Martedì 17 Settembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Antonio Compagnoni, di Icea, eletto rappresentante italiano al Consiglio Ifoam Eu

OO M

Nota stampa di Fabio Nardulli. Sarà Antonio Compagnoni, responsabile Relazioni Internazionali ICEA, il rappresentante italiano nel Consiglio IFOAM Unione Europea. L’assemblea dei soci IFOAM italiani si è infatti riunita a Roma, nella Città dell'Altra Economia, per eleggere i propri rappresentanti per i prossimi tre anni nella Federazione internazionale dei movimenti per l'agricoltura biologica. A supporto del rappresentante neo-eletto, nominati anche due coordinatori, ossia Livia Ortolani (AIAB) per il settore politiche e ricerca, e Riccardo Cozzo (BioAgriCert) per i regolamenti del biologico. Nell’occasione è stato stabilito inoltre che la segreteria del coordinamento dei soci IFOAM italiani avrà sede a Vignola (Modena) negli uffici di AIAB Emilia Romagna.

“A Bruxelles - dichiara Compagnoni - il movimento biologico europeo è riuscito a presidiare la riforma della PAC, dove importantissimi segnali di riconoscimento del biologico sono stati recepiti nel Programma Europeo di Sviluppo Rurale, il principale strumento finanziario europeo di intervento a favore dell’agricoltura per i prossimi sette anni. Sta ora alle regioni italiane applicare questi programmi in modo tale da non disattendere le aspettative di cambiamento reale verso la sostenibilità. Fondamentale quindi Il ruolo del coordinamento dei soci IFOAM italiani, che, facilitando il flusso di informazioni e opinioni da e per Bruxelles, potrà meglio indirizzare le istituzioni agricole nazionali e regionali verso politiche sempre più orientate al biologico”.

Oltre a esprimere soddisfazione per la nomina, il presidente di ICEA Pietro Campus evidenzia “l’importanza dell’impegno di ICEA in IFOAM quale terreno comune di investimento e sviluppo, per promuovere e sostenere il necessario rinnovamento degli strumenti legislativi e dei relativi sistemi di controllo e certificazione, rendendoli più semplici e al contempo efficaci per continuare a dare garanzie concrete ai consumatori europei”.

L’assemblea si è riunita alla Città dell'Altra Economia in occasione della due giorni internazionale “La visione del Bio nel 2030” incentrata sul Programma IFOAM EU Organic Vision 2030: i migliori cervelli del movimento biologico europeo hanno lavorato insieme per costruire il futuro dell'Europa basato sui principi del Biologico IFOAM, ossia salute, ecologia, benessere e cura.

OO M - 11-11-2014 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

L'azienda, di Peschiera del Garda, nel Veneto veronese, opera sia nell'area gardesana, sia in Valpolicella. Nei suoi 75 ettari produce vini di qualità nel rispetto del territorio e valorizzando i vitigni autoctoni. Quello in degustazione,  da uve Corvina Veronese, Rondinella e Corvinone, è un rosso rubino, con note di frutta matura, molto balsamico, e che con l’ossigenazione evolve allo speziato > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’olio con gli asparagi

L’olio con gli asparagi

Un gustosissimo risotto, ecco una ricetta che ci porta a Cavaion Veronese, nel Veneto, in un territorio ben curato dove si ottiene il pregiatissimo olio Dop Garda. Così, per anticipare la Festa degli asparagi che si svolgerà dal 16 al 19 maggio, sappiamo ora cosa fare quando non si sa bene cosa inventarsi in cucina. La proposta dei Fratelli Turri a partire dal loro extra vergine dal gusto e dai profumi fini e delicati > Luigi Caricato

EXTRA MOENIA
A Vieste l’olio è stato protagonista

A Vieste l’olio è stato protagonista

Una intera settimana per celebrare il re dei grassi nel Gargano. L’olio extra vergine di oliva ha dimostrato di essere un "marcatore culturale” in grado di catalizzare le attenzioni al pari del mare. Gli olivi di Vieste e dintorni sono stati il paesaggio al quale si è potuto fare riferimento, persino per praticare lo yoga e ritrovare se stessi

 

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

L’olio è stato sempre nascosto, ora è tempo di rimetterlo in risalto

Recuperare il valore della materia prima è fondamentale. Dare centralità all’olio ricavato dalle olive è importante e oggi occorre puntare soprattutto ai giovani, adottando linguaggi adeguati Ai tempi. L’intervista al creative director Antonio Mele nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione (Milano, 2019)

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo