Mercoledì 11 Dicembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Antitrust, Cia: dopo la multa alla Società italiana sementi per il grano Senatore Cappelli, il Crea apra adesso al libero mercato

L’invito della nota organizzazione agricola affinché il Ministro revochi l’esclusiva alla Sis. Dopo la sentenza sui mercati cittadini, per la seconda volta lo Stato si muove contro i monopoli e le pratiche sleali non rispettosi delle regole europee

OO M

Per Cia-Agricoltori Italiani l’intervento dell’Antitrust con la multa alla Società Italiana Sementi (Sis) sulla vendita del grano Senatore Cappelli, fa parziale giustizia di una storia iniziata anni dopo l’aperta denuncia da parte di Cia all’Authority nei confronti della Sis. Cia invita, ora, Crea ad aprire al mercato, a altri soggetti idonei a garantire produzione di tali sementi.

Con l’ingresso di Sis nella partita Cappelli, si erano evidenziate pratiche commerciali scorrette e un regime di monopolio particolarmente dannoso per gli agricoltori. Il provvedimento segue di pochi giorni un altro intervento dell’autorità a difesa della concorrenza. Nello specifico, la bocciatura da parte del Consiglio di Stato del vincolo obbligatorio di adesione a associazioni sindacali per la partecipazione ai mercati contadini di vendita diretta nei centri urbani.

Secondo Cia, un ente pubblico non dovrebbe dare in gestione esclusiva a un soggetto privato un pezzo di storia importante dell’agricoltura italiana. La sentenza Antitrust evidenzia che Sis abbia di fatto imposto un regime di monopolio “sfruttando abusivamente la propria posizione di forza commerciale a danno dei coltivatori interessati alla semina e al raccolto di grano Cappelli” e creando, dunque, una “filiera chiusa”.  Tra le scorrettezze riconosciute: l’ingiustificato aumento del prezzo delle sementi per gli agricoltori (oltre il 60% in tre anni), l’obbligo di consegna del grano prodotto a circuiti ben definiti e forti discriminazioni nella vendita delle sementi.

Cia ritiene che a seguito dell’intervento Antitrust vi siano tutte le condizioni affinché il Ministro revochi la concessione di esclusività a Sis e che la pregiata varietà del grano Cappelli, riscoperta di recente e molto apprezzata per la sua digeribilità e le qualità nutrizionali, torni a essere patrimonio comune, contro monopoli e pratiche sleali non rispettosi delle regole europee.

 

 

Si ringrazia per la notizia Cia - Agricoltori Italiani

OO M - 29-11-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Enrico Bucci
L'INCURSIONE

ENRICO BUCCI

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Buoni Dentro

Buoni Dentro

Ovvero, il laboratorio che produce valore. Un progetto che insegna un mestiere ai ragazzi dell’Ipm Beccaria e una buona idea per un regalo utile, solidale e gustoso da mettere sulle nostre tavole natalizie > Ilaria Santomanco

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Disponibile la nuova guida “Evooleum 2020”

Il gruppo editoriale Mercacei ha reso pubblica la nuova guida della quarta edizione dell'Evooleum World's Top100 Extravergine Olive Oils, in cui sono presentati i migliori 100 oli extra vergine d’oliva ottenuti in base ai risultati nell'ambito dell'Evooleum Awards. In questa guida deluxe, prologo del celebre chef Andoni Adúriz (Mugaritz), il lettore si può imbattere nelle ricette mediterranee dello chef 2 stelle Michelin Paco Roncero, negli articoli sugli usi culinari dell'olio extravergine di oliva, le destinazioni più alla moda, le ultime tendenze nel mondo del packaging e degli abbinamenti e tanto altro ancora