini autopromozionali, come accaduto con altri ministri

Maria Carla Squeo

Il portale delle Politiche agricole

I colori rimandano alla natura: il verde della testatina. A sinistra il logo istituzionale del Ministero, a destra una parte di mondo. Colori discreti, non sgargianti. Grafica semplice, che punta a privilegiare i contenuti.

Menu essenziale: • Ministero • Notizie • Politiche europee • Politiche nazionali • Controlli • Prodotti DOP e IGP • Ricerca

Struttura dell’home page chiara e lineare. Uno spazio notevole riservato all’argomento di punta, e, a seguire, una disposizione su tre colonne, con tematiche più attuali, quindi le sezioni “Concorsi – Gare” e “Documenti – Normativa”.

Sbito dopo quindici banner disposti cinque per volta, per rimandare ad altre sezioni interne al sito, tra cui una riservata a intranet, in cui si richiede nome utente e password. Immediatamente dopo un ampio schema generale del sito, una mappa molto intuitiva.

Nell’estrema colonna di destra, i link ai social twitter, facebook e flick, oltre all’abbonamento ai feed, per restare costantemente aggiornati. Segue immediatamente dopo il banner che pubblicizza Expo 2015, con lo slogan “Nutrire il Pianeta”, quindi, a seguire, i riferimenti, molto discreti (e percio apprezzabili), al Ministro in carica.

Seguono, sempre sulla colonna di destra, una serie di sezioni, tra cui ne segnaliamo due coraggiose, aperte al giudizio del visitatore del sito: “Esprimi un giudizio” e “Suggerimenti e opinioni”.

Per chi voglia una mappa del sito completa basta cliccare QUI.

Non ci soffermamo oltre, perché si tratta di un portale molto corposo, da scoprire di volta in volta, non mancheranno certo le occasioni di scoprire notizie utili e preziose.

Un giudizio, il nostro, estremanente positivo. Ed è bene anche evidenziarlo: i ministri si giudicano dai come fanno gestire il portale del Ministero che presiedono. Un “bravo” convinto al ministro Maurizio Martina e al suo staff.

Maria Carla Squeo - 10-06-2014 - Tutti i diritti riservati

COMMENTI

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.
Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Maria Carla Squeo

Si è occupata di organizzazione di eventi, tra cui le edizioni del grande happening Olio Officina Food Festival a Milano, in qualità di assistente alla direzione e coordinatrice. Collabora con il progetto Olio Officina sin dal suo esordio nel novembre 2010.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Il codice sensoriale della carne, edito dal Centro Studi Assaggiatori in collaborazione con Narratori del gusto, aiuterà a rispondere alle domande dei consumatori di fronte alla scelta della carne migliore. Attraverso i sensi, si può imparare a scegliere una carne di qualità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull'olio

Tutto sull'olio

Il titolo è alquanto eloquente, nondimeno il sottotitolo: "Guida essenziale alla conoscenza
e all’utilizzo degli extra vergini a tavola e in cucina". Ne è autore l'oleologo Francesco Caricato, direttore del centro culturale Casa dell'Olivo