Martedì 18 Giugno 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

La Cina crede sempre più nell'olivicoltura e incontra i vertici del Consiglio oleicolo internazionale

L'area olivicola copre attualmente più di 60 mila ettari. C'è tanto impegno, anche nel valorizzare il proprio germoplasma, con ben 130 varietà di ulivi coltivati, ma ad oggi sono le condizioni climatiche poco propizie a diffonderne la coltivazione

OO M

La Cina crede sempre più nell'olivicoltura e incontra i vertici del Consiglio oleicolo internazionale

Il Segretariato esecutivo ha recentemente ospitato un gruppo di rappresentanti cinesi nella sede di Madrid: Lijiang Zhou, presidente dell'Associazione per la promozione della coltivazione dell'olivo nella provincia del Sichuan e ricercatore presso il Sichuan Institute of Forest Planning and Inventory; Jian Xiao, vicepresidente della stessa associazione, vice segretario generale della direzione Olive Growing della China Forrest Association e presidente dello Sichuan HUA-OU Olive Development; e Ning Yu, del Sichuan Institute of Forest Planning and Inventory.
 
Il gruppo è stato accolto dal Vice Direttore Esecutivo del Coi, Jaime Lillo; il capo dell'unità Economia e promozione, Ender Gunduz; il capo dell'Unità per l'olio da olive, la tecnologia dell'olio e l'ambiente, Abdelkrim Adi; e il capo del Dipartimento di cooperazione e formazione tecnica, Catarina Bairrao Balula.
 
La visita è stata l'occasione per discutere del settore olivicolo in Cina e della possibile collaborazione futura tra Cina e Consiglio oleicolo internazionale. Tra gli argomenti trattati, l'importanza della formazione tecnica per migliorare la gestione degli uliveti e la produzione di olio d'oliva.

Un'altra area di interesse è stata la banca di materiale genetico che la Cina ha avuto per oltre 40 anni, che contiene circa 130 varietà di ulivi, e il fatto che l'area olivicola del Paese copre più di 60.000 ettari. Sfortunatamente, le condizioni climatiche ostacolano l'espansione del settore.

OO M - 21-05-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
L'extra vergine Dop Garda Orientale dei Fratelli Turri

L'extra vergine Dop Garda Orientale dei Fratelli Turri

L'avete mai provato? È l'espressione delle olive Casaliva (nella quasi totalità: 60%) e, per la restante parte, Leccino, Pendolino, Raza e Moraiolo. L'azienda ha sede in un luogo altamente vocato, a Cavaion Veronese, nel Veneto > Silvia Ruggieri

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’olio con gli asparagi

L’olio con gli asparagi

Un gustosissimo risotto, ecco una ricetta che ci porta a Cavaion Veronese, nel Veneto, in un territorio ben curato dove si ottiene il pregiatissimo olio Dop Garda. Così, per anticipare la Festa degli asparagi che si svolgerà dal 16 al 19 maggio, sappiamo ora cosa fare quando non si sa bene cosa inventarsi in cucina. La proposta dei Fratelli Turri a partire dal loro extra vergine dal gusto e dai profumi fini e delicati > Luigi Caricato

EXTRA MOENIA
Frantoio Millennio e Leccino Millennio

Frantoio Millennio e Leccino Millennio

Sono le due nuove varietà di ulivo brevettate dall’Università di Pisa. Si tratta di cultivar che si contraddistinguono per i numerosi vantaggi in termini di produttività e qualità dell’olio rispetto alle varietà standard, date in concessione esclusiva a Co.Ri.Pro-Olivi di Pescia

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Le ricette evo. L'olio buono in cucina

OOF 2019. A Olio Officina Festival 2019 grande risalto all'olio extra vergine di oliva come ingrediente. La scelta di una buona materia prima e l'attenzione a utilizzare al meglio l'olio da olive va incentivata sin da subito. La formazione è un buon punto di partenza. Cinzia Boschiero intervista Cristina Santagata

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olio spiegato alle mie figlie

L’olio spiegato alle mie figlie

Un libro dell'oleologo Lorenzo Cerretani per le edizioni Olio Officina, da avere assolutamente con sé. Pensato per i giovanissimi, è adatto anche agli adulti. Un linguaggio semplice, proprio per questo utilissimo per apprendere tutto, ma proprio tutto, sull'olio da olive, il pregiato succo