Venerdì 20 Ottobre 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > saggi assaggi

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo

Maria Carla Squeo

Think green

L'Umbria è terra di grandi oli, e la denominazione di origine protetta regionale è la chiara dimostrazione di un grande lavoro, molto serio, che ha fatto perno, in tutti questi anni, sulla centralità del  territorio. Ma non è solo il territorio ad aver messo in evidenza l'imprenditoria di una regione, c'è anche la capacità di fare impresa, che ha permesso a tante aziende di imporsi sul mercato anche con oli extra regionali.

Ecco allora una azienda che ha saputo lavorare sulla materia prima olio da olive, e si è imposta sul mercato. attraverso

È suo olio extra vergine di oliva, il Think green 100% Italiano, che prendiamo in considerazione.

Giallo dai chiari riflessi oro e dalle sfumature verdi, si presenta limpido alla vista. Quando lo versiamo nel bicchiere dell'assaggio, cogliamo subito le sensazioni erbacee, i richiami alle erbe di campo e a una serie di note vegetali tipiche degli oli italiani, il sentore di carciofo in particolare.

E sempre la sensazione del carciofo si percepisce anche al gusto, mentre la sensazione che si prova immediatamente al palato è una certa morbidezza e armonia delle note amare e piccanti, tutto è ben dosato.

In chiusura, altra classica percezione di molti oli italiani, i classici toni mandorlati, oltre che una lieve punta piccante.

La nota rotonda e armonica, lo rendono particolarmente versatile e adatto a molteplici impieghi.

Maria Carla Squeo - 01-05-2017 - Tutti i diritti riservati

Maria Carla Squeo

Si è occupata di organizzazione di eventi, tra cui le edizioni del grande happening Olio Officina Food Festival a Milano, in qualità di assistente alla direzione e coordinatrice. Collabora con il progetto Olio Officina sin dal suo esordio nel novembre 2010.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Torta de aceite

Torta de aceite

Colazione con la celeberrima torta dell'azienda andalusa Inés Rosales. A base di olio da olive. Una delizia. L'avete mai provata? > Daniele Tirelli

GIRO WEB
Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

La genesi dell'oliva

In un video emozionale e insieme documentaristico l'azienda veneta Frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese, fa comprendere a chi non ha confidenza con il frutto dell'oliva, come si forma e si struttura il frutto ne corso dei mesi e come alla fine nasca l'olio extra vergine, quello a marchio Garda Dop Turri di varietà Casaliva

BIBLIOTECA OLEARIA
Oliva Ascolana del Piceno

Oliva Ascolana del Piceno

Un libro-manuale edito da Ascoliva, di cui sono autori Marino Felicioni, Leonardo Seghetti e Mario De Angelis, mette in evidenza un settore tra i meno conosciuti eppure di fondamentale importanza > Maria Carla Squeo