Sabato 18 Novembre 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > extra moenia

L'olio e la scienza

Prende corpo il nuovo Comitato scientifico dell'Istituto Nutrizionale Carapelli, composto da Michele Carruba, che ne è il presidente, e da Maria Lisa Clodoveo, Nadia Mulinacci, Gabriele Riccardi, Maurizio Servili e Francesco Visioli. All'incontro di presentazione anche il presidente e amministratore delegato di Deoleo, Pierluigi Tosato, che ha sostenuto quanto l'olio da olive sia un alimento prezioso per la salute di tutti e che non va trattato come una semplice commodity

 

OO M

L'olio e la scienza

Il neoeletto Comitato Scientifico dell'Istituto Nutrizionale Carapelli - composto da illustri firme del mondo accademico della nutrizione - presenta i primi progetti scientifici.  All'incontro anche il Presidente dell'Istituto, Pierluigi Tosato, che saluta con favore i nuovi studi.

Lo scorso 27 ottobre si è riunito il nuovo Comitato Scientifico della Fondazione Onlus Istituto Nutrizionale Carapelli, alla presenza del Presidente, Pierluigi Tosato. Ricerca, sensibilizzazione ad un'alimentazione sana e solidi fondamenti scientifici sono sempre al centro della mission della Fondazione.

"La qualità e il continuo miglioramento sono alla base della mission del gruppo, e la ricerca - in particolare nelle sue ricadute pratiche - è una via importantissima per questo obiettivo".
Così ha accolto i nuovi progetti Pierluigi Tosato, Presidente della Fondazione Onlus Istituto Nutrizionale Carapelli, alla riunione dello scorso 27 ottobre, quando si è riunito il nuovo Comitato Scientifico per illustrare alcuni progetti di ricerca relativi alle benefiche proprietà dell'olio e allo sviluppo del settore oleario.

L'Istituto Nutrizionale nasce nel 2001 e sin dalle origini promuove la ricerca scientifica nel settore dell'olio di oliva e si occupa della divulgazione, sul piano educativo e culturale, della corretta alimentazione. Negli anni ha condotto, in partnership con università e istituti di ricerca italiani e stranieri, diverse ricerche sull'olio di oliva sotto ogni aspetto: chimico, sensoriale, agronomico, tecnologico estrattivo, umanistico, farmacologico, biochimico, nutrizionale.

Il nuovo comitato scientifico, composto da alcuni tra i massimi esponenti del mondo della ricerca italiana e internazionale, sta svolgendo intensa attività di progettazione e ha attualmente implementato due filoni di progetto, il primo incentrato sull'innovazione tecnologica e analitica del settore di produzione dell'olio, il secondo sull'impatto dei nuovi studi sulla salute del consumatore.

Presidente del Comitato è il prof. Michele Carruba, Ordinario di Farmacologia all'Università degli Studi di Milano e sicura autorità in ambito di nutrizione: vastissimi il suo curriculum accademico e le sue presenze istituzionali. Accanto al prof. Carruba altre importanti firme nell'ambito della scienza, della ricerca e della nutrizione:

Maria Lisa Clodoveo, Ricercatore Confermato e Professore Aggregato presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie alimentari dell'Università di Bari;

Nadia Mulinacci, Professore Associato di Chimica degli Alimenti presso il Dipartimento di Neuroscienze, Area del Farmaco e Salute del bambino dell'Università degli studi di Firenze;

Gabriele Riccardi, Ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo presso l’Università Federico II di Napoli con afferenza al Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia;

Maurizio Servili, Ordinario di Scienze e Tecnologie alimentari presso il Dipartimento di Scienze agrarie Alimentari ed Ambientali dell'Università degli studi di Perugia;

Francesco Visioli, Professore Associato di Nutrizione Umana e di Micronutrienti, Stress Ossidativo e Integratori presso il Dipartimento di Scienze tecniche dietetiche applicate dell'Università di Padova.

"Sono felice che ci siano nomi così illustri a guidare i nostri studi - continua ancora Tosato -
È importante che il sistema scientifico ed accademico sia al servizio della qualità e porti il nostro olio verso un miglioramento pratico e tangibile. Esso è un alimento prezioso per la salute di tutti e non va trattato come una semplice commodity. Per questo, unitamente al nostro forte impegno nella ricerca - ha aggiunto Tosato - il nostro gruppo ha deciso di puntare sul valore e sull'integrazione di filiera a livello internazionale. Lavoreremo insieme al comparto agricolo per fare in modo che tutto il processo - dall'uliveto alla linea di produzione - sia rigorosamente controllato e vogliamo anche integrare le coltivazioni intensive con quelle tradizionali".

 

Si ringrazia per la notizia e la foto Clara Giangaspero

 

OO M - 13-11-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La genesi dell'oliva

In un video emozionale e insieme documentaristico l'azienda veneta Frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese, fa comprendere a chi non ha confidenza con il frutto dell'oliva, come si forma e si struttura il frutto ne corso dei mesi e come alla fine nasca l'olio extra vergine, quello a marchio Garda Dop Turri di varietà Casaliva

BIBLIOTECA OLEARIA
The Olive Tree Genome. Genetica e genomica dell’olivo

The Olive Tree Genome. Genetica e genomica dell’olivo

Il libro - a cura di Eddo Rugini, Luciana Baldoni, Rosario Muleo e Luca Sebastiani - fornisce un'introduzione alla genetica, alla genomica e all’allevamento dell'olivo, pianta longeva e multifunzionale, rilevante non soltanto per la produzione di olive da tavola e da olio, ma anche per il paesaggio e per la storia delle zone rurali