Martedì 19 Marzo 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > olio officina festival

Perché Olio Officina Festival

Perché è agorà democratica; è luogo fertile d’incontro, scambio, partecipazione ed esperienze; è fortemente inclusivo, antitesi ad ogni stupida quanto banale contrapposizione di settore; è la carica positiva per rientrare in azienda e lavorare con maggiore entusiasmo, forza, vitalità, anche speranza. Questo e altro ancora secondo l'imprenditore pugliese Emidio Alvisi di Villa Uva

OO M

Perché Olio Officina Festival

Gentile Dott. Caricato,

sono Emidio Alvisi (produttore di olio extra vergine da olive – Azienda agricola ‘Villa Uva’ – Lucera – FG) e, probabilmente, si ricorderà di me: di fatto, oltre ad esserci conosciuti in occasione di appuntamenti e festivals precedenti, siamo stati praticamente ‘dirimpettai’ per due giorni consecutivi nella Sala Leonardo, al Festival di Olio Officina appena concluso. Lei, ovviamente, sul palco, io seduto in prima fila alla sua destra. Il secondo giorno ci siamo anche salutati prima che cominciassero gli incontri.

Scrivo, semplicemente, per ringraziarla ancora.

Perché Olio Officina Festival è agorà democratica.

Perché Olio Officina Festival è luogo fertile d’incontro, scambio, partecipazione ed esperienze.

Perché Olio Officina Festival è fortemente inclusivo, antitesi ad ogni stupida quanto banale contrapposizione di settore.

Perché Olio Officina Festival è fucina di idee, progettualità, percorsi, intelligenti provocazioni…

Perché Olio Officina Festival è libera informazione.

Perché Olio Officina Festival è sempre proiezione positiva, nonostante tante difficoltà.

Perché Olio Officina Festival è felice alchimia del vecchio e del nuovo, del passato e del futuro, di parole, gesti, sapori, odori, immagini, sensazioni tattili…emozioni.

Perché Olio Officina Festival è costume e tendenza, immagine e immaginazione, innovazione e proposizione, proiezione e sogno…arte.

Perché Olio Officina Festival non è spocchioso!

Perché Olio Officina Festival è la carica positiva per rientrare in azienda e lavorare con maggiore entusiasmo, forza, vitalità, anche speranza.

Perché Olio Officina Festival è cultura dell’olio.

Perché Olio Officina Festival è Bellezza.

Grazie, di cuore, e arrivederci al prossimo Festival.

Emidio Alvisi

 

Gentilissimo Emidio Alvisi,

grazie. Ho ricevuto la sua mail in un breve ma intenso momento di pausa dopo le grandi energie spese per l'organizzazione della settima edizione di Olio Officina Festival e ho voluto non risponderle subito proprio perché avevo voglia di lasciar sedimentare queste belle parole commoventi e di viverle fino in fondo.

Grazie, anche perché le sue parole esprimono quello che io stesso penso intimamente della mia creatura - Olio Officina Festival - evitando prudentemente di esprimerlo in pubblico per non apparire troppo di parte e presuntuoso.

Ciò che mi fa piacere, è che lei ci creda tanto in questo progetto. La attendo per la ottava edizione di Olio Officina festival, per i giorni 31 gennaio, 1 e 2 febbraio 2019. Il tema: !Olio. Pubblicità!

Grazie anche da parte mia, un festival è condivisione di ideali, non si fa mai da soli.

Luigi Caricato

 

 

 

La foto di apertura è di Gianfranco Maggio per Olio Officina

OO M - 13-02-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Luigi Caricato
L'INCURSIONE

LUIGI CARICATO

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Barabàn 2016, di Fattoria Eolia

Il vino della settimana: Barabàn 2016, di Fattoria Eolia

Un Cabernet delle Venezie 2015 tipico e di ottima beva. Intenso all’esame olfattivo e dal sapore svanisce in poco tempo ma che nel complesso risulta piacevole e caratteristico, con note di frutta rossa.  > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Un inedito touchpoint per interagire con la clientela

Un inedito touchpoint per interagire con la clientela

Innovazioni. Fratelli Carli, la storica azienda olearia ligure, entra nel mondo digical - neologismo generato dalla crasi tra le parole “digital” e “physical” -  e allarga il numero di punti di contatto con la propria clientela. Dopo la vendita per corrispondenza, l’e-commerce e la catena retail degli Empori, l’azienda potenzia il proprio percorso verso l’omnicanalità e lancia a Monza il prototipo di self-machine refrigerata, dedicata ai piatti tipici della propria regione

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

L' olio di sansa ha una grossa carta da giocare

OOF 2019. Nell'ambito di Olio Officina Festival, è stato presentato un interessante studio (commissionato da Pantaleo Spa e condotto dall'Università di Udine) su un olio che per tanti anni è stato trascurato ma che merita ben altra considerazione, anche in ragione dell'alto contenuto in acido oleico e al contenuto elevato di tocoferoli. Intervista al professor Lanfranco Conte

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 7

OOF International Magazine numero 7

Anche l'edizione invernale della rivista trimestrale di Olio Officina ha avuto un vasto consenso, presentata in esclusiva nell'ambito di Olio Officina festival 2019 e di cui abbiamo avuto più occasioni per scriverne. Il tema portante? L’olio a fumetti. Nuovi stili, nuovi linguaggi. Il consiglio è di abbonarsi e non perdere nessuno dei numeri. È possibile anche richiedere i numeri arretrati