Lunedì 18 Giugno 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

piaceri > saggi assaggi

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo

Maria Carla Squeo

Think green

L'Umbria è terra di grandi oli, e la denominazione di origine protetta regionale è la chiara dimostrazione di un grande lavoro, molto serio, che ha fatto perno, in tutti questi anni, sulla centralità del  territorio. Ma non è solo il territorio ad aver messo in evidenza l'imprenditoria di una regione, c'è anche la capacità di fare impresa, che ha permesso a tante aziende di imporsi sul mercato anche con oli extra regionali.

Ecco allora una azienda che ha saputo lavorare sulla materia prima olio da olive, e si è imposta sul mercato. attraverso

È suo olio extra vergine di oliva, il Think green 100% Italiano, che prendiamo in considerazione.

Giallo dai chiari riflessi oro e dalle sfumature verdi, si presenta limpido alla vista. Quando lo versiamo nel bicchiere dell'assaggio, cogliamo subito le sensazioni erbacee, i richiami alle erbe di campo e a una serie di note vegetali tipiche degli oli italiani, il sentore di carciofo in particolare.

E sempre la sensazione del carciofo si percepisce anche al gusto, mentre la sensazione che si prova immediatamente al palato è una certa morbidezza e armonia delle note amare e piccanti, tutto è ben dosato.

In chiusura, altra classica percezione di molti oli italiani, i classici toni mandorlati, oltre che una lieve punta piccante.

La nota rotonda e armonica, lo rendono particolarmente versatile e adatto a molteplici impieghi.

Maria Carla Squeo - 01-05-2017 - Tutti i diritti riservati

Maria Carla Squeo

Si è occupata di organizzazione di eventi, tra cui le edizioni del grande happening Olio Officina Food Festival a Milano, in qualità di assistente alla direzione e coordinatrice. Collabora con il progetto Olio Officina sin dal suo esordio nel novembre 2010.

ULTIMI
DIXIT
RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Jambe de bois

Jambe de bois

È una birra belga tripla dagli aromi fruttati, velata alla vista, che si presenta con una base alcolica di otto gradi. L'abbiamo degustata per voi > Daniele Tirelli

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La qualità degli oli e l’innovazione sono vincenti

Quanto la Spagna olearia è più avanti dell’Italia? Intervista a Juan A. Peñamil Alba, editore di Mercacei e Olivatessen. Molti giovani produttori valorizzano oggi l’olio da olive attraverso un ottimo packaging, molto attrattivo

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese