Sabato 16 Novembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > extra moenia

Il successo di Carapelli for Art 2019 porta nuovo valore

Anche la seconda edizione del concorso è andata molto bene. Si è registrato infatti uno straordinario numero di candidature, oltre a un altissimo livello delle opere candidate. C'è grande attesa: i vincitori saranno annunciati nel mese di settembre. Il montepremi complessivo messo in palio dal concorso è di 12 mila euro, suddivisi tra le categorie "Open" e "Accademia"

OO M

Il successo di Carapelli for Art 2019 porta nuovo valore

"Un enorme successo", così viene salutato in una nota stampa diffusa da Hill+Knowlton Strategies il riscontro della seconda edizione di Carapelli for Art, il concorso promosso dallo storico brand toscano produttore di olio extra vergine di oliva, che ha visto prendere il via lo scorso aprile.

Nato nel 2018, per celebrare il tema della maestria e della tradizione in occasione del 125° anniversario di Carapelli Firenze, il progetto testimonia l’impegno dell’azienda oleria in un ampio e importante percorso di qualità, che passa anche dalla valorizzazione dell’arte della cultura come fonte di ispirazione e crescita.

Il bando del concorso, chiuso lo scorso 15 luglio, ha visto ricevere oltre 1.357 candidature totali, più del doppio rispetto all’edizione precedente, con partecipazioni da ben 52 diversi Paesi del mondo. Nello specifico, sono state 1.185 le adesioni registrate per la categoria Open - aperta a tutti gli artisti professionisti - e 172 invece quelle per la categoria Accademia, rivolta invece agli studenti delle Accademie di Belle Arti di vari Paesi. 

La grande partecipazione, testimoniata da numeri così elevati di adesioni, e l’ampissima varietà di nazionalità degli artisti che si sono messi in gioco, riflette alla perfezione il tema fondante di Carapelli for Art 2019: l’unione. Da un lato l’ispirazione e la diversità artistica secondo tante declinazioni: dalla resa formale e concettuale al rapporto con il pubblico, fino al modo in cui l'opera viene recepita dalla società e riesce ad agire in via diretta o indiretta su di essa; dall’altro il perfetto e armonioso incontro tra persone appartenenti a luoghi, culture e usanze diverse. 

Altissima anche – a detta delle prime anticipazioni dei giurati – la qualità artisticae concettuale presente nei lavori candidati a vincere l’edizione 2019 di Carapelli for Art. 

La giuria, che si occuperà di eleggere le opere vincitrici, è stata presentata nel mese di maggio 2019 ed è interamente composta da giovani nomi appartenenti alla critica internazionale.

Gli artisti vincitori, che verranno annunciati nel mese di settembre, saranno premiati nel corso di un evento speciale interamente dedicato al progetto e le loro opere entreranno a fare parte della collezione Carapelli.

Il montepremi complessivo messo in palio dal concorso è di 12 mila euro, suddivisi tra le due categorie.

 

 Si ringrazia per la notizia Alessandra Marinello. La foto di apertura è tratta dalla ottava edizione di Olio Officina Festival, nel corso della quale venne presentato il progetto Carapelli for Art

OO M - 06-08-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

Avete mai sentito parlare di "ricette oliocentriche"? Si parte dalla materia prima olio e a partire da questa si scelgono gli altri ingredienti per giungere alla costruzione di una ricetta. Ecco allora una pratica dimostrazione con la chef Sara Latagliata. La ricetta è stata realizzata per il numero 9 di OOF International Magazine

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora