Venerdì 24 Gennaio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

media > giro web

Marchese di Canossa

Un sito semplice, essenziale, pulito, di una sola pagina, su sfondo bianco, intriso di storia, con l'olio Dop Garda protagonista di primo piano

Maria Carla Squeo

Marchese di Canossa

Realizzato da Banana Studio, graphic design solution di Verona, il sito dell’azienda agricola del Marchese Guidalberto di Canossa è estremamente semplice, ridotto all’essenziale. Un sito vetrina che sembra non prefigurare sviluppi futuri. Si trova tutto in un’unica pagina: sfondo bianco, pulito nei suoi tratti distintivi.

Ci sono in alto, nel main menu, le sezioni Marchese di Canossa, I Prodotti, Chi Siamo, Il Territorio e Contatti. Cliccando in ciascuna di esse in realtà ci si posiziona nella medesima pagina, in una collocazione ogni volta diversa dell’home page.

E’ sufficiente visitarlo per rendersene conto: QUI.

Per il resto, valga, quale informazione generale, il fatto che i Canossa fanno parte della storia, rappresentando, fin dagli inizi del IX secolo, una illustre famiglia che tutti hanno potuto studiare, riconoscendo, nella figura della Grancontessa Matilde, la nota vicenda dell’umiliazione di Canossa, in relazione a quanto accadde nel 1077, in seguito alla lotta per le investiture tra Papato e Impero.

Per il resto, possiamo aggiungere che l’azienda agricola è sui mercati con l’olio extra vergine di oliva Garda Orientale Dop, a nome Fondo Brè, la cui recensione di Luigi Caricato è possibile leggere sul blog Olivo Matto (QUI).

Le novità: il sito internet di cui stiamo scrivendo e la nuova veste della bottiglia d’olio, completamente rinnovata.

Maria Carla Squeo - 13-04-2014 - Tutti i diritti riservati

COMMENTI

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.
Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

Maria Carla Squeo

Si è occupata di organizzazione di eventi, tra cui le edizioni del grande happening Olio Officina Food Festival a Milano, in qualità di assistente alla direzione e coordinatrice. Collabora con il progetto Olio Officina sin dal suo esordio nel novembre 2010.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Il codice sensoriale della carne, edito dal Centro Studi Assaggiatori in collaborazione con Narratori del gusto, aiuterà a rispondere alle domande dei consumatori di fronte alla scelta della carne migliore. Attraverso i sensi, si può imparare a scegliere una carne di qualità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull'olio

Tutto sull'olio

Il titolo è alquanto eloquente, nondimeno il sottotitolo: "Guida essenziale alla conoscenza
e all’utilizzo degli extra vergini a tavola e in cucina". Ne è autore l'oleologo Francesco Caricato, direttore del centro culturale Casa dell'Olivo