Lunedì 25 Marzo 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > saggi assaggi

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

OO M

Riviera Garda Classico Chiaretto

Noi lo abbiamo degustato e apprezzato moltissimo, come d’altra parte tutti i vini di questa cantina. Ci soffermiamo questa volta sul Riviera Garda Classico Chiaretto, e lo facciamo con le stesse parole del patron della cantina, che è anche un olivicoltore altrettanto apprezzato: Andrea Bertazzi.

“Il colore – scrive – è rosa petalo con riflessi violetti, profumo delicatissimo, floreale e fruttato, un intrigante gusto fresco, fine, sapido, inebriante. È adatto come aperitivo o a tutto pasto con preparazioni a base di verdure, pesce di lago e mare, salumi, carni non eccessivamente strutturate e formaggi freschi. Servire a 8-10 gradi”.

Non abbiamo da aggiungere altro se non confermarne la bontà e freschezza olfattiva e gustativa. 

È della famiglia Bertazzi la proprietà dell’azienda “Roccolo”, il cui nome lo si deve alla presenza, nel cuore dell’azienda, di una piccola costruzione slanciata, sorta su un basamento di una torretta medievale collocata sulla cima di una collinetta. Questa costruzione, denominata roccolo, e usata per l’uccellagione, tipica passione bresciana dell’epoca, fu voluta dal nostro antenato Don Bartolomeo Bertazzi che fu parroco del paese dal 1815 al 1826.

La vocazione della famiglia Bertazzi è sempre stata quella agricola anche se, nel passato, è stata affiancata da quella dell’ospitalità. Una bisnonna infatti ai primi del’900 gestiva una trattoria con locanda. Durante la seconda guerra mondiale, proprio in quelle stanze, vi alloggiarono alcuni sfollati e che scappavano dalle città. Vi era anche una piccola macelleria e veniva poi svolto un servizio taxi con i cavalli ed un calesse - birocc tipico nome bresciano - munito di targa usato per l’ultima volta negli anni ’70 durante la crisi del petrolio.Oggi l’azienda è gestita da Andrea Bertazzi con l’aiuto un tempo del padre Giuseppe e ora, dopo la sua scmparsa, dalla madre Miriam e dal fratello Stefano con Susanna e le loro piccole figlie Emma ed Eva. 

L’azienda è composta da tre ettari coltivati a vigneto con vitigni autoctoni della Valtenesi quali il Groppello, Marzemino, Sangiovese, Barbera, Rebo, Incrocio Manzoni, Chardonay e Reesling per la produzione di vini Garda Classico Doc e Igt. Due ettari sono invece dedicati alla coltivazione di 500 ulivi per la produzione di olio Dop Garda, e le varietà principali sono la Casaliva, tipica della zona, il Leccino, il Pendolino e il Moraiolo.


IL ROCCOLO di Andrea Bertazzi

Via Giuseppe Zanardelli, 49

Polpenazze del Garda (Brescia)

Tel. 0365 674163

e-mail: info@roccolobertazzi.it 

OO M - 28-08-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Le colture no food?

Le colture no food?

L'altra via dell'agricoltura. Esiste ORA un network internazionale, denominato Panacea, nato per diffondere la conoscenza delle colture non alimentari tra gli agricoltori e favorire di conseguenza i principi della bioeconomia. C'è spazio per bioplastiche ottenute da scarti agricoli, lubrificanti, materiali da costruzione, prodotti farmaceutici, bioenergia, biocarburanti. Il tutto derivante da piante oleaginose (camelina, ricino), lignocellulosiche (canapa, canna comune), carboidrati (sorgo, barbabietola da zucchero) e tante altre colture > Marcello Ortenzi

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’assaggio delle olive da tavola

L’assaggio delle olive da tavola

Un libro che ci introduce alla degustazione delle olive da mensa, scritto da Roberto De Andreis, noto esperto di analisi sensoriale, fa parte del gruppo olive da tavola del Consiglio oleicolo internazionale. È inoltre presidente del Comitato Promotore Taggiasca Dop, nonché capo panel presso il Laboratorio chimico merceologico della Camera di Commercio Riviere di Liguria