Giovedì 19 Settembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > aceti

L’aceto tradizionale a OOF

Non solo olio. Due oxologi, Mario e Giorgio Gambigliani Zoccoli, saranno protagonisti a Olio Officina Festival, di due momenti di formazione di aceto Balsamico Tradizionale di Modena Dop. Lo si potrà apprezzare in purezza e in abbinamento gastronomico

OO M

L’aceto tradizionale a OOF

I Gambigliani Zoccoli sono titolari di una azienda agricola che produce aceto, e, in particolare Mario, è presidente del Consorzio Produttori Antiche Acetaie e dell’AED, Associazione Esperti Degustatori, sempre di ABTM.

Il loro intervento a Olio Officina Festival avverrà a nome della propria azienda e anche sotto le insegne dei due enti citati.

Il pubblico potrà così vedere da vicino le due bottiglie Giugiaro, obbligatorie per legge, ma soprattutto potranno degustare il prezioso aceto.

Per quanto concerne la forma della bottiglia, questa è obbligatoria per legge proprio perché identifica il prodotto, al pari tanto per fare un esempio della scritta “Parmigiano Reggiano” presente sullo scalzo delle forme di formaggio

"Ho pensato di proporre il prodotto sia in purezza, sia in abbinamento gastronomico, con ricotta e due tipi di frittate con le verdure”, spiega Mario Gambigliani Zoccoli. Ma ecco il loro racconto per spiegare cosa si intenda per aceto balsamico tradizionale di Modena Dop.
 


COSA SAPPIAMO DELL’ACETO BALSAMICO TRADIZIONALE DI MODENA DOP

L’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP -   A  B  T  M - è ottenuto da mosto d’uva cotto, maturato per lenta acetificazione, derivata da naturale fermentazione e progressiva concentrazione, mediante lunghissimo invecchiamento in serie di vaselli (botticelle) di legni diversi.

Di colore bruno scuro carico e lucente, manifesta la propria densità in una corretta, scorrevole sciropposità. All’assaggio ha profumo caratteristico e complesso, penetrante, di evidente, ma gradevole ed armonica acidità.

Di tradizionale ed inimitabile sapore, dolce ed agro ben equilibrato, sapido con sfumature vellutate. In un’unica bottiglia, obbligatoria per legge, nei due differenti invecchiamenti.
Nella capsula avorio l'ABTM invecchiato minimo 12 anni.
Nella capsula oro l'ABTM extra vecchio, invecchiato oltre 25 anni.

COME SI DEGUSTA

Si versano sul cucchiaino 15/20 gocce mettetele in bocca e distribuite bene sulla lingua.

Si chiudono gli occhi. Si inspira un filo di aria e si iniziano ad assaporare aromi e sapori che derivano dalle uve tipiche modenesi - trebbiano e lambrusco - dal mix delle essenze dei legni delle botti - rovere, castagno, gelso, ciliegio e ginepro - e dal prolungato passare del tempo.


DA QUALE ACETO SI INIZIA CON LA DEGUSTAZIONE
Si inizia con il prodotto ABTM Extra Vecchio – Capsula Oro -
in quanto, per il lunghissimo invecchiamento, si presenta, al palato, con una maggior armonia tra le note dolci-aromatiche e quelle acetiche.
Si prosegue con il prodotto ABTM – Capsula Avorio - in quanto, il minor invecchiamento lo rende più vivace esaltando l’acidità e gli aromi delle uve e dei legni.
 

OO M - 31-01-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

L'azienda, di Peschiera del Garda, nel Veneto veronese, opera sia nell'area gardesana, sia in Valpolicella. Nei suoi 75 ettari produce vini di qualità nel rispetto del territorio e valorizzando i vitigni autoctoni. Quello in degustazione,  da uve Corvina Veronese, Rondinella e Corvinone, è un rosso rubino, con note di frutta matura, molto balsamico, e che con l’ossigenazione evolve allo speziato > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

Avete mai sentito parlare di "ricette oliocentriche"? Si parte dalla materia prima olio e a partire da questa si scelgono gli altri ingredienti per giungere alla costruzione di una ricetta. Ecco allora una pratica dimostrazione con la chef Sara Latagliata. La ricetta è stata realizzata per il numero 9 di OOF International Magazine

EXTRA MOENIA
Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Novità di prodotto. Si amplia la gamma della Famiglia Mela di Imperia. Si tratta di un monocultivar Taggiasca che arricchisce l’ampia offerta di produzioni della nota azienda ligure. Si presenta con un abbigliaggio in chiave moderna, in linea con le esigenze di bellezza e bontà proprie del pubblico dei millenials

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Aurevo. L’olio al centro delle attenzioni

È una delle tre proposte ristorative presenti all’interno del Palazzo di Varignana. Per chi ha piacere di andarci, è possibile degustare tutti gli oli prodotti nelle tenute di Agrivar a Castel San Pietro Terme, sui colli bolognesi. Il contesto è unico e ha due anime: è un resort e insieme una azienda agricola con oltre 200 ettari. L’intervista a Eleonora Berardi, nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione. Tre i punti di forza: legame con il territorio, storia e tradizione

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo