Venerdì 24 Marzo 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > saggi assaggi

Quanto è buono l’olio della Tunisia

Si chiama Imperialis e si è imposto all’attenzione anche al Premio Le Forme dell'Olio 2017. A produrlo ad Hammamet è la famiglia Bichiou, che lo pone in commercio con il brand Tanit Mediterraneum. All’assaggio, la grande sorpresa. Un extra vergine di grande potenza ed eleganza, da olive Chemlali e Chetoui

Luigi Caricato

Quanto è buono l’olio della Tunisia

Chi ha avuto modo di recarsi in vacanza in Tunisia, e in particolare ad Hammamet, avrà avuto modo anche di apprezzarne la cucina. Chi ama cibi speziati, non mancherà di consumare le carote piccanti, quale antipasto. Oppure una ricca zuppa di pesce, che i raffinati gourmet conoscono molto bene, nel suo nome del luogo: corba el hout.

Ecco, tra le tante proposte culinarie tunisine, l’olio che ho avuto modo di apprezzare, l’Imperialis di Tanit Mediterraneum, è così versatile che lo si può utilizzare per ogni pietanza. Non solo, per qualsiasi altra cucina, anche non tunisina. Sarebbe dunque il caso che lo si provasse anche con piatti di una delle tante cucine regionali italiane. Sembra cucito addosso, come un abito su misura. Se l’olio Imperialis entrasse in Italia nei consueti canali commerciali, sarebbe apprezzato da molti consumatori, anche i più esigenti.

Ecco allora quel che si è riscontrato all'assaggio dell’olio in purezza.
Alla vista è verde dai riflessi dorati, limpido. Basta versare l’olio nel bicchiere e già si avverte la freschezza olfattiva. Si apre infatti al naso con note erbacee e profumi vegetali di carciofo, oltre ai richiami che rimandano in maniera netta alle erbe di campo. Si tratta di un fruttato di media intensità.

Cosa succede quando lo assumiamo in bocca, già si nota l’amaro e il piccante che si percepiscono netti quanto ben dosati, in perfetto equilibrio. Al palato si coglie immediatamente la buona fluidità, unitamente alle note di erbe di campo e vari ortaggi, tra cui la cicoria selvatica.

In chiusura si percepisce, gradevole, una punta piccante e una lieve nota di mandorla verde.

È un olio versatile, adatto a crudo come in cottura. Soprattutto adatto con verdure e pesci, senza tuttavia disdegnare piatti a base di carne e formaggi.


Imperialis, Tanit Mediterraneum, Hammamet, Tunisia
È un blend di oli estratti da olive Chemlali e Chetoui in coltivazione biologica.

Luigi Caricato - 14-03-2017 - Tutti i diritti riservati

ULTIMI
DIXIT
RICETTE OLIOCENTRICHE
Zuppa di cipolla… egiziana ligure

Zuppa di cipolla… egiziana ligure

Ormai è una tappa fissa. Questo bulbo sta diventando un must. Basta poco per gioire dei sapori semplici. Sono sufficienti gli ingredienti essenziali, facili da reperire > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Appunti sull'olio di oliva

Appunti sull'olio di oliva

Una iniziativa lodevole dell'azienda olearia Nicola Pantaleo di Fasano di Puglia, orientata a fornire al consumatore una sorta di "istruzioni per l'uso". Già, perché in tanti consumano gli oli da olive, ma in pochi ne conoscono davvero le differenti qualità, ma soprattutto in pochi ne sanno riconoscere la qualità > Maria Carla Squeo

GIRO WEB
I racconti di Chiara Coricelli rendono più moderna la comunicazione sull’olio

I racconti di Chiara Coricelli rendono più moderna la comunicazione sull’olio

Ha riscontrato un grande successo la webserie di cui è testimonial, in veste di mamma, moglie e imprenditrice, la stessa titolare della nota azienda olearia umbra. Se vogliamo collocarla sulla quantità di visualizzazioni, ne ha ottenute oltre 100 mila, ma anche sul fronte dell’efficacia qualitativa spicca per originalità e inventiva > Maria Carla Squeo

OO VIDEO

In grazia di Dio, la vita al tempo della crisi

Un momento dell'incontro con il regista Edoardo Winspeare, nell'ambito di Olio Officina Festival 2014, dove aveva presentato il suo ultimo film, con il quale ha partecipato, per l'Italia, al festival di Berlino. In questa pellicola, il regista racconta di una famiglia costretta dalla crisi a chiudere l'azienda e a trasferirsi in campagna. Nonostante le difficoltà e le asprezze della vita nei campi, i protagonisti ritrovano le serenità e il senso della vita comunitaria (Prima parte)

BIBLIOTECA OLEARIA
Olio Officina Almanacco 2017

Olio Officina Almanacco 2017

È in libreria il quinto numero dell'annuario dedicato al mondo degli oli da olive, ma anche, per estensione, a temi inerenti la sfera alimentare e la ruralità. Una pubblicazione della nostra casa editrice