Mercoledì 12 Dicembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > eventi

That’s Garda

Il prestigio di un olio è legato al prestigio e alla fama del territorio. A contribuire a rinnovare tale evidenza, il prossimo 25 marzo, presso l’Antica Cascina San Zago di Salò, si svolgerà la prima edizione di un evento nato per promuovere gli extra vergini Dop Garda insieme alle varie produzioni territoriali

OO M

That’s Garda

Si intitola That’s Garda ed è il nuovo evento dedicato all'olio e al turismo in programma all’Antica Cascina San Zago a Salò (Brescia). Il 25 marzo 2018 prenderà dunque vita l’iniziativa promossa dal Consorzio dell'olio Dop Garda in collaborazione con le associazioni Ais Veneto e Ais Lombardia, con Olio Officina e il Consorzio Lago di Garda Lombardia, Consorzio Valtènesi, Consorzio Tutela Lugana Doc, il tutto con il patrocinio di  Regione Lombardia, East Lombardy e Comunità del Garda.

La manifestazione sarà aperta al pubblico dalle 10 alle 18, con banchi d’assaggio in cui si potranno degustare gli oli a firma Dop Garda,  naturalmente, ma anche i vini, i formaggi e le restanti produzioni gardesane. 

Nella giornata in cui si festeggia la Domenica delle Palme, sarà proprio l’olivo il grande protagonista e l'ambasciatore della bellezza del territorio gardesano, con un ricco programma di eventi dedicati all’olio Dop Garda e ai prodotti enogastronomici locali.

Alle 11 saranno premiati i vincitori del Concorso interregionale Premio olio Garda Dop. L'iniziativa, indetta quest'anno insieme alla Federazione Italiana Cuochi, la testata giornalistica Italia a Tavola e Pentole Agnelli, è rivolta agli studenti degli Istituti alberghieri e premierà il miglior piatto cucinato e condito con l'olio Dop Garda (info e regolamento del Premio Olio Dop Garda QUI).

Al vincitore sarà assegnato un premio di mille euro, mentre il secondo e il terzo classificato riceveranno una dotazione professionale di Pentole Agnelli. A seguire, ci sarà un aperitivo a cura di Amira (Associazione Maîtres Italiani Ristoranti ed Alberghi) e Abi Professional (Associazione Barmen Italia).

Alle 9.45 è prevista una tavola rotonda, coordinata dal giornalista Carlos Mac Adden, con la partecipazione di Luigi Caricato, ideatore del progetto culturale Olio Officina, e di Alberto Lupini, direttore di Italia a Tavola. Durante il dibattito si parlerà di olio, vino e ospitalità, ingredienti principali per la valorizzazione del paesaggio, lo sviluppo del turismo e dell’economia gardesana. Saranno presenti anche il vicepresidente della Federazione Italiana Cuochi, Carlo Bresciani, nonché il presidente del Consorzio olio Dop Garda, Andrea Bertazzi, e i presidenti del Consorzio Valtènesi Alessandro Luzzago e del Consorzio di tutela Lugana Doc Luca Formentini, oltre al direttore del Consorzio Lago di Garda Lombardia, Marco Girardi, e, per i sommelier, il presidente di Ais Veneto Marco Aldegheri e il presidente di Ais Lombardia Fiorenzo Detti.

Nel pomeriggio prenderanno il via le degustazioni guidate a cura di Ais. Alle 14 ci sarà la degustazione dei vini Valtenesi, con l'introduzione al territorio da parte del presidente del consorzio Alessandro Luzzago; alle 15 il laboratorio di assaggio per imparare a degustare l'olio, con Andrea Bertazzi, presidente del Consorzio olio Dop Garda; alle 16, invece, spazio al vino, con una degustazione di Lugana, introdotta dal Presidente Luca Formentini.

 

Info in breve | That's Garda
Quando: 25 marzo 2018
Dove: Antica Cascina San Zago, Salò (Via dei Colli, 54)
Orari: 25 marzo dalle 10 alle 18
Modalità di partecipazione: ingresso libero e gratuito, tasca con calice di vino per le degustazioni 5 euro

 

La foto di apertura è del Consorzio Dop Garda

 

OO M - 19-02-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA

"Pane e olio" sbarca nella Food Valley

La merenda della tradizione al centro di uno “street event” a Collecchio, luogo simbolo del distretto agroalimentare di Parma. A organizzarlo il Gruppo Panificatori Artigiani di Parma con Assitol e Aibi, l’Associazione italiana Bakery Ingredients. Erano presenti Paolo Bianchi, sindaco di Collecchio, ed Elena Levati, assessore alle Attività produttive

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti