26 Gennaio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > ambiente

Migliorare suolo e clima, effetti dell’economia circolare

Un gruppo operativo emiliano ha avviato nell’ambito del Psr un impianto di biogas che riutilizza gli scarti agro-zootecnici ai fini della produzione di digestato. Le biomasse diventano materia prima indispensabile nella strategia energetica e climatica per raggiungere gli obiettivi delle direttive europei al 2030

Marcello Ortenzi

Migliorare suolo e clima, effetti dell’economia circolare

La ricerca nelle Regioni nel settore del biogas/biometano sta aumentando in rilevanza strategica considerando gli studi condotti sull'upgrading del biogas a biometano liquido, di alto interesse nell’ambito energetico. 

L'economia circolare è ormai la strategia di punta per ottenere risultati sulla difesa ambientale e climatica che possano essere replicabili in vari territori. Le biomasse, in quest’ambito, diventano materia prima indispensabile nella strategia energetica e climatica per raggiungere gli obiettivi delle direttive europei al 2030. 

Il comparto dei residui e sottoprodotti agricoli forestali e la valorizzazione delle colture no food da destinare alla produzione di bioenergie, rappresenta una grande opportunità per produrre gas rinnovabile e un’occasione per l'agricoltura per proseguire il percorso di efficientamento dei processi produttivi e di riduzione dei costi di produzione.

La Regione Emilia Romagna con il progetto "Digestato_100%" finanziato dal PSR, Misura 16, utilizza il digestato ai fini del sequestro del carbonio nel suolo, uno degli elementi cardine del modello “Biogas Fatto Bene”. 

È stato messo a punto e validato un sistema integrato innovativo di impiego del digestato in fertirrigazione, utilizzando quello ottenuto da colture vegetali ed effluenti zootecnici, che rappresentano la tipologia più importante in termini di quantità disponibili sul territorio. L’insieme tende a separare in un sistema solido-liquido, seguita dalla microfiltrazione e dall'impiego del digestato microfiltrato in fertirrigazione, per mezzo di ali gocciolanti. 

Questo sistema valorizza la frazione chiarificata del digestato permettendo di ottenere elevata efficienza dell'azoto distribuito, riducendo le emissioni in aria di ammoniaca, odori e gas serra. In questo modo si può estendere il periodo di utilizzo agronomico del digestato e ridurre/ azzerare l'impiego dei concimi di sintesi. 

Le applicazioni del progetto hanno consentito di raggiungere produttività elevate riducendo gli input esterni; inoltre tale tecnica, oltre a un ridotto consumo energetico rispetto all'irrigazione tradizionale, consente benefici anche per il suolo, poiché evita il compattamento. 

In sostanza l'utilizzo efficiente del digestato consente di ottimizzare i bilanci di fertilizzazione e l'apporto di sostanza organica è elemento decisivo per la conservazione e l'incremento della fertilità, quindi, della capacità produttiva dell'azienda stessa. 

 

 

La foto di apertura è di Olio Officina

Marcello Ortenzi - 29-12-2019 - Tutti i diritti riservati

Marcello Ortenzi

Nato a Roma, dove risiede, si è laureato in Economia e Commercio nell’Università "la Sapienza", con una tesi in Politica agraria sugli interventi per le aree interne e montane risiede nella capitale. Si è occupato di progettazione industriale e di comunità montane, partecipando a un gruppo di lavoro dell’Uncem Lazio per la preparazione di una legge regionale sugli enti montani. Ha collaborato inoltre con l’Istituto di studi sulle Regioni del CNR, elaborando alcune annate di analisi dei bilanci regionali. E’ stato funzionario della Regione Toscana nell’ufficio di Presidenza a Roma, e ora si occupa dell’utilizzazione delle biomasse nei settori energia ed industria con l’Italian Biomass Association (Itabia), associazione scientifica con sede in Roma, curando specialmente gli aspetti normativi e la divulgazione dei risultati delle attività. Collabora dal 1989 con alcune riviste agricole, occupandosi specialmente di castanicoltura e fibre vegetali, e redige inoltre un bollettino di lavori parlamentari on line sui temi agroforestali ed energetici.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Sagrantino Docg 2016, esame positivo della commissione esterna

Sagrantino Docg 2016, esame positivo della commissione esterna

A Montefalco si prepara l’”Anteprima Sagrantino” con le varie degustazioni tecniche. A febbraio l’evento organizzato dal Consorzio Vini > Marcello Ortenzi

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull'olio

Tutto sull'olio

Il titolo è alquanto eloquente, nondimeno il sottotitolo: "Guida essenziale alla conoscenza
e all’utilizzo degli extra vergini a tavola e in cucina". Ne è autore l'oleologo Francesco Caricato, direttore del centro culturale Casa dell'Olivo