Mercoledì 20 Giugno 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

media > per immagini

La Coldiretti messa a nudo

Prosegue la serie dei “Nudi d’autore”, questa volta con un personaggio, Vincenzo Gesmundo, che da solo tiene sotto scacco l’agricoltura italiana. Comandando come fosse l’agricoltura in persona e mettendo in riga anche i massimi vertici, nessun ministro escluso. Lui è il direttore generale della nota organizzazione agricola, perfetto uomo ombra, giunto alla ribalta delle cronache per gli scandalosi guadagni da milioni di euro di cui più nessuno parla o scrive

Luigi Caricato, Valerio Marini

La Coldiretti messa a nudo

Che volto avrebbe l’agricoltura senza Vincenzo Gesmundo e la Coldiretti? Noi, l’uomo ombra lo abbiamo messo a nudo, desacralizzandone la figura, fin troppo riverita e temuta.

"Contadino e milionario, stipendio da record per il segretario Coldiretti", è il titolo di un articolo apparso sul settimanale l'Espresso a firma di Emiliano Fittipaldi il 29 gennaio 2015. E, si legge nel sommarietto, "negli ultimi 11 anni il dirigente ha guadagnato oltre 10 milioni di euro. Una cifra pazzesca: solo nel 2014 la retribuzione ha sfiorato i 2 milioni".

Senza una serie di articoli, scaturiti da una indagine effettuata dal giornale on line Agricolae, Gesmundo sarebbe rimasto in ombra, come uno dei tanti Carneade di cui nulla si sa ma che tutti, almeno quelli che di agricoltura si occupano senza vedere la terra, sanno bene chi sia.

 

LEGGI ANCHE:

Tutti i soldi di Coldiretti

Il linguaggio di Coldiretti

Cosa succede in Coldiretti

La grave colpa di Coldiretti

Coldiretti uguale mafia?

Vogliamo mettere online non solo i conti della Coldiretti ma anche le nostre storie

 

ALTRI NUDI D'AUTORE

Paolo e Fabrizio De Castro

Colomba Mongiello

Matteo Renzi

Maurizio Martina

 

 

Luigi Caricato, Valerio Marini - 24-07-2015 - Tutti i diritti riservati

COMMENTI

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.
Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Diventare dei bravi e competenti assaggiatori di olive? Si può

Diventare dei bravi e competenti assaggiatori di olive? Si può

Dal 27 al 29 giugno, un corso realizzato secondo i criteri e le modalità stabiliti dalle linee guida per la formazione dei panel leader e dei giudici di analisi sensoriale delle olive da tavola del Consiglio Oleicolo Internazionale a Bologna, a cura dell'Università di Bologna e Serinar, con la regia del panel leader Coi Roberto De Andreis

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La cultura dell’olio attraverso gli chef

Il mondo della ristorazione oggi è molto vivace, dinamico e attento. A sostenerlo, in una intervista rilasciata nell’ambito della prima edizione del Forum Olio & Ristorazione (a Milano, il 28 maggio 2018), è stata Maria Francesca Di Martino. Preziose le sue considerazioni, molto utili al fine di capire come procedere con un corretto impiego degli oli extra vergini di oliva in cucina. Ed ecco allora, dalla Puglia, gli oli a marchio “Schinosa”: gli extra vergini da olive Coratina, più complessi e non adatti a tutti gli utilizzi, e quelli ottenuti invece dalla cultivar Peranzana, molto più morbidi e facili da abbinare

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese