Giovedì 22 Giugno 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > eventi

È tempo di Glass Pack

Appuntamento l'8 giugno a Pordenone. La prima manifestazione dedicata al packaging più sicuro, ecofriendly e amico della qualità del cibo e delle bevande: dall'olio al vino, dalla birra ai succhi di frutta, fino alle conserve. A fianco dell’area espositiva, un ricco programma di conferenze fornisce approfondimenti e spunti di riflessione, con l’intervento di associazioni di settore

 

OO M

È tempo di Glass Pack

Debutta l’8 giugno a Pordenone Fiere GLASS PACK, il nuovissimo appuntamento fieristico dedicato al packaging in vetro con quaranta espositori e un ricco programma di conferenze. GLASS PACK è la prima manifestazione in Europa dedicata a questa complessa filiera che parte dalla ideazione del contenitore (vasi, vasetti e bottiglie di ogni forma e dimensione) alla sua produzione fino all’utilizzo e al riciclo. Storicamente infatti, proprio dal vetro ha preso il via la strada nel mondo del consumo che sta conducendo verso l’economia circolare.

Organizzata da Smartenergy in collaborazione con Pordenone Fiere, GLASS PACK riunisce un settore cruciale per un “pezzo” fondamentale del Made in Italy, quello dell’alimentare e delle bevande. Le conserve, l’olio extravergine, il vino, l’aceto, la birra, le acque minerali, i liquori che esportiamo in tutto il mondo non sarebbero nemmeno concepibili senza un contenitore di vetro a proteggerli e a promuoverli come esempi di eccellenza.

Numerosi studi hanno infatti da tempo dimostrato che il vetro è il migliore materiale per la conservazione dei cibi e delle bevande, di cui garantisce le qualità organolettiche e la sicurezza di consumo nel tempo. Inoltre, la presentazione di un prodotto alimentare in un package di vetro conferisce un’immagine di alto livello, inarrivabile da altri materiali. Ne è una dimostrazione il fatto che nella ristorazione è universale il ricorso al vetro per l’acqua minerale, come per il successo di un liquore tipicamente italiano come la grappa che è passato anche dalla costruzione di un packaging distintivo e unico, nelle sue varie declinazioni di marca.

Qualità e distinzione non possono essere solo garantiti dal materiale vetro, ma richiedono chiusure e tappi adatti, etichette che siano allo stesso tempo accattivanti e informative, forme e decorazioni che a prima vista conferiscano personalità al prodotto, sia sullo scaffale sia sulla tavola.

Per questo GLASS PACK vede nell’area espositiva le postazioni di oltre quaranta grandi e piccoli produttori e distributori, accessoristi (tappi, chiusure etichette, packaging di secondo livello), designer, fornitori di servizi e distributori. Sono anche presenti le associazioni di settore (FEVE, Assovetro, Friends of Glass, Coreve) e gli enti di ricerca e supporto all’industria, come la Stazione Sperimentale del Vetro di Venezia. Una prima assoluta è poi l’Area Products on Display, dove le aziende espositrici focalizzano l’attenzione dei visitatori sui propri prodotti di punta.

A fianco dell’area espositiva, un ricco programma di conferenze fornisce approfondimenti e spunti di riflessione, con l’intervento di associazioni di settore, i maggiori produttori in Italia di vetro contenitore, che sono anche giganti europei e mondiali, e alcune delle eccellenze della filiera e del fronte della domanda.

Si parte con il convegno dedicato al vetro contenitore, alle sue qualità, al suo posto nell’economia circolare, che non può che essere collaborativa come illustreranno alcuni interventi. Si prosegue poi con il panel dedicato alla personalizzazione del contenitore, un comparto cruciale che per la maggior parte degli utilizzatori e rappresenta il modo per veicolare il proprio messaggio e il proprio valore attraverso il prodotto, nell’eterna battaglia sugli scaffali per attrarre l’attenzione del consumatore. La prima sessione del pomeriggio è dedicata all’innovazione, sia nelle forme e nelle qualità intrinseche del contenitore in vetro (per esempio il peso e la funzionalità) che nell’informazione e la suggestione che tramite il contenitore si può veicolare al consumatore. Chiude il programma il workshop organizzato dalla Stazione Sperimentale del Vetro che, con contenuti mediamente più tecnici, affronta le garanzie del vetro contenitore per il settore vino e liquori e le tecniche innovative messe a punto per superarne le criticità, per esempio per ridurre il verificarsi di microfratture invisibili in fase di produzione e movimentazione.

La partecipazione a GLASS PACK e alle conferenze è gratuita e riservata agli operatori della filiera della domanda e dell’offerta. Per maggiori informazioni è disponibile il sito www.glasspack.show.

 

OO M - 30-05-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Tofu grigliato su crema di melanzane, cipolla egiziana ligure e fantasia dell’orto

Tofu grigliato su crema di melanzane, cipolla egiziana ligure e fantasia dell’orto

Non c'è più la cucina di una volta. Ora, oltre alla bontà e biodiversità delle materie prime, c'è anche un componente principale da non trascurare: la fantasia. Viene prima questa, infatti, e solo in un secondo momento tutto il resto. Tra gli ingredienti, vi sono pure i fiori eduli > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Festival dei Due Mondi di Spoleto. L’investimento nella cultura si ripaga

Festival dei Due Mondi di Spoleto. L’investimento nella cultura si ripaga

Il mecenatismo d’impresa secondo l'imprenditrice della nota casa olearia umbra. "Sono convinta - precisa Maria Flora Monini - che per un imprenditore che vive oggi in un Paese come l’Italia, esista il dovere morale di contribuire alla preservazione e diffusione di quello che è un patrimonio culturale immenso, fondamentale risorsa economica per la nostra nazione, soprattutto in un momento difficile come quello che stiamo vivendo"

GIRO WEB
Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

Luigi Caricato racconta Wooe 2017

L'esperienza del direttore di Olio Officina Magazine intorno alla sesta edizione del World Olive Oil Exhibition che si è svolto lo scorso marzo a Madrid

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine, in libreria e su abbonamento

OOF International Magazine, in libreria e su abbonamento

Il primo numero è disponibile da giugno nelle librerie, ma è anche possibile abbonarsi al trimestrale edito da Olio Officina. C'è grande fermento culturale, il primo numero, in edizione bilingue italiano/inglese, è dedicato al packaging: la rivoluzione silenziosa