Venerdì 24 Gennaio 2020 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Mariapia Frigerio: Umberto Giovacchini, in memoria di un conciatore

Mariapia Frigerio

Mariapia Frigerio: Umberto Giovacchini, in memoria di un conciatore

Giovedì 24 agosto ricorrono i 13 anni dalla morte dell’imprenditore Umberto Giovacchini. La nostra collaboratice, Mariapia Frigerio, lo ricorda con un testo apparso sul quotidiano "Il Tirreno” il venerdi 24 settembre 2004. Testo che noi qui riproduciamo tal quale, tredici anni dopo.
La foto è della stessa Mariapia Frigerio, scattata nello studio del pittore Romano Masoni, e riprende una sua reinterpretazione di pelli conciate (Olio Officina Magazine).

IN MEMORIA DI UN CONCIATORE

Santa Croce. Se penso a Umberto Giovacchini, mio suocero, ora che non c’è più – l’imprenditore conciario è morto un mese fa, ndr – non riesco a non ricordarlo se non come una figura letteraria, una via di mezzo tra “Il burbero benefico” goldoniano e “L’uomo che amava le donne” del mio amato Truffaut. E, a primo impatto, era sicuramente burbero. Ma chi aveva modo di conoscerlo sapeva anche quanto fosse generoso.
Intorno a sé aveva un vero e proprio “gineceo” di cui andava orgoglioso. Una moglie, una figlia, tre nipoti femmine, una pronipotina.
Lo conobbi poco prima di sposarmi. Mi guardava con sospetto. Ero molto giovane, neolaureata, venivo da un’altra città e da un altro ambiente. Mi guardava come una arrivata da un altro pianeta. Aveva una visione arcaica del rapporto uomo-donna. Non poteva capirmi né io capire lui, ancora posseduta da parte di quello zoccolo duro del femminismo che non mi abbandonava.
Gli anni passarono. Un giorno mio marito mi disse: «Mio padre ha detto che sei proprio una donna in gamba». Quel riconoscimento del “burbero” me lo fece amare ancora di più. Perché, diversità a parte, tra noi ci fu sempre un dialogo che sfociò sovente in vere e proprie confidenze. Io iniziai a sentire la sua stima e il suo affetto. Mi apprezzava. Eppure era un uomo rigido e io continuavo ad essere ribelle a ogni convenzione sociale. Ma ero “la sua nuora”.
Lo amai perché era “signore”, perché amava le donne, perché non aveva dimenticato la sua origine modesta ed era l’uomo semplice di sempre. I suoi collaboratori (e tra questi Santino) ne ebbero profonda stima. Restava uno di loro. Con Santino credo di aver pianto, al funerale, sulla stessa lunghezza d’onda.

Mariapia Frigerio

Mariapia Frigerio - 24-08-2017 - Tutti i diritti riservati

Mariapia Frigerio

Dopo aver trascorso l’infanzia a Milano, la giovinezza a Torino dove, dopo il liceo classico, negli anni universitari, si è occupata di marionette lavorando nello storico Teatro dei Lupi, è arrivata in Toscana per amore. Ha collaborato con le sezioni didattiche degli Uffizi e di Palazzo Mansi. Per quattro anni ha narrato fiabe per il Ciscu a Lucca, città dove vive e attualmente insegna, dopo anni di storia dell’arte, lettere.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Conoscete l'olio Dop Provence?

Conoscete l'olio Dop Provence?

Sul mensile Oliocentrico di ottobre abbiamo ospitato la recensione di un olio francese, del Moulin à huile d’olive «Bastide du Laval», operativo a Cadenet, ottenuto a partire da olive Aglandau, Salonenque, Cayon, Bouteillan e Picholine. Sul numero 5 della rivista si può leggere la versione in lingua francese, qui quella in lingua italiana > Cécile Le Galliard

RICETTE OLIOCENTRICHE
L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

L’oliva al piatto e la torta evo, due ricette d’autore

Lo chef Damiano Carrara ha realizzato per Monini due dessert in cui l’olio extra vergine di oliva è protagonista oltre che in cucina anche in pasticceria: un’alternativa più salutare rispetto al burro

EXTRA MOENIA
Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Un libro per imparare il codice sensoriale della carne

Il codice sensoriale della carne, edito dal Centro Studi Assaggiatori in collaborazione con Narratori del gusto, aiuterà a rispondere alle domande dei consumatori di fronte alla scelta della carne migliore. Attraverso i sensi, si può imparare a scegliere una carne di qualità

GIRO WEB
Coi, nuovo sito web

Coi, nuovo sito web

Il 19 novembre è entrato in funzione un rinnovato website, più facilmente navigabile e agevole, in linea con le tecnologie più avanzate. Un utile strumento web per essere costantemente aggiornati sulle news del Consiglio oleicolo internazionale.  Si tratta di un solido punto di riferimento per il mondo olivicolo e oleario mondiale da tenere sempre sotto osservazione. Tante le novità

OO VIDEO

Diminuisce il consumo degli oli da olive

Se da un lato si riduce la quantità d’olio utilizzata nel consumo domestico, dall’altra cresce la quantità di olio prodotto nel mondo. Questo accade nei Paesi tradizionali – Grecia, Italia, Spagna - dove storicamente si è sempre utilizzato l’olio ricavato dalle olive. L’analisi della tecnologa alimentare Daniela Capogna, intervistata nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione

BIBLIOTECA OLEARIA
Tutto sull'olio

Tutto sull'olio

Il titolo è alquanto eloquente, nondimeno il sottotitolo: "Guida essenziale alla conoscenza
e all’utilizzo degli extra vergini a tavola e in cucina". Ne è autore l'oleologo Francesco Caricato, direttore del centro culturale Casa dell'Olivo