Lunedì 19 Novembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > olio officina festival

Quando la Dop è protagonista

A Milano l’impegno del Consorzio di tutela dell’olio extra vergine di oliva Dop Riviera Ligure per Olio Officina Festival. Tutto è importante: i luoghi di provenienza, le caratteristiche degli extra vergini, il percorso di filiera, la storia, gli impieghi dell'olio in cucina e, infine, il primo invito all’assaggio del nuovo frutto di annata

OO M

Quando la Dop è protagonista

Torna Olio Officina Festival a Milano, nell’intrigante scenario del palazzo delle Stelline. L’idea di Luigi Caricato, notissimo “oleologo”, si materializza nella settima edizione e si traduce in una serie continua di eventi, presentazioni, discussioni, degustazioni guidate.

Il mondo oleario italiano e non solo è di fatto presente alla manifestazione. È motivo dunque di particolare orgoglio l’impegno del Consorzio di Tutela dell’Olio extravergine di oliva Dop Riviera Ligure, che si delinea con un punto attrezzato utile a conoscere la realtà di un olio prodotto da un territorio che è di fatto affacciato sulla prima “spiaggia del Nord”, inteso sia come Italia che come Europa.

Un prodotto noto, legato ad un ambito geografico, essendo una Dop, e da conoscere fino in fondo. Per questo la postazione sarà attrezzata con un video dotato di touch screen in grado di raccontare ogni aspetto dell’olio Dop Riviera Ligure: i suoi luoghi di provenienza, le sue caratteristiche, il percorso di filiera, la sua storia, i suoi impieghi in cucina e infine offrire un primo invito all’assaggio.

Assaggio che diventa degustazione guidata in più occasioni. Infatti il Consorzio di Tutela dell’Olio Dop Riviera Ligure assieme al Consorzio di Tutela dell’Olio Dop Garda, sarà presente presso la sala Dop/ sala Agnesi per una serie di appuntamenti già molto attesi, almeno in ragione del successo ottenuto nell’edizione precedente.

Nello specifico, gli appuntamenti prenotabili sono per venerdì 2 febbraio e sabato 3 febbraio. Le sessioni di assaggio sono previsti alle 10.00, 11.30 e 12.00 per una durata di un’ora e mezza, con un massimo di 20 partecipanti a sessione.

Inoltre nella giornata di sabato 3, alle ore 18.30 si presenterà Il Manuale dell’olio Dop Riviera Ligure. Una guida per la conoscenza e l’utilizzo degli extra vergini e dell’olio Dop Riviera Ligure, scritto da Luigi Caricato, con il coordinamento editoriale della Fondazione Qualivita, e che verrà distribuito agli allievi degli Istituti Alberghieri liguri e piemontesi nel corso di specifici laboratori didattici.

La presenza dell’olio Dop Riviera Ligure è quanto mai apprezzabile in rapporto anche a due fattori determinanti: il primo è insito nel claim dell’evento. “Io sono un albero”. Si tratta di un riferimento emotivo molto forte, carico di elementi di tradizione europea, con una componente ecologica ed una di immedesimazione in una pianta sacra al mondo mediterraneo e ancor più in Liguria, dove l’olio è “l’albero” per eccellenza. In secondo luogo, appare evidente l’impegno dell’olio Dop Riviera Ligure per far conoscere un’eccellenza territoriale che fornisce valore aggiunto anche all’offerta turistica di una regione che fa registrare da alcuni anni una indubbia crescita nel numero di ospiti.

 

Si ringrazia per la notizia Alessandro Giacobbe per il Consorzio di Tutela dell’Olio extravergine di oliva Dop Riviera Ligure. La foto di apertura è di Olio Officina

OO M - 30-01-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Un protocollo d'intesa per valorizzare l'olio italiano

Un protocollo d'intesa per valorizzare l'olio italiano

Fare squadra. È l'ambizioso obiettivo che è stato sottoscritto dal presidente e ad Carapelli Firenze SpA Pierluigi Tosato, del gruppo Deoleo, e dal presidente di Cia-Agricoltori Italiani Dino Scanavino. L'accordo è stato siglato a Roma e punta su innovazione e sviluppo del mercato degli oli extra vergini  di oliva di qualità superiore. 

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti