Lunedì 10 Dicembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > extra moenia

Carapelli, prima azienda a utilizzare il marchio FOOI

L'olio extra vergine di oliva premium “Il Nobile”, primo olio  con marchio 100% italiano in scaffale in Gdo, da maggio, con firma Filiera Olivicola Olearia Italiana e requisiti chimico-fisici più restrittivi di quelli europei, anche per i residui fitosanitari. È ottenuto da un blend di cultivar Cima di Bitonto (barese), Peranzana (foggiano), Coratina (nord barese) e Ogliarola (Mezzogiorno d’Italia)

OO M

Carapelli, prima azienda a utilizzare il marchio FOOI

Nota stampa Antonella Millarte per Next. Made in Italy, la Carapelli Firenze SpA annuncia che il suo extravergine premium “Il Nobile” sarà il primo olio italiano con marchio FOOI. E’ un segnale concreto di attenzione della Carapelli, nell’ambito del suo tradizionale impegno di qualità, verso la Filiera Olivicola Olearia Italiana (FOOI). La finalità è offrire ai consumatori trasparenza sul prodotto finito e sulle sue caratteristiche, come sempre portando l’eccellenza a tavola. Sarà facile da identificare grazie al marchio collettivo FOOI, che ha i colori della bandiera tricolore italiana: sarà l’anello di congiunzione fra il mondo della produzione e la nostra cucina.

Il nuovo premium “Il Nobile” Carapelli propone un olio evo 100% italiano ottenuto da un attento blend delle cultivar Cima di Bitonto (del barese), Peranzana (del foggiano), Coratina (del nord barese) ed Ogliarola (del Mezzogiorno d’Italia). “Il Nobile” si esprimerà in un olio dal profilo armonico con delicate note di piccante e amaro e, al contempo, con un sapore fruttato. Inoltre, si distinguerà per un ottimo equilibrio gusto olfattivo fra il suo sapore deciso con un retrogusto piacevolmente amarognolo e leggermente piccante, bilanciato perfettamente nel finale con sentori di mandorla. Tutto ciò lo distinguerà dal precedente - caratterizzato sempre da una selezione di alto pregio - ma di oli comunitari.

Il VALORE DEL MARCHIO FOOI – Avere iniziato a mettere insieme allo stesso tavolo la filiera significa creare le condizioni per supportare e sviluppare quantitativamente e qualitativamente l'olio italiano. Con “Il Nobile”, che sarà sugli scaffali da maggio, Carapelli Firenze SpA ha compiuto una prima efficace azione: ha selezionato e imbottigliato l’olio evo prodotto dagli operatori che aderiscono alla FOOI.

“Stiamo dedicando grandi energie alla FOOI. Uno dei suoi obiettivi è valorizzare gli oli italiani di qualità. Ciò si traduce in prerequisiti chimico-fisici più restrittivi dei limiti normativi europei, inclusi i valori dei residui fitosanitari, e con una completa tracciabilità”, evidenzia Anna Cane, responsabile Qualità Deoleo e che, al contempo, è vice presidente della FOOI nonché presidente del gruppo Olio di Oliva di Assitol.

OO M - 12-04-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti