Lunedì 24 Settembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > formazione

Il Dop Riviera Ligure a scuola

Cultura e approccio professionale nella didattica dei giovani studenti, una iniziativa lanciata e promossa dal Consorzio di tutela dell'olio a denominazione di origine omonimo. Si stanno rivelando un successo i laboratori organizzati nell'ambio degli istituti alberghieri

OO M

Il Dop Riviera Ligure a scuola

Quando ci si impegna con grande applicazione, i risultati arrivano. A dimostrarlo una nota stampa diffusa dal Consorzio di Tutela dell’olio extravergine Dop Riviera Ligure, che riportiamo di seguito. Non è una iniziativa tra le tante, ma è la iniziativa più riuscita che si possa immaginare tra le tante possibili e immaginabili. Anche perché - occorre riconoscerlo - la formazione è importante e fondamentale, soprattutto in certe scuole, quelle alberghiere, paradossalmente trascurate anche dalle stesse imprese, quando invece andrebbero sostenute e aiutate concretamente.

Entra nel vivo il progetto di tutela e valorizzazione dell’eccellenza olearia a Denominazione di origine protetta “Riviera Ligure” promosso dal Consorzio di Tutela dell’olio extra vergine Dop negli Istituti Alberghieri di Liguria e Piemonte. Ottanta laboratori formativi, per i giovani studenti, che introducono alla cultura, alla conoscenza e all'assaggio dell’olio extravergine di oliva Dop Riviera Ligure nelle sue tre declinazioni territoriali: Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese e Riviera di Levante. Per trasmettere alle nuove generazioni l’eredità di conoscenze e di sapori simbolo di un’intera regione, le lezioni saranno condotte attraverso video e slideshow accompagnati da un insegnamento pratico sulla tecnica di assaggio, sull’avvicinamento al riconoscimento delle caratteristiche organolettiche di un olio di oliva, sull’individuazione di potenziali difetti. Un approccio pratico, efficace per gli studenti, e soprattutto in relazione alla missione del Consorzio di valorizzare un prodotto certificato e garantito.

"Una filiera, quella dell’olio certificato Dop Riviera Ligure, che intende rinnovare la consapevolezza tra chi un domani sarà protagonista del comparto della ristorazione o della futura preparazione alimentare on demand e di mille altre possibili applicazioni nel settore. E lo sarà sia nella regione di origine dell’olio Dop Riviera Ligure così come in Piemonte, regione da sempre vocata alla richiesta di olio extravergine d’oliva della Liguria. Il futuro dei giovani occupati nel comparto Ho.Re.Ca. potrebbe comprendere anche esperienze all’estero, a cui questi corsi di formazione potrebbero donare autentici nuovi ambasciatori dell’eccellenza ligure" afferma il Presidente Carlo Siffredi.

Ad oggi le attività hanno riguardati 20 laboratori che entro maggio diventeranno 80, in 18 istituti alberghieri delle due regioni. Ad aprire il programma in Liguria, l’Istituto Alberghiero Casini di La Spezia, il Ruffini-Aicardi di Arma di Taggia, mentre in Piemonte il Giolitti di Torino, il Prever di Pinerolo, il Beccari di Torino e il Maggia di Stresa. Entusiaste le prime reazioni tra cui quella del prof. Gagliardi di Torino: “un laboratorio davvero interessante: difficile vedere i ragazzi coinvolti ed entusiasti e relatori così professionali”.
Le lezioni sono tenute da esperti assaggiatori che sono anche produttori di olio extra vergine di oliva affinché sia la voce di chi vive realmente la filiera a comunicare l'importanza per il territorio di questa produzione e quindi il valore di una scelta consapevole che ha ricadute positive per tutta la regione sui tre grandi pilastri: sociale, ambientale ed economico. Molto gradita anche la consegna ad ogni allievo del “Kit didattico”, all’interno del quale spicca il “Manuale dell'olio Dop Riviera Ligure”, una guida scritta da Luigi Caricato con il coordinamento scientifico ed editoriale della Fondazione Qualivita, impegnata anche nella realizzazione stessa dei materiali didattici per la lezione.

Un’azione culturale e formativa per offrire alle nuove generazioni nuove opportunità di crescita anche professionale che è stata realizzata da Consorzio di tutela nel quadro e con il supporto finanziario del PSR Liguria 2014/2020 “L’Europa investe nelle zone rurali”.

 

Le foto e il testo della nota stampa sono del Consorzio di tutela dell'olio Dop Riviera Ligure

OO M - 22-02-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
I pizzaioli di Apes protagonisti al Padova Pizza Festival

I pizzaioli di Apes protagonisti al Padova Pizza Festival

Nell’ambito della sedicesima edizione di Tecnobar&Food si svolge anche il congresso nazionale e si assegna il Premio Pizzastar, Pizzaiolo dell’anno 2018. Un ricco programma, dal 6 al 9 ottobre, con spazio anche all’olio, con "Oro Verde: il valore aggiunto. Sodalizio tra olio da olive e glutenfree", "L’olio da olive nei bar, ristoranti, pizzerie" e "OMS: bollino nero sull’oro verde. Il punto della situazione", in collaborazione con Olio Officina

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La Dieta Mediterranea e l’olio da olive

Intervista a Evelina Flachi, specialista in Scienza dell’alimentazione e nutrizionista. Per una vita sana è necessario scegliere i giusti alimenti. Un buon condimento è fondamentale. L’olio extra vergine di oliva è un buon punto di partenza. In dosi moderate fa la differenza

BIBLIOTECA OLEARIA
Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Anche se vi sono in commercio altre pubblicazioni analoghe in cui si segnalano i migliori extra vergini, nessuna finora ha raggiunto i medesimi livelli di qualità e stile. Primo valore con cui si contraddistingue: la trasparenza. Non meno importante è anche la grafica con cui è stata confezionata. Non poteva essere diversamente, con una guida che propone non una quantità smodata di oli, ma solo i migliori cento > Luigi Caricato