19 Agosto 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > eventi

Olio Officina Anteprima

L’olio abita i Paduli. Non sapete dove siano i Paduli? Scopritelo. Dopo Massarosa, lo scorso 29 settembre, che segbò l’esordio di Olio Officina Magazine, la prossima tappa dell’anteprima del festival si terrà nel Salento, domenica 5 ottobre. Che cosa accadrà di nuovo?

OO M

Olio Officina Anteprima

Olio Officina Food Festival, il grande evento pronto per la tanto attesa messa in scena, con la sua quarta edizione, in programma dal 22 al 24 gennaio 2015 a Milano, sarà pubblicamente annmunciato il 5 ottobre, a San Cassiano, in provincia di Lecce.

Olio Officina Food Festival, per chi non ne avesse ancora compreso l’importanza e la centralità, è il modo inconsueto per approcciare una materia compessa qual è quella dei condimenti. E’ l’unico grande happening al mondo che riunisce gli appassionati di olio, come pure gli altri condimenti, giacché il sottotitolo è “Condimenti per il palato e per la mente”.

Non è una manifestazione fieristica, ma un festival nel senso proprio del termine. Non è appunto una fiera, ma un grande evento culturale che acccoglie parole su parole, tante parole, ma anche musiche, esposizioni d’arte, concerti, fino a considerare l’olio in tutte le sue possibili declinazioni e implicanze. Anche con assaggi guidati e monotematici, in apposite sale, come pure con un insieme di proposte inconsuete, dall’area bambini all’area cooking, e perfino un’area sensoriale, e molto, molto altro ancora.

L’edizione 2015 avrà quale filo conduttore il tema “L’olio alimenta l’eros”, ma ne abbiamo già ampiamente scritto. Ora l’attenzione è concentrata su Olio Officina Anteprima.

 

OLIO OFFICINA ANTEPRIMA

L’evento avrà luogo il 5 ottobre, di domenica, per tutto il giorno, dalle 10 alle 19. All’insegna di un evento tutto all’aperto (ma in caso di pioggia è prevista comunque un’alternativa).

Andare oltre le consuetudini. “La tradizione – sostiene Luigi Caricato – non è fissità, ma continua innovazione. Una tradizione che non si evolve è lettera morta, arretra, non proietta il territorio con la sua gente in avanti. Per questo occorre avere occhi nuovi, altrimenti è il vuoto. C’è bisogno di movimento e nuove idee”.

Si parte, dunque. Il programma di Olio Officina Anteprima è intensissimo, presto sarà comunicato nei dettagli. Sono coinvolti oltre a Olio Officina e Abitare i Paduli, che ne sono gli organizzatori, anche il Gal Terra d’Otranto e l’Unione delle Terre di Mezzo.

Ci saranno tanti temi da affrontare. Uno, centrale, dal quale non si può prescindere, è il Piano paesaggistico, quindi ci si concentrerà sul parco agricolo, sull’uliveto come valore, e inevitabilmente anche sui Paduli. Verrà anche la vicepresidente della Regione Puglia, oltre che assessore all’Ambiente, Angela Barbanente. Ci sarà da riflettere su come muoversi, tra sperimentazione e nuove opportunità.

Poi c’è spazio anche per ragionare intorno alle possibili soluzioni, in modo da voltare pagina, perché il mono dell’olio deve muoversi, non stare mai fermo. Ci sarà modo di riflettere sui mercati, ma da un punto di vista più aderente al momento attuale, non guardando al mercato immaginario, ma a quello reale, con tutte le sue problematiche, cercando di esaminare l’olio proprio quando si presenta sullo scaffale, o al ristorante, o nell’ambito della cucina domestica, cercando dunque di verificare i vari canali di distribuzione.

Quindi si ragioneràanche su come intraprendere nuovi modi e forme per offrire prospettive di turismo che puntino a valorizzare i territori olivicoli, già a partire da itinerari di viaggio tra gli ulivi e i frantoi nel Salento.

Ci sarà spazio per il Laboratorio Urbano delle Terre di Mezzo – Abitare i Paduli, i cui rappresentanti racconteranno l’esperienza della gestione di un bene ambientale. Partendo da una questione centrale: come strappare dall’oblio il grande uliveto del Salento. In un’ottica nuova, soprattutto ora che tutti hanno gli occhi puntati sulla Xylella fastidiosa, dimenticando di curare una politica di gestione che deve andare oltre l’emergenza.

Così, insieme con Abitare i Paduli, vi sarà modo di conoscere pure le dinamiche del Programma regionale per le politiche giovanili, quello dei "Bollenti Spiriti", che i pugliesi già conoscono e che merita di essere conosciuto e studiato come modello anche da altre regioni.

Senza con ciò dimenticare nemmeno il recente passato, quello, per esempio, delle rivolte contadine, le grandi battaglie che hanno portato alla democratizzazione dell’olivicoltura.

Anche la musica accompagnava un tempo i riti delle operazioni colturali principali, da qui l’esperienza dei canti nella vendemmia e nell’olivagione. Ricordate il motivo “Fimmine fimmine, ca sciati alle ulìe”? Ebbene, ci sarà il coro delle raccoglitrici di olive. Il Coro dei Paduli e la Regina Paza.

Spazio anche ai libri, inoltre A partire dall’antologia di racconti Storie Lampanti. La narrazione dei Paduli, fino a passare a Libero Olio in libero Stato, di Luigi Caricato, e a LovOlio e LovOlio Puglia, di Damiano Guarini, oltre ad altre pubblicazioni centrali e significative, non solo per il Salento.

Spazio inoltre anche alle Creature dei Paduli, così da tracciare i confini di una geografia fantastica del Parco, a partire da installazioni e dalle tracce di un sito web. Ci sarà Laura Basco, la coordinatrice del progetto, e con lei l’artista Dem, il grafico Antonello Colaps e la curatrice del progetto GAP Francesca Marconi.

Spazio anche ai corti di ABITAREIPADULI, con le presentazioni dei loro videoclip. E non mancheranno infine gli assaggi guidati, non solo di oli salentini, ma anche di extra vergini di altri luoghi, anche perché non si è mai soli sulla faccia della terra a guidare il mondo dell’olio.

Le degustazioni saranno effettuate da Francesco Caricato, direttore della Casa dell’Olivo – Oleoteca d’Italia.

Insomma, Olio Officina Anteprima in parte è anche in questo racconto, in parte poi in ciò che si svilupperà anche oltre lo stesso programma.

Olio Officina Anteprima è una iniziativa di Olio Officina, LUA, Abitare i Paduli, Casa dell’Olivo, con il sostegno di GAL Terra d’Otranto e Unione delle Terre di Mezzo.

 

 

OLIO OFFICINA ANTEPRIMA – L’OLIO ABITA I PADULI

Domenica 5 ottobre 2014 – ore 10 - 19

Parco dei Paduli, San Cassiano (Lecce)

Ingresso libero

 

OO M - 23-09-2014 - Tutti i diritti riservati

COMMENTI

Per poter commentare l'articolo è necessaria la registrazione.
Se sei già registrato devi effettuare l'accesso.

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Sossio Giametta
L'INCURSIONE

SOSSIO GIAMETTA

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Gli oli

Gli oli "speciali" fanno crescere in Italia la Pietro Coricelli Spa

Il primo semestre si chiude con un fatturato di circa 63 milioni di euro e un aumento del 20% rispetto allo scorso anno. Una linea di successo, "Ethnos", che comprende Chia, Cocco, Argan, Avocado, Sesamo, Noce, Zucca, Canapa e Lino. Ma vi sono anche gli oli certificati Vegan OK, biologici e di sola spremitura, scelti dalle maggiori catene distributive italiane 

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il progetto Dedicati

Innovare nel comparto olio da olive non è semplice, ma è proprio a partire dal mondo della ristorazione che si può dar luogo a una decisiva e significativa svolta al prodotto. Nostra intervista ad Anna Baccarani, Trade Marketing Manager di Olitalia, durante i lavori della prima edizione (28 maggio 2018) del Forum Olio & Ristorazione 

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese