Martedì 11 Dicembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > extra moenia

Taggiasco ExtravirGin

Nuovi prodotti. Da un’intuizione di Paolo Boeri e Davide Pinto, professionisti dell’enogastronomia e cultori del “bon vivre”, con il prezioso contributo di Giustino Ballato, esperto di piante ed erbe, e in collaborazione con una storica distilleria del torinese, nasce il primo gin con olive Taggiasche 100% Italiano

OO M

Taggiasco ExtravirGin

Nota stampa di Gianfranco De Maria. In Taggiasco si incontrano le “coccole” dell’eterno e protettivo Ginepro (Juniperus communis) dell’Alta Valsusa e l’Oliva Taggiasca, la cultivar di olivo tipica della provincia di Imperia.
ExtravirGin racchiude in sé i profumi e i sapori della Valle Argentina, dove risiede il frantoio ROI, soprannome storico della famiglia Boeri, e le note amare e sempre verdi delle bacche di Ginepro. Questi due ingredienti nascono su declivi scoscesi, suggestivi e romantici all’occhio, ma aspri e faticosi per i bacchianti che raccolgono le olive e per chi deve inerpicarsi tra gli aculei degli arbusti per coglierne le bacche incontaminate.
Con un sorso di Taggiasco si è pervasi da tutte queste suggestioni, che emozionano il palato in un ensemble sensoriale unico, dal carattere forte e territoriale ma anche elegante e suadente. Taggiasco, un distillato speciale che conquisterà i barman per la sua natura accattivante e moderna e i gourmet che ne apprezzeranno le sfumature intime e sofisticate gustandolo in purezza.

L’acquisto sarà inizialmente possibile su olioroi.com

PERFECT SERVED

by Michele Marzella (Affini)

TAGGIASCO SOUR

L’abbinamento perfetto per il Gin alle Olive Taggiasche, fresco e profumato. Taggiasco Extravirgin 2oz, Limone 1oz, Sciroppo di zucchero 3/4oz, bianco d’uovo 1/2oz, 3 foglie di basilico fresco.
Italian Gin Distilled con profumi prevalenti di ginepro e oliva Taggiasca. Partendo da una base London Dry classica, si arriva alla ricetta finale che lo arricchisce di altre sfumature dando una nota principale di oliva Taggiasca prodotta dall’azienda Roi di Badalucco, in Valle Argentina, provincia di Imperia.
Questo Gin viene distillato a bassa temperatura (circa 60°C) per evitare variazioni dei sapori degli ingredienti. Per arrivare alla ricetta finale c’è voluto più di un anno di prove ed assaggi, con consigli di esperti di settore, bartender e appassionati.
(44% alcolici, in bottiglie da 500ml)


L’etichetta è stata realizzata graficamente da Dayana Stano, designer freelance torinese

 

PERFECT MARTINI

Si ricollega alla storia della nascita del Martini Cocktail e gli abbina un gin la cui oliva è nata nella stessa città dell’inventore, Taggia.
6cl Taggiasco Extravirgin versati in ghiaccio cristallino, precedentemente nebulizzato con vermouth dry Montanaro. Aggiungere 2 gocce di soluzione salina al sale nero di Cipro. Filtrare in coppetta cocktail, sprizzare una scorza di limone sopra il drink e aromatizzare con olii essenziali. Guarnire con 3 olive Taggiasche asciutte Roi.

 

TAGGIASCO &TONIC
Classico, semplice, piacevole. Il G&T non sbaglia mai.
5cl di Taggiasco Extravirgin e 12cl di acqua tonica Lurisia.
Guarnire con una scorza di limone e basilico fresco e oliva Taggiasca asciutta Roi.

 

Per info
info@taggiascogin.it

 

OO M - 06-03-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti