Sabato 14 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

media > giro web

La nuova casa di Federolio

Un sito internet rinnovato, dalla grafica semplice ed essenziale, lineare, di facile navigabilità, ricco di contenuti e con un’area riservata accessibile ai soci

L. C.

La nuova casa di Federolio

Completamente rinnovato, non saprei dirvi da quando, ma non da moltissimo. Non ho chiesto ai diretti titolari del dominio e non compare nemmeno all’interno del sito internet, www.federolio.it, alcuna segnalazione al riguardo, certo è che la rivisitazione è stata significativa. Un buon esempio che dovrebbero seguire tutte le altre organizzazioni di categoria.

All'interno trovate molti contenuti, e tra l’altro le circolari e le rassegne stampa sul tema degli oli, ma è necessario accedere all'area privata ed essere socio di Federolio. Tuttavia, anche per chi lo osserva dal di fuori, senza esserne un fruitore privilegiato, i riferimenti utili non mancano.

Rispetto alla precedente versione, più austera e istituzionale, questa non perde certo in istituzionalità ma ha un respiro più ampio e ne guadagna pure in navigabilità. Colpiscono oltretutto le immagini che scorrono in home page, rendendo il sito più accattivante e suggestivo, nonostante i contenuti siano tutt’altro che poetici. Un giusto rapporto tra impatto estetico e funzionalità, dunque.

Sono tre le sezioni preponderanti: Monitoraggio, Attività Federolio ed Edizioni Federolio, con spazi su normativa, relazioni, news ed eventi, statistiche, con borse merci e dati su import-export.

In “Chi siamo” compare l’organigramma, che vede al vertice Gennaro Forcella alla presidenza.
Alla voce “servizi istituzionali” si fa cenno all’impegno, da parte della Federazione nazionale del commercio oleario, a “mantenere efficiente l’operatività delle imprese del settore oleario, con il costante aggiornamento della normativa di settore, e a prestare loro consulenza e assistenza in un ampio arco di materie quali, ad esempio, la regolamentazione sulle caratteristiche degli oli di oliva, sull'etichettatura, sulla normativa metrologica, sulle denominazioni di origine, sul metodo di produzione biologica, sui prodotti dietetici, su quella ambientale (ad es. rifiuti) ed altre”. Eccetera, eccetera.

Non ci si sofferma qui sui contenuti, dal momento che possono essere visionati direttamente dal lettore, ciò che serve invece far notare, è che finalmente si inizia a concepire, nel mondo dell’olio, lo strumento di internet non più in maniera statica, ma dinamica, quale utile strumento di consultazione, appunto. Forse il limite potrebbe essere l’accesso privilegiato ai soli soci, ma è giusto così, in fondo. E’ quanto accade nei migliori siti di organizzazioni, soprattutto all’estero, più che in Italia, ma anche da noi qualcosa si sta muovendo.

Scorrendo tra le varie pagine, alla voce "Obiettivi" ne vengono evidenziati quattro:

1) Una scelta senza mezzi termini per la qualità. E qualità, nel campo degli oli, significa necessariamente olio di oliva.

2) La ricerca degli strumenti normativi per affermare la qualità degli oli di oliva.

3) La ricerca degli strumenti finanziari per sostenere la commercializzazione del prodotto.

4) Tutta la gamma dell'olio di oliva è difesa e valorizzata dall'azione politica della Federolio.

Per il resto, lascio volentieri al lettore la curiosità di addentrarsi in questa casa virtuale di Federolio. Buona navigazione.

L. C. - 26-11-2013 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
Enrico Bucci
L'INCURSIONE

ENRICO BUCCI

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Le Dop e le Igp sono marcatori culturali

Le Dop e le Igp sono marcatori culturali

La Treccani apre ai prodotti con attestazione di origine. Pubblicata dall’Istituto della Enciclopedia Italiana l’edizione 2020 dell’Atlante Qualivita

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora