Lunedì 23 Settembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > extra moenia

Cosa è emerso nel corso dei lavori dell'ultima sessione del Consiglio oleicolo internazionale

Si è svolta dal 17 al 21 giugno in Marocco, a Marrakech, sotto la presidenza dell’Egitto, e vi hanno partecipato i rappresentanti di Algeria, Argentina, Egitto, Giordania, Libia, Marocco, Palestina, Tunisia, Turchia, Unione Europea e Uruguay.  La Georgia, nel frattempo, diventerà il diciassettesimo membro di questa organizzazione intergovernativa

OO M

Cosa è emerso nel corso dei lavori dell'ultima sessione del Consiglio oleicolo internazionale

Molte personalità hanno onorato con la loro partecipazione i lavori della 109^ sessione 109 del consiglio dei membri a Marrakech. Tra questi i ministri dell'agricoltura: Ezz El Din Abu Steit (Egitto), Mr. Abdelbaset E Ghanimi (Libia) e Levan Davitashvili (Georgia); Mohamed Sadiki, segretario generale del ministero dell'Agricoltura del Marocco, Sezai Uçarmak viceministro del commercio turco e Mr. Ben Ali Rachid, presidente dell’interprofessione marocchina.

Alla sessione, che si è svolta dal 17 giugno al 21 a Marrakech sotto la presidenza dell’Egitto, hanno partecipato i rappresentanti dei seguenti paesi membri: Algeria, Argentina, Egitto, Giordania, Libia, Marocco, Palestina, Tunisia, Turchia, Unione Europea e Uruguay. Il Montenegro ha delegato all'Ue la sua rappresentanza in questa circostanza.

In qualità di osservatori hanno preso parte a varie riunioni: gli Stati Uniti, la Georgia, l’AFFI (Federazione araba delle industrie alimentari), Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura), CIHEAM (Centro internazionale di studi agronomici avanzati del Mediterraneo) e BERB (Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo).

Tra le decisioni prese dal Consiglio dei membri del Coi nella sessione  numero 109, il rinnovo del mandato dei tre alti funzionari, l'accettazione della domanda di adesione della Georgia, che diventerà il 17 ° membro di questa organizzazione intergovernativa.

La Federazione araba delle industrie alimentari (AFFI) ha proposto la firma di un accordo con il Coi per agevolare la diffusione di informazioni sugli standard del Coi nei paesi arabi. Durante la sessione plenaria, la FAO ha anche incoraggiato la collaborazione ad andare oltre il memorandum firmato con CIHEAM.

Con l'entrata dei rappresentanti dell'Albania e dell'Iran, il numero dei rappresentanti del comitato consultivo è aumentato da 92 a 99. Questo punto è stato oggetto di una delle 11 decisioni adottate in plenaria dal Consiglio dei membri alla sessione di Marrakech.

Al termine di questa sessione, il direttore esecutivo del CIO, Abdellatif Ghedira, ha ringraziato il direttore generale dello sviluppo delle reti di produzione del ministero dell'Agricoltura marocchino, Nabil Chaouki, per l'eccellente organizzazione logistica della sessione e il ospitalità riservata dalla delegazione marocchina ai membri del CIO e al personale del Segretariato esecutivo.

OO M - 29-06-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

L'azienda, di Peschiera del Garda, nel Veneto veronese, opera sia nell'area gardesana, sia in Valpolicella. Nei suoi 75 ettari produce vini di qualità nel rispetto del territorio e valorizzando i vitigni autoctoni. Quello in degustazione,  da uve Corvina Veronese, Rondinella e Corvinone, è un rosso rubino, con note di frutta matura, molto balsamico, e che con l’ossigenazione evolve allo speziato > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

Avete mai sentito parlare di "ricette oliocentriche"? Si parte dalla materia prima olio e a partire da questa si scelgono gli altri ingredienti per giungere alla costruzione di una ricetta. Ecco allora una pratica dimostrazione con la chef Sara Latagliata. La ricetta è stata realizzata per il numero 9 di OOF International Magazine

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

In cosa consiste la scelta consapevole di un olio?

L’agronomo Gianandrea Ettorre, di Palazzo di Varignana, intervistato nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione, spiega i criteri di abbinamento di un olio in cucina, in base al profilo sensoriale degli oli

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo