Lunedì 25 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > ricette oliocentriche

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

OO M

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’olio Evo – si legge in una nota stampa diffusa dalla storica azienda olearia spoletina – è un ingrediente fondamentale in cucina: dall’antipasto al secondo, riesce sempre a stupire con il suo aroma e gusto caratteristico, capace di abbinarsi ad ogni pietanza, che sia carne, pesce o verdure. Non tutti sanno però che questo ingrediente semplice e naturale, amato da nutrizionisti e utilizzato dagli chef di tutto il mondo, può avere un ruolo da protagonista anche nella pasticceria per la preparazione di originali e raffinati dessert.

Damiano Carrara, pastry-chef giudice di “Bake Off Italia – Dolci in forno” è stato ospite del Frantoio del Poggiolo di Monini in occasione di Monini in tour 2019. Nel corso di questa iniziativa di riscoperta della nostra cultura culinaria, partita lo scorso anno con un viaggio tra le regioni italiane e diventato parte integrante del progetto “Buon Appetito, Italia!”, lo chef ha realizzato due dessert che hanno come protagonista l’olio Evo Monini.

Damiano Carrara

 

Due creazioni capaci di stupire non solo il palato, ma anche la vista, grazie all’originalità e all’accuratezza con cui vengono presentate.

Si comincia con “L’oliva al piatto”: un omaggio al piccolo frutto da cui nasce l’olio che utilizziamo quotidianamente. Uno scrigno di glassa verde racchiude un cuore di olio Evo Monini Monocultivar Nocellara, dal gusto fresco e pungente, avvolto da una namelaka alla nocciola, ricoperta da glassa gianduia e da uno strato di mousse allo zafferano. Questa dolce sfera è adagiata su un croccante streusel al cacao ed è guarnita da agrumi misti e piccole spunzonate di cremoso al gianduia

Si prosegue poi con la “Torta Evo”: un plum cake di olio e limone con un inserto di panna cotta caramelleta al mandarino e vaniglia, adagiato su uno streusel con olio Evo Monini Monocultivar Frantoio, dal sapore raffinato e armonico, mandorle e gelèe di mandarino. Il tutto è avvolto in una cremosa mousse alla mandorla e, ad ultimare la preparazione, cacao chiaro e pollock bianco spruzzati sulla torta, insieme a gocce di caramello, olio e sale per decorare il piatto.

“Torta Evo”

 

“Un trionfo per gli occhi e per la gola – afferma Maria Flora Monini, responsabile della comunicazione di Monini – due capolavori di pasticceria, che esaltano le caratteristiche del nostro olivo Evo, espressione di alta qualità e creatività in cucina. Vogliamo ringraziare Damiano Carrara, che ha saputo sorprenderci ancora una volta con la maestria e la simpatia che lo contraddistinguono”.

“L’olio Evo è un ingrediente che mi incuriosisce. Il suo impiego in pasticceria può essere in molti casi un’alternativa più salutare all’uso del burro – afferma Damiano Carrara – ho sperimentato il suo utilizzo nei due dolci che ho realizzato, con risultati sorprendenti”.

 

 

 


Si ringrazia Federica Morselli e Greta Esposito

La foto di apertura è la ricetta “L’oliva al piatto”

 

OO M - 24-11-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

EXTRA MOENIA
Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

L’organizzazione tedesca Stiftung Warentest, nota per la propria indipendenza e imparzialità, ha reso noto, attraverso le pagine della sua rivista Test, i risultati di una serie di analisi effettuate su ben 19 aceti balsamici di Modena. A guadagnare il più alto gradino sul podio è stato l’Igp “5 Grappoli invecchiato” dell’Acetaia Giuseppe Cremonini di Spilamberto

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

Il sottocosto dell’olio extra vergine di oliva

È un approccio commerciale decisamente sbagliato, perché non attribuisce il reale valore a un olio che vanta invece grandi meriti nutrizionali, salutistici e perfino edonistici. Ne abbiamo parlato con Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol, organizzazione da tempo impegnata a contrastare pratiche commerciali che sviliscono un prodotto di alto valore

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri