Mercoledì 11 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > olio officina festival

Quando la bottiglia d’olio è bella si vende di più

Dare valore all’olio extra vergine di oliva passando dalla cura del packaging e puntando su un design coerente, originale e innovativo. A Milano, nell’ambito del Simei, si è svolto un importante incontro sul tema con la partecipazione di designer italiani e spagnoli. È emerso un quadro interessante, che va oltre il marketing

Maria Carla Squeo

Quando la bottiglia d’olio è bella si vende di più

“Credere nella bellezza e favorirla in ogni modo”. È quanto ha ribadito con determinazione Luigi Caricato, direttore di Olio Officina, nell’introdurre il convegno sul pakaging e il design degli oli che si è tenuto a Milano, in occasione del Simei.

“La bellezza, prima di tutto. Rinnovare il packaging e il design non deve essere solo una scelta di marketing. Se si coltiva la bellezza sarà possibile mettere in moto un processo virtuoso che porta al cambiamento di prospettiva. L’obiettivo, prima ancora che commerciale, deve essere culturale. Là dove si fa cultura si crea valore, senza cultura a vincere è sempre il prezzo più basso, quindi la perdita di valore si configura come ricorsa verso il sottocosto, l’olio come commodity. Invece, un ripensamento della presentazione delle confezioni e dei contenitori destinati all’olio può solo portare benefici. Ecco il motivo per il quale il criterio da cui partire è la bellezza. Quando qualcosa si presenta in tutta la sua bellezza è implicitamente anche funzionale e utile, perché la bellezza non è un aspetto puramente estetico”. È quanto ha affermato Luigi Caricato, insieme a molte altre riflessioni.

Interventi al convegno "Vestire gli extra vergini" - Simei 2019
Simei2019_Olioofficina_0002Simei2019_Olioofficina_0006Simei2019_Olioofficina_0007Simei2019_Olioofficina_0008Simei2019_Olioofficina_0012Simei2019_Olioofficina_0015Simei2019_Olioofficina_0017Simei2019_Olioofficina_0018Simei2019_Olioofficina_0026Simei2019_Olioofficina_0027Simei2019_Olioofficina_0028Simei2019_Olioofficina_0036Simei2019_Olioofficina_0037Simei2019_Olioofficina_0038Simei2019_Olioofficina_0040Simei2019_Olioofficina_0041Simei2019_Olioofficina_0043Simei2019_Olioofficina_0044Simei2019_Olioofficina_0045Simei2019_Olioofficina_0047Simei2019_Olioofficina_0048Simei2019_Olioofficina_0049Simei2019_Olioofficina_0050Simei2019_Olioofficina_0051Simei2019_Olioofficina_0052Simei2019_Olioofficina_0053Simei2019_Olioofficina_0054Simei2019_Olioofficina_0055Simei2019_Olioofficina_0056Simei2019_Olioofficina_0057Simei2019_Olioofficina_0058Simei2019_Olioofficina_0059Simei2019_OlioOfficina_0063Simei2019_OlioOfficina_0065Simei2019_OlioOfficina_0064Simei2019_OlioOfficina_0068Simei2019_OlioOfficina_0069Simei2019_OlioOfficina_0070Simei2019_Olioofficina_0060Simei2019_Olioofficina_0061Simei2019_Olioofficina_0062

Per Juan Penamil, ceo ed editore di Mercacei, si tratta di una rivoluzione silenziosa, quella del packaging, perché agisce in maniera anche inconscia sulle persone, perché il consumatore, e quindi tutti noi, siamo sempre attratti da ciò che è bello e piace.

Secondo Francisco Tornos, designer spagnolo dello studio IpackLab, “si lavora in un mercato molto polarizzato dove il packaging è un venditore silenzioso. Si comperano esperienze, emozioni. L’80% delle decisioni è emozionale. C’è tanta tattica, poca strategia. Mancando una cultura dell’olio, il cervello può essere ingannato. Un esempio chiarificatore: mettendo dell’olio cattivo in un pack bello si condiziona la scelta del consumatore, e viceversa. Per questo occorre puntare molto sulla credibilità e sui valori. Occorre essere dirompenti. Ma soprattutto occorre essere consapevoli che la società richiede valori che non possono essere messi in second’ordine: la sostenibilità, per esempio. La sostenibilità va considerata. Il vetro fa glamour, è molto bello ed è più adeguato proprio per le sue caratteristiche di conservabilità, ma c’è da considerare il 50% in più di incidenza nel trasporto. Il vetro rispetto alle lattine pesa molto di più. La scelta dei materiali diventa determinante nei progetti che un’azienda intende perseguire”.

Antonio Mele, creative director, sostiene che lo scaffale rappresenta, in sintesi, tante differenti tribù, con tante differenti identità. E a partire da questa logica occorre muoversi nelle proprie scelte di comunicare attraverso il packaging.

(Fine prima puntata. Continua)

Pubblico al convegno "Vestire gli extra vergini" - Simei 2019
Simei2019_Olioofficina_0001Simei2019_Olioofficina_0004Simei2019_Olioofficina_0003Simei2019_Olioofficina_0005Simei2019_Olioofficina_0010Simei2019_Olioofficina_0009Simei2019_Olioofficina_0011Simei2019_Olioofficina_0013Simei2019_Olioofficina_0014Simei2019_Olioofficina_0016Simei2019_Olioofficina_0019Simei2019_Olioofficina_0020.Simei2019_Olioofficina_0021Simei2019_Olioofficina_0023Simei2019_Olioofficina_0024Simei2019_Olioofficina_0025Simei2019_Olioofficina_0029Simei2019_Olioofficina_0030Simei2019_Olioofficina_0032Simei2019_Olioofficina_0033Simei2019_Olioofficina_0034Simei2019_Olioofficina_0035Simei2019_Olioofficina_0039Simei2019_Olioofficina_0042Simei2019_Olioofficina_0046

 

La foto di apertura e quelle delle gallerie sono di Sara Marcheschi

Maria Carla Squeo - 26-11-2019 - Tutti i diritti riservati

Maria Carla Squeo

Si è occupata di organizzazione di eventi, tra cui le edizioni del grande happening Olio Officina Food Festival a Milano, in qualità di assistente alla direzione e coordinatrice. Collabora con il progetto Olio Officina sin dal suo esordio nel novembre 2010.

ULTIMI
Enrico Bucci
L'INCURSIONE

ENRICO BUCCI

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Buoni Dentro

Buoni Dentro

Ovvero, il laboratorio che produce valore. Un progetto che insegna un mestiere ai ragazzi dell’Ipm Beccaria e una buona idea per un regalo utile, solidale e gustoso da mettere sulle nostre tavole natalizie > Ilaria Santomanco

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora