Venerdì 24 Gennaio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

È stata rinnovata la collaborazione tra Cia-Agricoltori Italiani e associazione Libera per promuovere l’etica della responsabilità

Un nuovo protocollo d’intesa è stato siglato tra il presidente nazionale della confederazione agricola Dino Scanavino e don Luigi Ciotti. Tra gli obiettivi lo studio dei fenomeni e l’individuazione di nuove soluzioni per combattere la criminalità organizzata nelle campagne e nei mercati

OO M

Un nuovo tassello arricchisce la storica collaborazione fra Cia-Agricoltori Italiani e “Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”. Il presidente Dino Scanavino e Don Luigi Ciotti hanno, infatti, rinnovato per i prossimi tre anni il protocollo d’intesa fra le due associazioni, nato col progetto “Libera Terra” per promuovere i percorsi educativi e di riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie. Beni e terreni sottratti alle mafie tornano così a produrre frutti per la collettività e offrono occasioni di lavoro e riscatto sociale ai giovani, promuovendo modelli efficaci di sviluppo sociale.

Nell'arco di più di un decennio, la partnership ha abbracciato una lunga serie di iniziative di promozione dell’etica della responsabilità. Il protocollo di collaborazione prevede che Cia metta a disposizione, tramite le proprie attività, consulenza e assistenza tecnica in modo da fornire un valido supporto alle realtà sociali della rete nazionale di Libera.

Con il rilancio del protocollo d’intesa, si vuole continuare a operare insieme per aumentare la conoscenza, tramite la ricerca e lo studio dei fenomeni e individuare nuove soluzioni per combattere la criminalità organizzata, insieme alle autorità di polizia e della magistratura.

La collaborazione tra Cia e Libera è iniziata nel 2001, anno della fondazione della prima cooperativa "Placido Rizzotto" nel palermitano, ed è stata sancita nel 2008 da un primo protocollo d'intesa. L'obiettivo comune è quello della memoria delle vittime innocenti delle mafie e di ripartire dall'agricoltura per proporre un modello di sviluppo alternativo alla logica del sopruso e del ricatto. Dimostrare che quanto sottratto dalle mafie alla collettività, con la violenza e l'intimidazione, può essere restituito alla società civile per creare, attraverso il lavoro sui terreni agricoli "liberati", nuove opportunità di sviluppo, promuovendo il principio di responsabilità civile nell'economia.

 

 

Si ringrazia per la notizia Cia-Agricoltori Italiani

 

OO M - 16-07-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Il codice sensoriale della carne, edito dal Centro Studi Assaggiatori in collaborazione con Narratori del gusto, aiuterà a rispondere alle domande dei consumatori di fronte alla scelta della carne migliore. Attraverso i sensi, si può imparare a scegliere una carne di qualità

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull'olio

Tutto sull'olio

Il titolo è alquanto eloquente, nondimeno il sottotitolo: "Guida essenziale alla conoscenza
e all’utilizzo degli extra vergini a tavola e in cucina". Ne è autore l'oleologo Francesco Caricato, direttore del centro culturale Casa dell'Olivo