Mercoledì 22 Novembre 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

media > video

L’olio d’alta quota

In giugno, sabato 10, la presenza del movimento culturale Tree Dream da Peck, nel tempio della gastronomia. Il dialogo tra Luigi Caricato e Flavio Lenardon

OO M

LUIGI CARICATO: E’ un piacere per me essere presente a questa Presentazione 2017 del Taggialto.
Credo infatti che sia stata una scelta molto intelligente quella di dare valore a quelle produzioni olearie che non sono semplicemente di qualità, ma hanno un percorso etico e anche spirituale, se vogliamo.
Produrre olio in alta quota significa avere in sé la percezione del valore del sacrificio.
E’ come una preghiera, è come un momento di costruzione di sé.
Il vostro è sempre un passo in avanti: infatti Peck, questo “Tempio della Gastronomia”, accoglie non solo i vostri numeri esigui ma accoglie anche la storia di un’area certamente votata, ma che non tutti comprendono per il suo valore, e soprattutto per la fatica che c’è dietro questo prodotto che è stato costruito nel tempo.
E’ l’idea di valorizzare l’olivicoltura d’alta quota, e quindi quelle produzioni di olivicoltori che abbiamo definito “eroici”: un conto è produrre oli coltivando olivi in pianura o in collina, un conto è coltivare olivi in area montana. La produzione non comporta solo grandi sacrifici ma anche tante difficoltà dovute ai rischi.
Onore quindi al merito degli olivicoltori, e a voi che avete avuto questa intuizione di riunire intorno a voi persone che da sole sarebbero state al di fuori di questa iniziativa.

FLAVIO LENARDON: Sì, persone abbandonate, come le terre che sono abbandonate e che noi cerchiamo di recuperare. Con questo incoraggiamento da parte del Direttore Luigi Caricato noi andiamo avanti, proseguiamo nella nostra battaglia e continuiamo a produrre questa meraviglia che sarebbe un peccato perdere.

LUIGI CARICATO: Queste iniziative sono incoraggianti perché sono un segno di speranza.
In più si tratta di produzioni che vengono apprezzate dal pubblico.
Non è solo la sensibilità umana e civile che porta ad accogliere simili iniziative, ma vi è anche la percezione di una qualità gustativa ed olfattiva che è naturalmente evidente in un olio ottenuto in un territorio che di risorse ne ha tante, soprattutto risorse di grandi uomini, di olivicoltori eroici.

OO M - 27-06-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Luigi Caricato
L'INCURSIONE

LUIGI CARICATO

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
L’olio Sagra per il food service

L’olio Sagra per il food service

Nuovi prodotti. L’eleganza come valore per comunicare la qualità. Lo storico marchio dell’olio da olive, di proprietà del Gruppo Salov e tra i principali protagonisti del mercato oleario mondiale, si propone con una nuova elegante linea da tavola creata in esclusiva per i professionisti della ristorazione

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

BIBLIOTECA OLEARIA
The Olive Tree Genome. Genetica e genomica dell’olivo

The Olive Tree Genome. Genetica e genomica dell’olivo

Il libro - a cura di Eddo Rugini, Luciana Baldoni, Rosario Muleo e Luca Sebastiani - fornisce un'introduzione alla genetica, alla genomica e all’allevamento dell'olivo, pianta longeva e multifunzionale, rilevante non soltanto per la produzione di olive da tavola e da olio, ma anche per il paesaggio e per la storia delle zone rurali