Martedì 11 Dicembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

A Milano c’è Follow Artù, gli stati generali della ristorazione ragionevole

Al Palazzo delle Stelline, nei giorni martedì 3 e mercoledì 4 ottobre 2017, Artù Magazine riunisce i rappresentanti di punta del settore per fare il punto sullo stato dell’arte dell’offerta, mettendo al primo posto i contenuti. Tanti gli appuntamenti, su cultura delle tecniche; sala, gestione e attenzione del cliente; su formazione, valore delle materie prime alimentari, sui new concept nella ristorazione; sui prodotti freschi, surgelatri, asteriscati; un focus sul vino e su come evolve l’offerta dei mercati, e tanto altro ancora. Intorno all’olio la presenza di Luigi Caricato per Olio Officina

OO M

A Milano c’è Follow Artù, gli stati generali della ristorazione ragionevole

Presentiamo, a beneficio dei lettori di Olio Officina Magazine, il programma (in questo momento prvvisorio) di Follow Artù, un grande momento di confronto, discussione e visibilità sui temi più attuali che toccano la ristorazione contemporanea, a partire dalla necessità di “ragionevolezza”, uno dei cavalli di battaglia dei contenuti di Artù, la rivista diretta da Alberto P. Schieppati, pubblicata dalla casa editrice milanese Edifis.

 

IL PROGRAMMA

 

Martedì 3 Ottobre alle ore 10.00-13.00 - SALA LEONARDO

LA RAGIONEVOLEZZA NELLA RISTORAZIONE

 

Moderatore: Alberto P. Schieppati, Direttore editoriale Artù
(La ragionevolezza secondo Artù)

 

Saluti: Lino Stoppani, Presidente FIPE

 

-Il valore dell’esempio, Gualtiero Marchesi, Cuoco, Milano

- La mia cucina immediata, Andrea Berton, Chef, Milano

-Bisogno di concretezza, Paolo Teverini, Chef, Bagno di Romagna

-Il coraggio è fondamentale, Philippe Leveillé, Chef Miramonti L’altro, Concesio

-Riposizionarsi, con ragionevolezza, Gianni D’Amato, Chef, Caffè Arti e mestieri, Reggio E.

 

Coffee break 11.30-11.45

 

-Saper comunicare il valore, Claudio Sadler, Chef, Presidente Le Soste

-Che cosa vuole il cliente gourmet, Famiglia Cerea, Da Vittorio, Brusaporto

-La passione è molto ragionevole!, Mauro Elli, Chef Cantuccio Albavilla

-Avanguardia e ragionevolezza, Luigi Taglienti, Chef Lume, Milano

-L’esperienza delle Soste, Prof. Costantino Cipolla, Università di Bologna

- Protagonismo e umiltà vanno d’accordo?, Dany Stauffacher, Sapori Ticino

 

Martedì 3 ottobre alle ore 14.00-15.30 – SALA CHAGALL

CULTURA DELLE TECNICHE

 

Moderatore: Maurizio Di Dio, Giornalista, esperto di comunicazione

 

-Cucina molecolare, materie e tecniche. Ettore Bocchia, Chef Mistral, Bellagio

-Eccessi e limiti, Daniel Facen, Chef Anteprima, Chiuduno

-Non c’è passione senza tecnica. Sonia Re, APCI

-Sperimentare, ma con giudizio, Fabio Tacchella, Chef Nazionale Italiana Cuochi

-Prima l’ingrediente o la tecnica? Tano Simonato, Chef Tano passami l’olio, Milano

-Tecnica sì, tecnicismi no, Leandro Luppi, Chef Vecchia Malcesine

 

Coffee break 15.30-15.45

 

Martedì 3 Ottobre alle ore 14.00-15.30 – SALA SOLARI

LA SALA, GESTIONE E ATTENZIONE AL CLIENTE

 

Moderatore: Stefano Bonini, partner, Trade Mark Italia

 

-La sala elemento fondamentale del successo, Marco Reitano, Noi di Sala, presidente

-Essere maestri dell’ospitalità, Antonio Santini, Patron Dal Pescatore, Canneto sull’Oglio, Vicepresidente Le Soste

-Siamo tutti camerieri? Alberto Tasinato, Restaurant manager, Seta, Mandarin, Milano

-L’eleganza e lo stile, Tani Nardi, General Manager Hotel de la Ville, Small Luxury Hotels of the word, Monza

-Quando la sala è stellata, Nicola Ultimo, Restaurant manager VUN, Park Hyatt,Milano

-Gestire la sala al Grand Hotel, Carlo Pierato, Restaurant manager Villa Serbelloni, Bellagio

-Nel servizio ci vuole stile, Valerio Beltrami, Presidente Amira

-Sinergia fra sala e cucina: le motivazioni, Oscar Cavallera, Master Consulting

 


Coffee break 15.30-15.45

 

 

Martedì 3 ottobre alle ore 15.45-17.30 – SALA BRAMANTE

VINO E MERCATI COME EVOLVE L’OFFERTA

 

Moderatore: Antonello Maietta, Presidente Nazionale AIS

 

-Lombardia, terra vocata per la sommellerie, Fiorenzo Detti, Presidente AIS Lombardia

-Comunicare il vino in chiave moderna, Fabio Piccoli, Wine Meridian, Verona

- Il vino italiano nel mercato globale, Roberta De Sanctis, SDA Bocconi School of Management, Milano

- La carta del bistellato, Nicola Dell’Agnolo, Sommelier Aimo & Nadia, Milano

- La sommellerie come missione, Nicola Bonera, AIS, Miglior Sommelier d’Italia 2010, Consigliere Lombardia

- Il vino, terreno fertile per start up, Andrea Antinori, Winelivery, Cofondatore e marketing manager

-Commercializzare il vino, Michele Rimpici, Head Wine Buyer, SignorVino

 

 

FINE GIORNATA

 

 

RAGIONARE SULLA FORMAZIONE

Martedì 3 ottobre alle ore 15.45-17.30 – SALA LEONARDO

 

Moderatore: Alberto P. Schieppati, Artù

 

- La motivazione elemento fondamentale, Massimo Spigaroli, Chef, Antica Corte Pallavicina, Polesine P.se

- Scuola alberghiera area di parcheggio?, Prof.ssa Antonella Colombo, Centro Formazione professionale, Monte Olimpino
spig

-I cuochi sono i primi formatori, Giovanni Guadagno, FIC, Federazione Italiana Cuochi

-La formazione professionale secondo Fipe, Silvio Moretti, Direttore relazioni Sindacali FIPE

- I giovani, questi sconosciuti, Beppe Francese, Imprenditore della ristorazione, Asti

 

FINE GIORNATA

 

Mercoledì 4 ottobre alle ore 14.00-15.30 –SALA BRAMANTE

AL RISTORANTE O IN ALBERGO?

 

Moderatore: Alberto Schieppati, Artù e Stefano Bonini, Trademark Italia

 

-L’ offerta luxury passa per gli chef, Ezio Indiani, General Manager Principe di Savoia, Milano

-L’emozione nel piatto stellato, Andrea Aprea, Chef VUN,Park Hyatt, Milano

-Dividersi fra due grandi realtà, Vito Mollica, Chef Four Seasons, Milano, Firenze

-Restaurant d’hotel, stile e linee di cucina, Giorgio Chiesa, Le chiavi d’oro, Imprenditore dell’ospitalità

-L’incontro fra il dormire bene e il mangiare bene, Charlotte Droulers, Chȃteaux &Hȏtels Collection

-Alta cucina nel Resort, Enrico Derflingher, Presidente Eurotoques International, Chef Casta Diva Como

-L’albergo in cerca della nuova dimensione, Ovidio Mugnai, Presidente Unione Buon Ricordo, Albergatore

-Ospitalità e lifestyle, Gianluca Fabiani, Imprenditore, Castello di Velona, Montalcino

-Se l’albergo in Riviera richiama il gourmet, Graziano Duca, Chef GH Bristol, Rapallo

 

 

Mercoledì 4 ottobre alle ore 10.00-13.00 – SALA LEONARDO

LA MATERIA PRIMA, SOPRA TUTTO

 

Moderatori: Alberto Schieppati, Artù, e Elio Ghisalberti, Food Hunter, giornalista

 

-Il Maestro nella selezione della materia, Aimo Moroni, Aimo & Nadia, Mi

-Materia prima: rispetto e interpretazione Enrico Bartolini, Bartolini al Mudec, Milano, Bergamo, Castiglion della Pescaia

-Punta Campanella, un vero giacimento, Alfonso Iaccarino, Don Alfonso, Sant’Agata sui due Golfi

- Il rispetto della materia, l’attenzione ai dettagli, Annie Feolde, Chef Enoteca Pinchiorri, Firenze

-Perché copiare dagli altri? La consapevolezza delle nostre risorse, Daniel Canzian, Chef, Milano

-L’acqua, abbinamento d’eccezione, Giuseppe Vaccarini, Presidente ASPI, Milano

-Gli ingredienti? Il valore della classicità, Alfredo Tomaselli, Il Bolognese, Roma, Milano

-Contare su un territorio ricco di materia e fascino, Herbert Hintner, Zur Rose, Appiano, Strada del vino

 

Coffee break 11.30-11.45

 

-La materia, da sola non basta, Carlo Cracco, Chef Cracco, Milano

-Saper selezionare fa grande la cucina, Marco Sacco, Chef Piccolo Lago, Verbania

-Quando la cucina è contemporanea, Moreno Cedroni, Madonnina del Pescatore, Senigallia 

-L’equilibrio del piatto., Vittorio Fusari, Chef, Pont de Fer, Milano

-Chef comunicatori di valore, Ilario Vinciguerra, Chef, Gallarate

-Scegliere il proprio modello di business, Claudio Pasquarelli, Chef , Bergeggi

- Il caffè, fiore all’occhiello o esperienza da dimenticare?, Nadia Rossi, Coffee Journalist

- Comunicare l’olio in modo corretto, efficace e ragionevole, Luigi Caricato, direttore di Olio Officina

-Aggregazione fra chef e comune passione per la materia, Geggi Tagliafico, Top Italian Chef

 

 

Mercoledì 4 ottobre alle ore 14.00-15.30 – SALA SOLARI

I NEW CONCEPT NELLA RISTORAZIONE

Moderatore: Maurizio Bertera, Giornalista

 

-La cucina di “Casa”, Giancarlo Perbellini, Chef Casa Perbellini, Verona

-Creatività o genialità? Davide Scabin, Chef Combal Zero, Rivoli T.se

-Fra Milano e Franciacorta, bacini diversi, Stefano Cerveni, Chef Due Colombe, Cortefranca, Triennale Mi, ecc.

-Inventare nuovi segmenti di offerta, Massimiliano Alajmo, Chef Le Calandre, Calandrino, Amo

-Nuovi spazi per una clientela che cambia, Giancarlo Morelli, Chef Morelli al VIU, Pomireu, Trombetta ecc.

-Far impresa, fare business, Enrico Buonocore, Imprenditore, Langosteria, Milano

-Nuovi format, ma secondo tradizione, Herbert Messinese, Imprenditore. Enoteca Regionale Lombarda

 

 

Mercoledì 4 ottobre, h 15.45-17.00 –SALA CHAGALL

FRESCO, SURGELATO, ASTERISCATO?

 

-La cultura del freddo, pro e contro, Corrado Giannone, Tecnologo alimentare, Milano

- Non demonizzare il prodotto surgelato, Matteo Scibilia, Chef Osteria Buona Condotta, Ornago

- Fresco o surgelato: confini tecnici e psicologici, Alfredo Zini, Ristoratore, Al Tronco, Milano

-Tutelare gli interessi della filiera del freddo, Romana Bacchini Tamburini, Consiglio dir. UNAS, Roma

 

FINE GIORNATA FINE MANIFESTAZIONE

 

 

Edifis Spa, la società che organizza Follow Artù, nasce a Milano nel 1996, con l’obiettivo di pubblicare riviste B2B specializzate in vari settori. La prima testata è Ristorando, che si afferma immediatamente come importante punto di riferimento per gli operatori della ristorazione organizzata. A fine 2009 Edifis  acquisisce l’Orafo Italiano, Artù, Articoli Casalinghi e da Regalo (oggi divenuta Casa&Regalo), cui si aggiungono nell’anno succesivo retail&food e L´Industria della Gomma. Tutte queste testate hanno, negli anni seguenti, stabilito efficienti  e proficui legami con gli operatori dei settori di riferimento, mediante l’invio di apprezzate newsletter.
Oltre ai periodici inoltre Edifis pubblica annuari, guide, report commerciali e libri rivolti alle business communities di riferimento, e ha sviluppato anche un’intensa attività convegnistica, promuovendo appuntamenti di grande successo.
Infine, a supporto dell´attività editoriale e di networking, opera Edifis Intelligence, un team di ricercatori e analisti che elaborano e forniscono periodicamente agli operatori dati su singole aziende o su interi comparti produttivi.

OO M - 08-09-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA

"Pane e olio" sbarca nella Food Valley

La merenda della tradizione al centro di uno “street event” a Collecchio, luogo simbolo del distretto agroalimentare di Parma. A organizzarlo il Gruppo Panificatori Artigiani di Parma con Assitol e Aibi, l’Associazione italiana Bakery Ingredients. Erano presenti Paolo Bianchi, sindaco di Collecchio, ed Elena Levati, assessore alle Attività produttive

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti