Lunedì 25 Giugno 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Centro Studi Alberghiero di Alassio e Confagricoltura lanciano la volata per 2018 anno del cibo italiano nel mondo

Prove generali al Museo Luzzati di Genova tra colture, cultura e gastronomia con i laboratori Art of Food and Beverage

OO M

Centro Studi Alberghiero di Alassio e Confagricoltura lanciano la volata per 2018 anno del cibo italiano nel mondo

L’Unwto, l'United Nations World Tourism Organization, agenzia delle Nazioni Unite, lo scorso maggio ha organizzato il 3° Summit mondiale su turismo e gastronomia. Il mix di cibo, arte e turismo è stato oggetto di focus ed interventi che hanno messo in luce l’aspetto strategico di questo asset per la sfida all’omologazione dovuta alla McDonaldizzazione.

A luglio, Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali edel Turismo, con una nota che sanciva il 2018 anno del cibo italiano nel mondo, sottolineava: “Questa iniziativa sarà lo strumento per valorizzare e mettere a sistema le tante e straordinarie eccellenze italiane e fare un grande investimento per l'immagine del nostro Paese nel mondo”.

L’obiettivo è quello di promuoversi all’estero, attraverso l’unione dei brand italiani di maggiore appeal nel mondo, cibo, arte, cultura e colture. Gli alberghieri liguri e Confagricoltura hanno raccolto la sfida e, in anticipo sulla data di avvio del progetto ministeriale, hanno avviato, in collaborazione con il Museo Luzzati di Genova, una campagna di comunicazione finalizzata a promuovere le aromatiche ”made in Liguria” all’interno di un luogo d’arte e di cultura.

Il progetto ideato dal Centro Studi Sul Turismo F.M. Giancardi di Alassio ha visto la realizzazione, all’interno del Museo Luzzati, del laboratorio didattico “ART OF FOOD AND BEVERAGE” che è stato sfondo e scenografia del set fotografico, predisposto dalla images maker Debora Carrà, per il lancio di comtent drink a base di aromatiche che i giovani barmane barlady dell’alberghiero N. Bergese di Sestri Ponente proporranno come aperitivo per l’evento internazionale del 2018, anno del cibo italiano nel mondo.

Il progetto, coordinato dai docenti Giovanni Falcone, Gianluigi Cupito, Monica Barbera, Nello Simoncini e Franco Laureri è promosso dal Centro Studi Sul Turismo F.M. Giancardi di Alassio e realizzato in collaborazione con il Museo Luzzati, Confagricoltura Liguria, la rete degli alberghieri della Liguria, gli animatori turistici del progetto Blue Economy finanziato dal fondo sociale europeo del Centro di Formazione E.L.F.o Liguria e gli alunni dell’Istituto Alberghiero N. Bergese di Sestri Ponente.

 

Si ringrazia per la notizia e la foto Laureri Verde

OO M - 24-12-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Il settore del tabacco? All’avanguardia nei programmi di responsabilità sociale

Il settore del tabacco? All’avanguardia nei programmi di responsabilità sociale

Un incontro a Città di Castello tra gli operatori di filiera per discutere di qualità del prodotto e sicurezza dei lavoratori. Si è anche parlato di un compenso economico congruo per i produttori, non inferiore a 0,12-0,15 euro al chilogrammo, a fronte di un impegno sulla qualità > Marcello Ortenzi

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La cultura dell’olio attraverso gli chef

Il mondo della ristorazione oggi è molto vivace, dinamico e attento. A sostenerlo, in una intervista rilasciata nell’ambito della prima edizione del Forum Olio & Ristorazione (a Milano, il 28 maggio 2018), è stata Maria Francesca Di Martino. Preziose le sue considerazioni, molto utili al fine di capire come procedere con un corretto impiego degli oli extra vergini di oliva in cucina. Ed ecco allora, dalla Puglia, gli oli a marchio “Schinosa”: gli extra vergini da olive Coratina, più complessi e non adatti a tutti gli utilizzi, e quelli ottenuti invece dalla cultivar Peranzana, molto più morbidi e facili da abbinare

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese