Giovedì 19 Settembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > ricette oliocentriche

L’olio con gli asparagi

Un gustosissimo risotto, ecco una ricetta che ci porta a Cavaion Veronese, nel Veneto, in un territorio ben curato dove si ottiene il pregiatissimo olio Dop Garda. Così, per anticipare la Festa degli asparagi che si svolgerà dal 16 al 19 maggio, sappiamo ora cosa fare quando non si sa bene cosa inventarsi in cucina. La proposta dei Fratelli Turri a partire dal loro extra vergine dal gusto e dai profumi fini e delicati

Luigi Caricato

L’olio con gli asparagi

C’è un forte legame con il territorio gardesano da parte della storica famiglia di oleari veneta: i Turri, di Cavaion Veronese. Nella loro comunità si vive una dimensione di grande riconoscenza verso la tradizione, e si cerca in ogni modo di perpetuarla adeguandola alla contemporaneità. Non è mai una tradizione fine a se stessa. 

Ecco allora la proposta di una ricetta che interpreta alla perfezione la continuità con il passato, in una rilettura che valorizza ampiamente le materie prime alimentari locali: il risotto gli asparagi.

Intanto, a proposito di Cavaion Veronese, dal 16 al 19 maggio non è da trascurare l’annuale Festa degli Asparagi, un appuntamento da non perdere.

“È una ricetta facile e veloce”, precisa Laura Turri, che sa bene come oggi la rapidità sia una esigenza condivisa da tutti. “Richiederà dieci minuti di preparazione e 30-35 minuti di cottura per una porzione per quattro persone”.

Insomma, veloce per modo di dire. Oggi che tutti vogliono il piatto già pronto il tempo fa paura, ma in questo caso tutto è pensato per essere ben strutturato il tempo, in tutti i suoi passaggi.

“Sono pochi e semplici passaggi, da seguire con attenzione”, precisa Laura Turri. Basta dunque eseguire con attenzione ciascun passaggio per sentirsi alla fine soddisfatti per il risultato raggiunto.

“La cottura del risotto è una preparazione tipica italiana”, aggiunge. “Solo in Italia, infatti, il riso viene portato piano piano a cottura con l’aggiunta di poco brodo alla volta. Per cucinare il risotto con gli asparagi consigliamo l’impiego di un buon brodo vegetale”.

E ora, ecco cosa occorre fare, a cominciare dagli ingredienti che vanno scelti con cura. A partire dall’olio extra vergine di oliva: un Dop Garda Orientale, naturalmente a firma Fratelli Turri.

Poi, l’appuntamento è a Cavaion Veronese, dove potete bearvi di una natura meravigliosa, tra olivi e vigne, visitando l’entroterra come una scoperta continua di paesaggi davvero incantevoli e ben curati. Ne sa qualcosa il sindaco Sabrina Tramonte, che nel 2018 ha ben meritato il Premio Olio Officina Valore al Territorio. Sua è l'idea di imbottigliare l'olio ricavato dagli olivi che appartengono al Comune e di confezionarlo a marchio Dop, per onorare la denominazione di origine protetta Garda, dando il buon esempio. Donna coraggiosa e determinata, abilissima ed efficace sindaco di una comunità che vive proiettata verso il futuro, già, perché la tradizione è un fermento continuo, non un riprodurre tal quale il passato. Infatti le comunità vivono e non si spopolano quando il territorio si rende sempre fruibile e propositivo. Perciò la Festa degli asparagi è una buona occasione per visitare Cavaion Veronese e la stessa azienda Turri, dove è possibile osservare, camminandoci dentro, gli olivi del campo collezione in cui sono presenti proprio di fronte al frantoio le principali cultivar di olivo.

 

RISOTTO AGLI ASPARAGI

Ingredienti

500 g di asparagi
350 g di riso Nano Vialone Veronese Igp
1/2 cipolla
Brodo vegetale caldo
Grana Padano Dop grattugiato
Olio extra vergine di oliva Turri Garda Dop Orientale
Sale

 

Cosa fare degli ingredienti, come combinarli tra loro e quali passaggi eseguire

Per realizzare il risotto agli asparagi lavateli e rimuovete la parte di gambo che risulta più legnosa, iniziate a cuocerli a vapore, con un pizzico di sale, per una decina di minuti: devono risultare piuttosto croccanti. Separate, quindi, la parte di gambo dalle cime. Fate rosolare le punte di asparagi su un cucchiaio di olio scaldato in padella.

Tagliate il resto degli asparagi a rondelle. In una casseruola scaldate 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva Turri Garda Dop Orientale e lasciate appassire la cipolla tritata. Unite il riso, fatelo tostare brevemente, quindi aggiungete gli asparagi a rondelle.

Mescolate con un cucchiaio di legno quindi bagnate con un paio di mestoli di brodo ben caldo. Portate a cottura il risotto cuocendolo come di consueto, aggiungendo un mestolo di brodo, man mano che il precedente è stato assorbito. Al termine della cottura regolate di sale, unite le punte di asparagi e mantecate con il formaggio grattugiato e un filo d’olio.
Mescolate con molta delicatezza e fate riposare coperto per un paio di minuti, servite quindi il risotto agli asparagi ben caldo.

 

 

Luigi Caricato - 01-05-2019 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

L'azienda, di Peschiera del Garda, nel Veneto veronese, opera sia nell'area gardesana, sia in Valpolicella. Nei suoi 75 ettari produce vini di qualità nel rispetto del territorio e valorizzando i vitigni autoctoni. Quello in degustazione,  da uve Corvina Veronese, Rondinella e Corvinone, è un rosso rubino, con note di frutta matura, molto balsamico, e che con l’ossigenazione evolve allo speziato > Enrico Rana

EXTRA MOENIA
Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Novità di prodotto. Si amplia la gamma della Famiglia Mela di Imperia. Si tratta di un monocultivar Taggiasca che arricchisce l’ampia offerta di produzioni della nota azienda ligure. Si presenta con un abbigliaggio in chiave moderna, in linea con le esigenze di bellezza e bontà proprie del pubblico dei millenials

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Aurevo. L’olio al centro delle attenzioni

È una delle tre proposte ristorative presenti all’interno del Palazzo di Varignana. Per chi ha piacere di andarci, è possibile degustare tutti gli oli prodotti nelle tenute di Agrivar a Castel San Pietro Terme, sui colli bolognesi. Il contesto è unico e ha due anime: è un resort e insieme una azienda agricola con oltre 200 ettari. L’intervista a Eleonora Berardi, nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione. Tre i punti di forza: legame con il territorio, storia e tradizione

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo