Giovedì 22 Giugno 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > economia

La Cina oliandola

La rassegna stampa internazionale. Anche in Paesi fino a ieri non associabili a una coltivazione tipicamente mediterranea, si va sviluppando ormai una olivicoltura per ora allo stadio primordiale. La superficie stimata coperta da ulivi in Cina è tra i 60 e gli 80 mila ettari, mentre la produzione si aggira sulle 6 mila tonnellate. A oggi, secondo quanto si legge su Mercacei, sono state sperimentate 30 diverse cultivar

Mariangela Molinari

La Cina oliandola

Un rapido sguardo alla stampa degli ultimi giorni, ci porta a un’interessante notizia pubblicata da Mercacei, che punta i riflettori sullo sviluppo del settore oliandolo in Cina, che ha permesso a più di 3.200 famiglie di migliorare il proprio livello di vita.

Il progetto più significativo e di maggiori dimensioni è stato avviato già dal 2010 da Mianning Agriculture Technology.
In un’intervista esclusiva al magazine spagnolo, il suo direttore agricolo Xavier Marqués sottolinea come la produzione locale possa essere considerata, anche per motivi ecologici, l’unica strategia vincente a lungo termine. Non per nulla è previsto l’impianto di 60 milioni di ulivi nei prossimi dieci anni, nelle regioni del Sichuan e Shanxi, le più adatte a questo tipo di coltivazione dal punto di vista climatico.

Attualmente, per quanto sia difficile fornire dati precisi, la superficie stimata coperta da ulivi in Cina è tra i 60mila e gli 80mila ettari, mentre la produzione si aggira sulle 6mila tonnellate. A oggi sono state sperimentate 30 diverse varietà di ulivo. Al momento, a comportarsi meglio sono state quelle precoci, adatte alla coltivazione meccanizzata, come la arbequina, la koroneki e la arbosana.

Ritornando invece in Europa, su Olimerca troviamo la segnalazione della nuova gamma lanciata del produttore di gelati Ibense Bornay, realizzata con olio di oliva e ingredienti vegetali, e adatta, quindi, a vegani, vegetariani e intolleranti al lattosio, e con tanto di certificazione Halal.
Disponibile per ora nei gusti cioccolato, mandorle e vaniglia macadamia, la linea è il frutto di anni di ricerca da parte del produttore di Jerez de la Frontera e intende proporre un concetto nuovo e per certi aspetti rivoluzionario di gelato, più sano ed equilibrato dal punto di vista nutrizionale, che punta a conquistare anche il mercato internazionale.

 

 

La foto di apertura è di Luigi Caricato

Mariangela Molinari - 30-05-2017 - Tutti i diritti riservati

Mariangela Molinari

Giornalista professionista, vive e lavora a Piacenza. Ha studiato lingua e letteratura tedesca presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore e verde ornamentale e tutela del paesaggio presso la Facoltà di Agraria dell'Università di Bologna. Si occupa da tempo di alimentazione, ospitalità, giardini e ambiente, collaborando con varie testate specializzate. Per Terre di mezzo Editore ha pubblicato I trucchi del birraio. Manuale pratico per fare la birra perfetta (2014) e Olio di palma. La verità sull'ingrediente che ha invaso le nostre tavole (2016).

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Tofu grigliato su crema di melanzane, cipolla egiziana ligure e fantasia dell’orto

Tofu grigliato su crema di melanzane, cipolla egiziana ligure e fantasia dell’orto

Non c'è più la cucina di una volta. Ora, oltre alla bontà e biodiversità delle materie prime, c'è anche un componente principale da non trascurare: la fantasia. Viene prima questa, infatti, e solo in un secondo momento tutto il resto. Tra gli ingredienti, vi sono pure i fiori eduli > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Festival dei Due Mondi di Spoleto. L’investimento nella cultura si ripaga

Festival dei Due Mondi di Spoleto. L’investimento nella cultura si ripaga

Il mecenatismo d’impresa secondo l'imprenditrice della nota casa olearia umbra. "Sono convinta - precisa Maria Flora Monini - che per un imprenditore che vive oggi in un Paese come l’Italia, esista il dovere morale di contribuire alla preservazione e diffusione di quello che è un patrimonio culturale immenso, fondamentale risorsa economica per la nostra nazione, soprattutto in un momento difficile come quello che stiamo vivendo"

GIRO WEB
Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

Luigi Caricato racconta Wooe 2017

L'esperienza del direttore di Olio Officina Magazine intorno alla sesta edizione del World Olive Oil Exhibition che si è svolto lo scorso marzo a Madrid

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine, in libreria e su abbonamento

OOF International Magazine, in libreria e su abbonamento

Il primo numero è disponibile da giugno nelle librerie, ma è anche possibile abbonarsi al trimestrale edito da Olio Officina. C'è grande fermento culturale, il primo numero, in edizione bilingue italiano/inglese, è dedicato al packaging: la rivoluzione silenziosa