Giovedì 19 Settembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > eventi

Qualità, valore, prezzo

Nel corso del Gran Galà dell’Olio 2019 di Olea, che si svolgerà a Fano il 13 e 14 aprile, le premiazioni dei prestigiosi concorsi L'Oro d'Italia e L'Oro del Mediterraneo. Sarà dato inoltre ampio risalto ai grandi temi del settore, nel corso di un convegno olivicolo nazionale moderato da Luigi Caricato, con la presenza del presidente della scuola di assaggio Olea Renzo Ceccacci e di Anna Cane, Lanfranco Conte, Massimiliano Dona, Luca Guerrieri, Paolo Mariani e Massimo Occhinegro

Maria Carla Squeo

Qualità, valore, prezzo

L’Oro d’Italia. Non solo: L’Oro del Mediterraneo. E tanto altro ancora. Nel nome di Olea

È un appuntamento importante, perché come ogni anno molto atteso. 

È il Gran Galà dell’Olio, edizione 2019, l’evento della scuola di assaggio Olea, dove protagonista assoluto è l’olio ricavato dalle olive con i suoi interpreti principali, ovvero coloro che l’olio lo producono: olivicoltori e frantoiani, i quali saranno premiati per le loro ottime performance, nonostante una campagna olearia alquanto difficile e per molti versi ardua. Nonostante le complessità dovute a una stagionalità poco generosa, la qualità non può mai venire meno, si cerca sempre di riuscire nell’obiettivo che ci si prefigge. Per questo l’edizione 2019 del Gran Galà merita un plauso ai tanti concorrenti dei concorsi indetti da Olea.

Nell’ambito di questo evento che impegna due giorni e che si svolge a Fano, nelle Marche, ci sarà tra l’altro un grande momento di confronto su questioni fondamentali: il mercato. Già, perché non basta produrre bene, occorre anche saper vendere quanto prodotto, in un mercato non sempre favorevole, dove l’incubo che assale tutti è vincere a concorrenza di Paesi produttori più attrezzati e capaci di affrontare il mercato in maniera più organica e strutturata. Noi sappiamo meno quanto poco siamo competitivi sul fronte del prezzo, per via degli alti costi di produzione e per una olivicoltura in parte vetusta, in parte complessa vista l’orografia non sempre agevole.

Si ragionerà pertanto di mercato, di costi di produzione, di prezzi delle bottiglie sullo scaffale, della bassa rotazione degli oli di qualità, con le dinamiche di un mercato che è divenuto negli ultimi anni globale e coinvolge molti soggetti ben più dinamici di noi.

Interverranno pertanto, sabato 13 aprile, alle ore 10, presso la Pinacoteca dell’ex Chiesa di San Domenico di Fano, in via Arco d’Augusto, il presidente di Olea Renzo Ceccacci, alla presenza del direttore di Olio Officina Luigi Caricato, cui è demandato il compito di moderare la presidente del Gruppo Oliva di Assitol Anna Cane, il professor Lanfranco Conte, tra i massimi esperti al mondo di chimica dell’olio, il direttore generale dell’Unione Nazionale Consumatori Massimiliano Donanonché l’agronomo e produttore Luca Guerrieri, il presidente dell’interprofessione FOOI Paolo Mariani e l’esperto di marketing oleario Massimo Occhinegro

I temi saranno quelli più di stretta attualità, ma tutto farà perno su una questione centrale: il mercato. Vendere non basta, occorre vendere bene al prezzo giusto e nei modi più opportuni. Non sempre è così scontato, si fa grande fatica, il mercato nonostante la crescita di consenso e di attenzioni da parte dei consumatori, non sempre è così promettente come ci si augura. Vedremo quel che verrà evidenziato nel corso del convegno.

 Noi di Olio Officina ci saremo, e siamo anche media partner dell’evento.

 

 

 

La foto di apertura è di Giorgio Sorcinelli

 

Maria Carla Squeo - 09-03-2019 - Tutti i diritti riservati

Maria Carla Squeo

Si è occupata di organizzazione di eventi, tra cui le edizioni del grande happening Olio Officina Food Festival a Milano, in qualità di assistente alla direzione e coordinatrice. Collabora con il progetto Olio Officina sin dal suo esordio nel novembre 2010.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

L'azienda, di Peschiera del Garda, nel Veneto veronese, opera sia nell'area gardesana, sia in Valpolicella. Nei suoi 75 ettari produce vini di qualità nel rispetto del territorio e valorizzando i vitigni autoctoni. Quello in degustazione,  da uve Corvina Veronese, Rondinella e Corvinone, è un rosso rubino, con note di frutta matura, molto balsamico, e che con l’ossigenazione evolve allo speziato > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

Avete mai sentito parlare di "ricette oliocentriche"? Si parte dalla materia prima olio e a partire da questa si scelgono gli altri ingredienti per giungere alla costruzione di una ricetta. Ecco allora una pratica dimostrazione con la chef Sara Latagliata. La ricetta è stata realizzata per il numero 9 di OOF International Magazine

EXTRA MOENIA
Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Novità di prodotto. Si amplia la gamma della Famiglia Mela di Imperia. Si tratta di un monocultivar Taggiasca che arricchisce l’ampia offerta di produzioni della nota azienda ligure. Si presenta con un abbigliaggio in chiave moderna, in linea con le esigenze di bellezza e bontà proprie del pubblico dei millenials

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Aurevo. L’olio al centro delle attenzioni

È una delle tre proposte ristorative presenti all’interno del Palazzo di Varignana. Per chi ha piacere di andarci, è possibile degustare tutti gli oli prodotti nelle tenute di Agrivar a Castel San Pietro Terme, sui colli bolognesi. Il contesto è unico e ha due anime: è un resort e insieme una azienda agricola con oltre 200 ettari. L’intervista a Eleonora Berardi, nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione. Tre i punti di forza: legame con il territorio, storia e tradizione

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo