Giovedì 25 Aprile 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > economia

L'olio ligure punta sul futuro

Grandi novità per l’olio Dop Riviera Ligure e una conferma. Si mettono le basi per avvicinare la campagna record del 2015/2016 e si aprono nel contempo nuovi mercati per i soci del consorzio di tutela. È stato tra l'altro avviato l’iter per vendere il prodotto anche in lattine e recipienti in ceramica. E è stato confermato Carlo Siffredi alla presidenza

OO M

L'olio ligure punta sul futuro

L’Assemblea del Consorzio di Tutela dell’Olio Dop Riviera Ligure – che ha confermato Carlo Siffredi alla presidenza – ha approvato il bilancio con un utile di poco superiore ai due mila euro e analizzato i dati operativi oltre metà marzo.

Numeri convincenti

I numeri al 19 marzo confermano che le olive immesse nel sistema di controllo sono state 36.000 quintali e l’olio DOP potrebbe arrivare a sfiorare i 6.900 quintali ad un soffio dal livello della campagna 2015/2016 quando si superarono i 7.100 quintali. 

“ Puntiamo a migliorare il risultato della campagna olivicola 2017/2018 che si è chiusa con un prodotto certificato pari a 4.590 quintali – commenta il presidente Carlo Siffredi -. Un campagna dove sono stati depositati 533 contratti del Patto di Filiera e durante la quale abbiamo garantito prezzi sostenibili per gli olivicoltori per competere con successo sul mercato”.

Vi è un mercato che potrebbe ampliarsi, con nuove modalità di confezionamento

“L’opportunità di consentire agli operatori di confezionare l’olio extra vergine di oliva DOP Riviera Ligure non solamente in recipienti di vetro ma anche in recipienti di metallo e ceramica – sottolinea Carlo Siffredi – permette di venire incontro alla richiesta di tanti turisti che, ad esempio, hanno difficoltà a imbarcarlo in aereo. Eravamo probabilmente gli ultimi ad avere questo vincolo: quando l’iter sarà approvato dal Ministero, le nostre aziende potranno differenziare l’offerta in modo concreto”. 

Programmare il futuro, migliorando continuamente la reputazione

Non solo numeri approvati all’assemblea del Consorzio. C’era da analizzare tutto quanto fatto fino ad oggi e pianificare il futuro. 
“Con la creazione di eventi, la partecipazione a fiere, la realizzazione di laboratori nelle scuole, lo sviluppo di incontri con i ristoratori – continua il presidente del Consorzio di Tutela – il nostro obiettivo continuo è migliorare la reputazione di questo territorio, delle sue aziende, del prodotto che realizzano. In assemblea ci è stato chiesto di comunicare meglio e di più la fatica che c’è dietro questo prodotto, l’orgoglio degli imprenditori: lo faremo nei prossimi mesi con un grande evento su tutto il territorio ligure”. 

La promozione, sempre

Un anno di promozione realizzato a tutti i livelli: dal Campionato Mondiale del Pesto alla partecipazione a RISTOREXPO, dai show cooking alle trasmissione televisive anche a livello nazionale. Una promozione fatta in rete anche con il Consorzio di Tutela del Basilico Genovese DOP e l’Enoteca Regionale della Liguria. 

Il nuovo CdA si è insediato con altri quattro obiettivi ben precisi

“ Nella progettazione dei prossimi Patti di Filiera dovrà essere inserita la soglia minima di prezzo di acquisto delle olive al di sotto della quale, anche in presenza di rese basse in olio, non si possa scendere – conclude il presidente del Consorzio di Tutela dell’Olio Dop Riviera Ligure Carlo Siffredi. Con il nuovo soggetto che presenterà il nuovo Piano di Controllo vogliamo puntare sulla digitalizzazione delle informazioni e la semplificazione delle procedure, con tariffe che non penalizzino le imprese. Proseguiremo l’impegno per ottenere la Dop per l’oliva Taggiasca. Svilupperemo ulteriormente le attività di promozione per avvicinare nuovi mercati e consumatori”.

 

Si ringrazia, per la notizia e per le foto, Ottavio Traverso

 



OO M - 26-03-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana: Schiava 2017, di Tiefenbruner

Il vino della settimana: Schiava 2017, di Tiefenbruner

Un vino alto atesino di una storica azienda attiva sin dal 1675, ottenuto da un vitigno autoctono di grande qualità che andrebbe rivalutato. Le prime sensazioni sono di frutta rossa matura, leggermente speziato, pepe bianco, lampone, fragoline di bosco, prugna con note balsamiche > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
Costolette d'agnello irlandese con salsa di prezzemolo e timo

Costolette d'agnello irlandese con salsa di prezzemolo e timo

La Pasqua si avvicina e non ci si può sottrarre alle consuetudini. Questa volta l'Irlanda, attraverso Bord Bia, viene da noi, con una ricetta in cui tra l'altro anche l'olio extra vergine di oliva è presente. Tanti gli ingredienti, ma la carne, quella proposta in questa preparazione, è rigorosamente Irish, da animali allevati secondo la più autentica tradizione irlandese e che pascolano in piena libertà, alimentandosi per oltre l’80 per cento di erba fresca

EXTRA MOENIA
Unire le varietà per dare vita al nuovo. Torna il concorso Carapelli For Art

Unire le varietà per dare vita al nuovo. Torna il concorso Carapelli For Art

È stato presentato in occasione del World Art Day, lo scorso 15 aprile, la seconda edizione del premio internazionale per le arti visive. Al centro, il legame perfetto tra la maestria del brand nell’esaltare le diverse varietà di olivi che danno luogo ai diversi oli da olive e la capacità dell’arte di armonizzare le diversità di pensiero, forma e materia

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’assaggio delle olive da tavola

L’assaggio delle olive da tavola

Un libro che ci introduce alla degustazione delle olive da mensa, scritto da Roberto De Andreis, noto esperto di analisi sensoriale, fa parte del gruppo olive da tavola del Consiglio oleicolo internazionale. È inoltre presidente del Comitato Promotore Taggiasca Dop, nonché capo panel presso il Laboratorio chimico merceologico della Camera di Commercio Riviere di Liguria

VISIONI

Il mondo è un bellissimo posto / per nascere

Lawrence Ferlinghetti