Venerdì 23 Giugno 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Assitol, falso olio italiano: necessario rafforzare controlli in entrata e uscita dai frantoi

OO M

Nota stampa di Silvia Cerioli. L'associazione degli industriali rilancia le sue proposte sul contrasto alla contraffazione, coinvolgendo tutta la filiera in un tavolo operativo con l'Icqrf. "Apprezziamo l'inchiesta di Trani, che conferma la necessità di stringere i controlli anche sui frantoi, come l'industria olearia richiede da tempo". Questo il commento di Angelo Cremonini, presidente del Gruppo Olio d'oliva di ASSITOL, l'Associazione italiana dell'industria olearia, sul sequestro di falso olio italiano ordinato dal pubblico ministero Antonio Savasta, che ha portato a scoprire un giro di false fatture tra Puglia e Calabria.

"L'inchiesta 'Mamma mia' - afferma il presidente Cremonini - colpisce, come già nel caso di 'Aliud pro olio' un fenomeno che si origina nell'intesa fra frantoi e piccoli commercianti, e talvolta imprese agricole, che operano nell'illegalità, danneggiando però i loro colleghi onesti e quindi l'intero settore".

La vicenda pugliese ribadisce le tesi di ASSITOL sulla lotta alla contraffazione. "I controlli preventivi in uscita dai frantoi permetterebbero una vigilanza adeguata della produzione, nonché una commercializzazione trasparente - ha spiegato Cremonini - mentre quelli in uscita dagli stabilimenti industriali consentirebbero di capire quanta responsabilità sul peggioramento della qualità, di prodotto sia da attribuire ad una cattiva conservazione da parte della distribuzione e quanto, invece in origine alle imprese"

Insomma, sì alle verifiche su tutti i livelli della filiera olearia. A queste misure, è poi necessario aggiungere l'ampliamento del Sian, il sistema telematico al quale si trasmettono i dati di produzione dell'olio d'oliva. "Vorremmo vederlo esteso anche agli altri paesi europei - è l'ipotesi di ASSITOL- come contropartita di garanzia, visto che, pare, ci toccherà subire l'aumento del quantitativo tunisino”.

Nell'ottica del rafforzamento dei controlli, l'associazione degli industriali oleari rilancia l'idea di un tavolo operativo tra Icqrf e tutte le componenti della filiera. "L'esempio da seguire, a nostro avviso, è quello del settore delle carni - osserva Cremonini - dove le verifiche di filiera sono state pianificate di comune accordo. Il tavolo dovrebbe essere permanente allo scopo di programmare i controlli di concerto con i diversi attori della filiera, che conoscono le rispettive criticità".

 

OO M - 03-02-2016 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Tofu grigliato su crema di melanzane, cipolla egiziana ligure e fantasia dell’orto

Tofu grigliato su crema di melanzane, cipolla egiziana ligure e fantasia dell’orto

Non c'è più la cucina di una volta. Ora, oltre alla bontà e biodiversità delle materie prime, c'è anche un componente principale da non trascurare: la fantasia. Viene prima questa, infatti, e solo in un secondo momento tutto il resto. Tra gli ingredienti, vi sono pure i fiori eduli > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Festival dei Due Mondi di Spoleto. L’investimento nella cultura si ripaga

Festival dei Due Mondi di Spoleto. L’investimento nella cultura si ripaga

Il mecenatismo d’impresa secondo l'imprenditrice della nota casa olearia umbra. "Sono convinta - precisa Maria Flora Monini - che per un imprenditore che vive oggi in un Paese come l’Italia, esista il dovere morale di contribuire alla preservazione e diffusione di quello che è un patrimonio culturale immenso, fondamentale risorsa economica per la nostra nazione, soprattutto in un momento difficile come quello che stiamo vivendo"

GIRO WEB
Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

Luigi Caricato racconta Wooe 2017

L'esperienza del direttore di Olio Officina Magazine intorno alla sesta edizione del World Olive Oil Exhibition che si è svolto lo scorso marzo a Madrid

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine, in libreria e su abbonamento

OOF International Magazine, in libreria e su abbonamento

Il primo numero è disponibile da giugno nelle librerie, ma è anche possibile abbonarsi al trimestrale edito da Olio Officina. C'è grande fermento culturale, il primo numero, in edizione bilingue italiano/inglese, è dedicato al packaging: la rivoluzione silenziosa