Giovedì 25 Aprile 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > eventi

La potenza espressiva del naso

Torna dal 21 al 25 maggio a Bologna l'atteso appuntamento con Smell, il Festival dell’Olfatto, l’unico dedicato in Italia alla cultura dell’olfatto e all’arte del profumo. Tema portante di quest'anno sul tema dei sogni

OO M

La potenza espressiva del naso

I sogni condividono con il profumo la fascinazione e il mistero, ovvero l’ineffabilità e la capacità di vedere oltre il visibile. Non poteva che essere incentrata sul tema dei sogni la quinta edizione del festival bolognese Smell, quest’anno.

E’ un evento da vivere come una grande attesa. Molto ricco il programma di eventi, incontri, workshop, installazioni artistiche e olfattive. Si snodano tutti nei vari  luoghi della città di Bologna. La città ha accolto sempre con molto interesse le varie proproste presentate finora.

Il Festival si apre a molteplici espressioni, indagando il versante più sperimentale dell'arte profumatoria, oltre che quello della comunicazione olfattiva. Il quartier generale della manifestazione è il Museo Internazionale e Biblioteca della Musica che, tra l’altro, nel weekend di sabato 24 e domenica 25 maggio, ospiterà prestigiosi ospiti italiani e internazionali.

Sono attesi ospiti come Andy Tauer, leggenda nel mondo della profumeria artigianale, che spiegherà al pubblico alcuni segreti del suo mestiere; la giornalista Giovanna Zucconi invitata ad esplorare il rapporto tra olfatto e letteratura; François Hénin, cacciatore di essenze e profumi rari; Lia Celi, in veste di “scent addicted”, che offrirà il suo sferzante punto di vista su tic e manie del mondo della profumeria; e ancora le sculture olfattive di Andrea Folesani ispirate a sogni e incubi dell'artista, e l'incursione nel design con l'impeccabile estetica di James Heeley.

Accanto a proproste capaci di entrare nel vivo delle molteplici espressioni olfattive, per il pubblico è anche possibile scoprire come gli odori plasmino e ridisegnino lo spazio urbano attraverso un inedito tour enogastronomico nel cuore ghiotto di Bologna, città del gusto e crocevia di eccellenze gastronomiche, curato da  Benedetta Cucci, giornalista e blogger di “A pranzo con Bea”. Infine, c’è pure Marisa Giorgini, figura storica dello yoga in Italia, che accompagnerà il pubblico in un viaggio odoroso nella dimensione più magica e spirituale del sogno.

Smell Festival festeggia così la sua quinta edizione scatenando la forza generatrice del sogno, in una cornucopia di desiderio e immaginazione. Accomunati da una natura misteriosa e sensuale, con profumi e sogni che si prestano a essere rischiarati da quel barlume di consapevolezza sensoriale che da millenni ci insegna a percepire l'ineffabile, subodorare l'invisibile, fiutare la grana più sottile del reale. Sarà possibile pertanto entrare nella dimensione onirica facendosi trasportare da un flusso fragrante di coscienza percettiva, nel vortice di mille e una fantasmagoria odorosa. Fino alle sorgenti inconsce del profumo, dove l'olfatto, il nostro senso più assopito, sa generare il sogno del proprio risveglio.

Smell, si legge nel sito del festival, è un percorso a “narici aperte”. Tutto parte dunque dall’olfatto, attraversando la storia e spaziando tra arte, scienza, natura e moda. Le proposte sono tante, non resta altro che andarci. Il prgramma è stimolante e ricco di preziosi spunti ed è consultabile QUI.

 

Si ringrazia Luciana Apicella

 

 

OO M - 08-05-2014 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Schiava 2017, di Tiefenbruner

Il vino della settimana: Schiava 2017, di Tiefenbruner

Un vino alto atesino di una storica azienda attiva sin dal 1675, ottenuto da un vitigno autoctono di grande qualità che andrebbe rivalutato. Le prime sensazioni sono di frutta rossa matura, leggermente speziato, pepe bianco, lampone, fragoline di bosco, prugna con note balsamiche > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Costolette d'agnello irlandese con salsa di prezzemolo e timo

Costolette d'agnello irlandese con salsa di prezzemolo e timo

La Pasqua si avvicina e non ci si può sottrarre alle consuetudini. Questa volta l'Irlanda, attraverso Bord Bia, viene da noi, con una ricetta in cui tra l'altro anche l'olio extra vergine di oliva è presente. Tanti gli ingredienti, ma la carne, quella proposta in questa preparazione, è rigorosamente Irish, da animali allevati secondo la più autentica tradizione irlandese e che pascolano in piena libertà, alimentandosi per oltre l’80 per cento di erba fresca

EXTRA MOENIA
Unire le varietà per dare vita al nuovo. Torna il concorso Carapelli For Art

Unire le varietà per dare vita al nuovo. Torna il concorso Carapelli For Art

È stato presentato in occasione del World Art Day, lo scorso 15 aprile, la seconda edizione del premio internazionale per le arti visive. Al centro, il legame perfetto tra la maestria del brand nell’esaltare le diverse varietà di olivi che danno luogo ai diversi oli da olive e la capacità dell’arte di armonizzare le diversità di pensiero, forma e materia

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’assaggio delle olive da tavola

L’assaggio delle olive da tavola

Un libro che ci introduce alla degustazione delle olive da mensa, scritto da Roberto De Andreis, noto esperto di analisi sensoriale, fa parte del gruppo olive da tavola del Consiglio oleicolo internazionale. È inoltre presidente del Comitato Promotore Taggiasca Dop, nonché capo panel presso il Laboratorio chimico merceologico della Camera di Commercio Riviere di Liguria

VISIONI

Il mondo è un bellissimo posto / per nascere

Lawrence Ferlinghetti