Giovedì 21 Marzo 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > eventi

Arriva Warda Garda 2018

Il turismo è un fattore forte e consolidato nel lago di Garda. L'olio è un'occasione alternativa per scoprire questi luoghi con visite ai frantoi e passeggiate tra gli oliveti. Il Consorzio dell'olio Dop Garda crede nella valorizzazione dell'olio non solo come prodotto, ma anche come paesaggio. Paesaggio che non si limita al lago, ma anche al suo entroterra. Tra storia e archeologia. Un ricco programma di appuntamenti

OO M

Arriva Warda Garda 2018

Ecco il ritorno di un festival ideato allo scopo di far scoprire il territorio del Garda attraverso l'olio Garda Dop che si produce da secoli a partire dagli uliveti e nei frantoi dell'entroterra gardesano. Non è soltanto il piacere del paesaggio, ma anche il desiderio di scoprire le virtù di un olio che fa bene alla salute e che è a pieno titolo un potente alleato del turismo di questi luoghi così spettacolari per la loro intrinseca bellezza.

Così, per gli appassionati del buon cibo, e in particolare dell'olio extra vergine di oliva di alta qualità, è pronto un fitto calendario di appuntamenti a WardaGarda 2018, il Festival dell’Olio Garda DOP nel suo entroterra.

Chi ha avuto modo di essere presente nelle precedenti edizioni sa bene che si tratta di un evento destinato a tutti coloro che vogliono scoprire l'olio con i suoi abbinamenti, e ogni volta ritornarci è sempre una scoperta nuova e la conferma della bontà di questi oli.

La terza edizione è programmata per sabato 8 e domenica 9 settembre, sempre nell’antica Corte Torcolo, nel comune di Cavaion Veronese, in provincia di Verona, dove ha sede tra l'altro il Consorzio di tutela dell'olio Dop Garda.

WARDA GARDA
Il maestro macellaio Bruno BassettoLa presidente del Consorzio Dop Garda Laura TurriIl vicepresidente del Consorzio Dop Garda Andrea BertazziIl sindaco di Cavaion Veronese Sabrina Tramonte

 

Tra gli appuntamenti dei due giorni di WardaGarda sono in programma un mercatino con i prodotti con attestazioni di origine a marchio Dop e Igp della regione, nonché una ricca programmazione di degustazioni di oli Dop Garda e vini dei consorzi Chiaretto di Bardolino Doc e Garda Doc, cene e ancora showcooking, dal dolce al salato. 

Una novità di questa edizione è lo stand gastronomico serale – dalle 19 - a cura della Pro Loco con la pizza cotta nel forno a legna abbinata all’olio Garda Dop, ai prodotti Dop e Igp e a vini Doc e birre artigianali. Durante i due giorni saranno presenti il maestro macellaio Bruno Bassetto e la sua battuta di carne sorana veneta tagliata al coltello e Manuel Marzari, maestro di dolcezze che preparerà un dolce con l’olio Garda Dop.

I momenti del festival continuano con una passeggiata fra gli oliveti, mostre d’arte, musica dal vivo e uno spazio dove i bambini potranno divertirsi con il gioco dell’olio. Un’occasione per conoscere l'olio e per visitare l'entroterra del Garda attraverso uno dei suoi prodotti simbolo.

Durante le due giornate di festival l’appuntamento per l’aperitivo è dalle 18.30 alle 19.30 con “Le espressioni del Garda Dop in cucina”, un buffet di assaggi gastronomici a base di olio Garda Dop accompagnati dal Chiaretto di Bardolino Doc e dallo spumante Garda Doc. Alle 19 apriranno gli stand gastronomici curati dalla Pro Loco San Michele.

Sabato 8 settembre si darà via al programma alle 10 con una tavola rotonda moderata da Luigi Caricato, fondatore di Olio Officina, per parlare di prodotti certificati, territorio e turismo. Alle 12 seguirà un aperitivo a cura di Amira (Associazione Maîtres Italiani Ristoranti ed Alberghi e Abi Professional (Associazione Barmen Italia), mentre alle 16.30 aprirà il mercatino di prodotti Dop e Igp e prenderà il via la degustazione di Chiaretto di Bardolino Doc guidata da Ais Veneto. Alle 17 ci sarà un laboratorio di assaggi dedicato all’olio, a cura del Consorzio tutela Olio Garda Dop mentre alle 18 la degustazione di Spumante Garda Doc, sempre a cura di Ais Veneto.

Domenica 9 settembre si inizia alle 17 con l’apertura del mercatino di prodotti Dop e Igp. Dalle 17 alle 18 è prevista anche una passeggiata fra gli oliveti a cura del CTG El Preon con partenza e rientro a Corte Torcolo (prenotazione al 3408258834). Alle 17.30 torna invece l’appuntamento con le degustazioni di olio Garda Dop curate dal Consorzio. 

Quest’anno l’evento ideato per far conoscere al grande pubblico il valore e le caratteristiche dell’olio Garda DOP chiama a raccolta i prodotti Dop, Doc e Igp del Veneto per raccontare il lavoro di tutela per garantire al consumatore l’alta qualità e il rispetto del territorio.

Oltre all’olio saranno presenti agli stand del mercatino: Aglio Bianco Polesano Dop, Casatella Trevigiana Dop, Chiaretto di Bardolino Doc, Spumante Garda Doc, Monte Veronese Dop, Radicchio Rosso di Treviso Igp, Riso Nano Vialone Veronese Igp. 


Per ulteriori informazioni si può consultare direttamente il sito del festival: www.wardagarda.it

IL PROGRAMMA DI WARDA GARDA lo si può scaricare CLICCANDO QUI.

 

 

Si ringrazia Studio Cru per la notizia  e il Consorzio di tutela dell'olio Dop Garda per le foto

OO M - 31-08-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Falanghina del Sannio 2017, di Mastrobernardino

Il vino della settimana: Falanghina del Sannio 2017, di Mastrobernardino

Da una cantina di riferimento della Campania, un vino non pienamente espresso a livello olfattivo, ma decisamente più convincente al gusto, per acidità e corpo, sapidità e rotondità > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Le colture no food?

Le colture no food?

L'altra via dell'agricoltura. Esiste ORA un network internazionale, denominato Panacea, nato per diffondere la conoscenza delle colture non alimentari tra gli agricoltori e favorire di conseguenza i principi della bioeconomia. C'è spazio per bioplastiche ottenute da scarti agricoli, lubrificanti, materiali da costruzione, prodotti farmaceutici, bioenergia, biocarburanti. Il tutto derivante da piante oleaginose (camelina, ricino), lignocellulosiche (canapa, canna comune), carboidrati (sorgo, barbabietola da zucchero) e tante altre colture > Marcello Ortenzi

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’assaggio delle olive da tavola

L’assaggio delle olive da tavola

Un libro che ci introduce alla degustazione delle olive da mensa, scritto da Roberto De Andreis, noto esperto di analisi sensoriale, fa parte del gruppo olive da tavola del Consiglio oleicolo internazionale. È inoltre presidente del Comitato Promotore Taggiasca Dop, nonché capo panel presso il Laboratorio chimico merceologico della Camera di Commercio Riviere di Liguria