Lunedì 23 Aprile 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

media > giro web

La voce di chi crede nell’olivicoltura

“Benvenuti su InfoXylella”, è in questo modo che alcuni imprenditori e studiosi si aprono al mondo dei social per ritagliarsi un proprio spazio, difendendosi da chi ne ha usurpato per mesi ruolo e centralità, fingendosi amanti dell’olivo ma senza minimamente preoccuparsi delle sorti dell’olivicoltura. Per ora è una pagina facebook, a breve anche un sito internet di pura e corretta informazione

OO M

La voce di chi crede nell’olivicoltura

La pagina InfoXylella (“uno spazio di civile confronto e discussione”) la trovate QUI e potete seguirla semplicemente cliccando “mi piace”. Presto avrete ulteriori aggiornamenti. Per ora ci limitiamo a presentarla e soprattutto a consigliarla, nel granmde magma delle inziiative legate alla Xylella, ci sentiamo di consigliare qualcosa di cui fidarsi.

In questa pagina troverete informazioni lontane da sensazionalismi e deviazioni. Chi la segue, ha a cuore la propria terra, ama l’olivo e vive di olivicoltura, direttamente o indirettamente. C’è da fidarsi.

“La pagina – si legge – ha l'obiettivo di condividere informazioni e aggiornamenti sul problema della Xylella fastidiosa, il batterio che ha colpito gli ulivi (e non solo) del Salento”.
Vi potete trovare di tutto: “Novità dal mondo scientifico, informazioni rigorose, una raccolta di materiali, pubblicazioni e approfondimenti sul tema: il tutto verrà discusso col supporto dei principali esperti in materia e reso fruibile anche ai non addetti ai lavori. L'ambizione è quella di creare una piazza virtuale in cui interagiscono ricercatori, agricoltori e semplici cittadini, rispondendo a una sempre più pressante esigenza di chiarezza, contro la confusione imperante. La sfida che questa fitopatia pone – si legge in una delle note pubblicate – potrà essere affrontata degnamente solo con uno sforzo collettivo, ben radicato nelle evidenze scientifiche e col cuore teso alla tutela del patrimonio comune di questa terra”.

“Questo spazio – si aggiunge – vuole favorire la corretta informazione e stimolare un dibattito equilibrato. Per rendere possibile un confronto fruttuoso tra le persone che lo animeranno, vi chiediamo di attenervi a poche semplici regole”.

Quali sono queste regole?
“Per un corretto funzionamento la pagina sarà moderata e controllata secondo tre semplici principi:
a) eliminazione dei post non attinenti all’argomento specifico
b) cancellazione di post o commenti con contenuti o linguaggio offensivi e diffamatori
c) blocco ed espulsione di utenti che utilizzino contenuti o linguaggio offensivi e diffamatori".

Per ora è tutto. Nella bacheca della pagina fb InfoXylella vi è anche l’opportunità di prendere visione di immagini e documenti in presa diretta, così da poter ricordare che, nonostante gli atteggiamenti discutibili della Procura di Lecce, la Xylella è qualcosa di molto grave che va affrontato molto seriamente.

OO M - 15-03-2016 - Tutti i diritti riservati

COMMENTI

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.
Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Carapelli, prima azienda a utilizzare il marchio FOOI

Carapelli, prima azienda a utilizzare il marchio FOOI

L'olio extra vergine di oliva premium “Il Nobile”, primo olio  con marchio 100% italiano in scaffale in Gdo, da maggio, con firma Filiera Olivicola Olearia Italiana e requisiti chimico-fisici più restrittivi di quelli europei, anche per i residui fitosanitari. È ottenuto da un blend di cultivar Cima di Bitonto (barese), Peranzana (foggiano), Coratina (nord barese) e Ogliarola (Mezzogiorno d’Italia)

OO VIDEO

Regole precise per considerare i claim degli oli da olive

Il segreto della longevità? La scienza lo ha dimostrato: l’olio extra vergine di oliva fa parte di questa “ricetta” di lunga vita. Si tratta di uno degli approfondimenti affrontati nella lectio magistralis tenuta di recente a Milano dal prof. Gabriele Riccardi, ordinario di Endocrinologia all'università Federico II di Napoli e diabetologo, oltre che specialista della nutrizione umana. Nostra intervista allo studioso, membro del Comitato scientifico dell’Istituto Nutrizionale Carapelli onlus

BIBLIOTECA OLEARIA
Una biblioteca olearia per ogni azienda

Una biblioteca olearia per ogni azienda

Cosa hanno gli olivicoltori, i frantoiani, i confezionatori d'olio nelle proprie aziende? Sono forniti di libri e riviste sui temi che concernono il proprio lavoro?