Mercoledì 11 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > ricette oliocentriche

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

OO M

Felafel con hummus ai tre oli

Il rientro dalle vacanze può essere sorprendentemente piacevole con la ricetta giusta. Oleificio Zucchi è pronto a ripartire con i suoi oli, per raccontare i colori e sapori dell’autunno. 

La ricetta proposta dai Zucchi è stata concepita per far conoscere e promuovere una sana e approfondita cultura dell’olio.

Felafel con hummus ai tre oli

INGREDIENTI

500 g di ceci secchi

200 g di semi di sesamo

Succo di limone

2 spicchi di aglio

½ cipolla

1 ciuffo di prezzemolo

1 cucchiaino di cumino macinato

1 cucchiaino di coriandolo macinato

Bicarbonato

Sale

Paprika q b

Olio di semi di sesamo

Olio di semi di arachide

Olio extra vergine di oliva Sinfonia

 

PREPARAZIONE

Fate ammollare i ceci secchi per 24 ore in acqua fredda affinché si ammorbidiscano. Passato il tempo di ammollo, scolate e sciacquate i ceci. Mettete metà dei ceci a cuocere in una pentola con abbondante acqua salata per circa 2 ore.

Nel frattempo tostate 100 gr di semi di sesamo in una padella anti aderente per circa 2 minuti, mescolando spesso. Versate in un mortaio e lasciate intiepidire. Iniziate a pestare i semi di sesamo aggiungendo l'olio di semi di sesamo a filo, fino a ottenere un composto omogeneo.

Frullate i ceci cotti nel mixer con uno spicchio di aglio. Aggiungete la pasta di sesamo appena preparata e continuate a frullare. Aggiungete a filo l'acqua di cottura dei ceci sempre frullando, fino a quando l'hummus avrà la consistenza di una maionese. Condite con qualche goccia di succo di limone e un pizzico di sale, amalgamate bene e trasferite in una ciotola. Decorate la superficie con semi di sesamo e una spolverata di paprika. 

Prendete la metà di ceci ammollati crudi tenuta da parte e frullate con un mixer. Tritate grossolanamente la cipolla, uno spicchio di aglio e il prezzemolo e aggiungeteli ai ceci. Condite con il sale e le spezie e continuate a frullare, aggiungendo a filo l'olio extra vergine di oliva Sinfonia Zucchi fino ad ottenere una pasta omogenea, dalla consistenza morbida ma lavorabile. Assaggiate e regolate il sapore di sale e spezie. Infine unite il bicarbonato e date una frullata veloce.

Riscaldate l'olio di semi di arachidi. Con l'aiuto di un cucchiaio formate delle polpettine grandi circa come una noce. Schiacciatele leggermente e passatele sui semi di sesamo sesamo, quindi friggete in olio caldo fino a doratura.
Servite i falafel caldi, accompagnati da hummus e pane arabo.

 

GLI OLI

Olio di semi di sesamo. Ricco di acidi grassi essenziali insaturi, apporta naturalmente acido linoleico, è ottimo per saltare verdure o riso nel wok, e si adatta bene alle sperimentazioni etniche. Il caratteristico sapore di sesamo tostato è perfetto per valorizzare il gusto delle insalatone miste ricche di verdura, frutta secca o di stagione e formaggi.

Olio di semi di arachide. Artefice di fritture asciutte e gustose, soffritti leggeri e stuzzichini originali da servire accanto ad un bicchiere di vino. Stabile alle alte temperature, ha un colore giallo molto chiaro e un aspetto limpido. Utilizzato spesso nella cucina cinese, thai e vietnamita, si può provare anche a crudo su insalate esotiche, insaporite con frutta fresca e secca.

Olio extra vergine di oliva Sinfonia. Dalla sapiente selezione di cultivar dolci e aromatiche nasce quest’olio delicato e leggermente fruttato. In grado di confortare i palati più fini, quest’olio dal colore giallo verde è un prodotto molto versatile che facilmente si adatta a ogni gusto e condimento. Questo prodotto è consigliato da Legambiente.

 

 

OO M - 28-08-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Enrico Bucci
L'INCURSIONE

ENRICO BUCCI

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

EXTRA MOENIA
Buoni Dentro

Buoni Dentro

Ovvero, il laboratorio che produce valore. Un progetto che insegna un mestiere ai ragazzi dell’Ipm Beccaria e una buona idea per un regalo utile, solidale e gustoso da mettere sulle nostre tavole natalizie > Ilaria Santomanco

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora