Lunedì 25 Maggio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > formazione

Non abbiate paura dei reflui

Al Simei un workshop dedicato a ciò che resta della estrazione dell’olio dalle olive: sansa e acqua di vegetazione sono risorse importanti. Un corretta gestione dei reflui serve per fare di un problema una opportunità

OO M

Non abbiate paura dei reflui

L’appuntamento è per martedì 3 novembre 2015, alle ore 14.30. A Milano-Rho Firera, nell’ambito del Simei. Il tema è molto attuale, anche perché dopo anni in cui si sono sottovalutati i residui della lavorazione delle olive, è il caso di capiure quale sia lo stato dell’arte e in che direzione si sta andando.

Di cosa si tratta, dunque: di rifiuto da gestire o di un tesoretto che permette di conseguire lauti guadagni? I reflui e i residui di lavorazione comportano una serie di problematiche da dover affrontare in maniera attenta, senza incorrere in sanzioni e senza sopportare alti costi di smaltimento. E’ possibile che con i residui della lavorazione delle olive si possa anche guadagnare?

Moderatore dell’incontro è Luigi Caricato, direttore Olio Officina, e intervengono il professor Vincenzo Chiofalo, dell’Università di Messina, sul tema “Applicazione di processi innovativi per la valorizzazione dei prodotti e dei sottoprodotti della filiera olivicola per l’industria mangimista”, e, a seguire, Pasquale Consoli, dell’Oleificio Consoli, su “Opportunità di reddito per un’azienda olearia: dall’utilizzo della sansa di oliva denocciolata in alimentazione animale all’estrazione di polifenoli dalle acque di vegetazione per ottenere ingredienti attivi da inserire nel settore dell’integrazione alimentare, cosmetico e alimentare”.

L’ingresso è libero. Per iscriversi al workshop sui frantoi inviate una mail specificando workshop frantoi all’indirizzo redazione@olioofficina.it

 

OO M - 26-10-2015 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il Casa Coricelli 100% italiano

Il Casa Coricelli 100% italiano

Il punto di forza e di novità è nella tracciabilità certificata, ben evidenziata in etichetta. Il numero di lotto rimanda a una materia prima pugliese, e in particolare proveniente dalle province di Taranto e Brindisi. Sapidità, armonia, morbidezza, una nota dolce persistente al primo impatto, il gusto che ricorda il carciofo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Ricetta d’autore: Budino di pane al cioccolato con zuppa di fragole, menta e olio extra vergine di oliva

Marisa Iocco, chef e patron di Spiga Ristorante a Boston, ci propone un dolce tipicamente americano, molto popolare e ormai ritenuto così familiare da non poterlo togliere dal menu, per quanto è richiesto. Lo stesso dolce è stato proposto in occasione del progetto di comunicazione e formazione che si è tenuto a fine 2019 a Boston, Providence e New York, organizzato dai consorzi di qualità degli oli extra vergini di oliva Ceq Italia e, per la Spagna, da QvExtra! con il supporto dell’Unione europea

EXTRA MOENIA
Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

Ecco il miglior Aceto Balsamico di Modena Igp

L’organizzazione tedesca Stiftung Warentest, nota per la propria indipendenza e imparzialità, ha reso noto, attraverso le pagine della sua rivista Test, i risultati di una serie di analisi effettuate su ben 19 aceti balsamici di Modena. A guadagnare il più alto gradino sul podio è stato l’Igp “5 Grappoli invecchiato” dell’Acetaia Giuseppe Cremonini di Spilamberto

GIRO WEB
Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Una piattaforma per cercare manodopera nei campi

Si chiama “Lavora con agricoltori italiani” ed è una iniziativa di Cia-Agricoltori Italiani. Si tratta, per l'esattezza, di un portale di intermediazione per mettere in contatto lavoratori e aziende agricole. Ora però si attendono misure concrete da parte delle Istituzioni, la mancanza di manodopera desta non poche preoccupazioni

OO VIDEO

Il sottocosto dell’olio extra vergine di oliva

È un approccio commerciale decisamente sbagliato, perché non attribuisce il reale valore a un olio che vanta invece grandi meriti nutrizionali, salutistici e perfino edonistici. Ne abbiamo parlato con Andrea Carrassi, direttore generale di Assitol, organizzazione da tempo impegnata a contrastare pratiche commerciali che sviliscono un prodotto di alto valore

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Tutto sull’olio. Una guida essenziale

Non tutti gli italiani conoscono l'olio extra vergine di oliva. Lo consumano, certo, ma ne ignorano la natura e il valore. Lo si vede da come acquistano l’olio al supermercato, scegliendo sempre quello in offerta al prezzo più stracciato. Ecco allora un utile strumento per acquisire le giuste conoscenze e imparare a impiegare al meglio tutti gli extra vergini > Silvia Ruggieri