Giovedì 21 Febbraio 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > extra moenia

Un sabato nell'olio, un sabato italiano

Crescono le attenzioni da parte dei frantoi verso l'accoglienza. A Verona la storica e prestigiosa famiglia Salvagno, una tradizione consolidata nell'arte olearia, accoglie tutti coloro che vorranno assistere all'intero ciclo della produzione, dalla raccolta delle olive alla loro frangitura con i due metodi tradizionale e in continuo, fino a ritrovare l'olio in bottiglia dopo averlo opportunamente degustato

OO M

Un sabato nell'olio, un sabato italiano

Si svolgerà sabato 27 ottobre a Verona, presso il Frantoio Salvagno in Contrada Gazzego 1, una manifestazione interamente dedicata alla produzione dell'olio extra vergine di oliva.

A orario continuato, dalle 9.00 alle 16.30  - ogni 30 minuti - si svolgeranno visite guidate lungo tutti i passaggi dalle olive all'olio. Si parte dalla raccolta nell'oliveto fino alla lavorazione nei due frantoi della famiglia Salvagno. Da una parte la molitura delle olive con il "metodo tradizionale", dall'altra la frangitura delle olive con il sistema "a ciclo continuo", passando anche per l'imbottigliamento, fino a concludere questo viaggio attraverso l'olio con una degustazione del nuovo olio extra vergine di oliva targato 2018. 

Un sabato oleario dai Salvagno a Verona

 

"Nessuno dunque si perda una simile occasione". Sarà stato questo, immaginiamo, il pensiero di Giovanni Salvagno e della sua famiglia nel dare vita a questo appuntamento. L'accoglienza come valore da condividere. Entrare nel vivo dell'olio, sentirsi a casa anche quando si va in frantoio.

Non serve prenotazione, avvisano in azienda. C'è posto per tutti. La manifestazione tra l'altro è gratuita ed è pure accessibile a persone con disabilità.

 

 

OO M - 09-10-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Sharis 2017, di Livio Felluga

Il vino della settimana: Sharis 2017, di Livio Felluga

Un vino dagli aromi floreali, di agrumi, sambuco, e molto minerale, che merita i soldi spesi. Acquistato al supermercato, è il frutto di uve Chardonnay e Ribolla. Adatto, peraltro, con pesce e carni bianche alla griglia > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il prezzo delle bottiglie d'olio in commercio

L'analisi dei costi di produzione secondo l'esperto di marketing Massimo Occhinegro mette in luce, a partire da uno studio del Consiglio oleicolo internazionale, i reali costi che una azienda deve sostenere per produrre il prezioso olio extra vergine di oliva. Da qui diventa chiaro a quale prezzo può essere immessa in commercio una bottiglia d'olio. Una intervista di Cinzia Boschiero

BIBLIOTECA OLEARIA
Dop Garda. L'olio e il suo lago

Dop Garda. L'olio e il suo lago

Il numero 7 dell’annuario Olio Officina Almanacco quest'anno si presenta con una veste completamente rinnovata. Stesso formato, stesso numero di pagine, 96, ma con un taglio monografico, interamente dedicato all'olio gardesano e al suo territorio. Inizia così la nuova serie della rivista, dando spazio e rilievo ogni anno a un territorio altamente vocato all'olivicoltura di qualità