22 Ottobre 2017 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Milano Food Week, dallo Showcooking allo Storycooking

Dal 4 al 11 maggio 2017 torna la manifestazione cult del food&wine milanese

OO M

Milano Food Week, dallo Showcooking allo Storycooking

È pronta a tornare Milano Food Week, la manifestazione cult del food&winepioniera assoluta degli eventi enogastronomici metropolitani diffusi. La prima edizione di Milano Food Week segna la primavera milanese dell’anno 2009, in una città che si sta preparando lentamente a Expo 2015. La manifestazione nasce dalla visione del giovane imprenditore Federico Gordini che inventa un format unico nel suo genere.

MFoodW mobilita il mondo della gastronomia, dell’enologia, della distribuzione e della somministrazione, proponendo al pubblico uno sguardo nuovo sul cibo. Milano Food Week significa centinaia di show cooking, incontri e degustazioni animati da cuochi e pastry chef di fama nazionale e internazionale, maestri della panificazione, grandi produttori di olio, cioccolato.

Le eccellenze enogastronomiche italiane si esibiscono in location temporanee in tutta Milano: in piazza San Babila, sui Navigli, in piazza San Fedele e in zona Garibaldi. Milano Food Week, dopo il successo delle precedenti, giunge quest’anno alla sua ottava edizione.

#MFoodW 2017 : un concentrato di qualità in Zona Tortona SavonaQuest’anno Milano Food Week è più che mai un evento diffuso in tutta Milano, ma con un cuore pulsante forte e ricchissimo: la Zona Tortona Savona.

Organizzata dal 4 al 11 maggio in collaborazione con Milano Food City, Milano Food Week è decisa a prendere l’eredità del Fuorisalone, sia dal punto di vista organizzativo che come punto di riferimento nel proprio ambito. Questa zona diventa Haut-Lieu di cultura enogastronomica: sarà teatro di decine di incontri e show cooking, wine tasting, mostre a tema, degustazioni libere e laboratori per grandi e piccoli.

Il quartiere, grazie alla collaborazione con l’Associazione Zona Tortona Savona, accoglierà decine e decine di eventi: dai barbecue tematici ai truck dello street food, dalle animazioni musicali all’arte di strada, fino ad arrivare alle immancabili performance gastronomiche. La Zona Tortona Savona si prepara ad accogliere Wunder Mrkt–special food edition.Si trattadi un nome familiare ai milanesi, un market-place mensile che dal 2011 punta sulla meraviglia dello scoprire cose nuove in uno spazio che riesce a sorprendere grazie ad allestimenti sempre nuovi.

Nella veste special food edition, Wunder Mrkt abbraccia Milano Food Week il 6 e 7 maggio proponendosi nello spazio eventi Torneria Tortona, nell’omonima via al civico 32. L’ultima giornata si concluderà con Shake the Chef, un party unico nel suo genere: sarà l’occasione per sperimentare l’arte di mixare cocktail, cibo e musica. Le vie degli orti Milano Food Week riserva spazi e risorse particolari al tema dell’orto.

La volontà di produrre in autonomia, per passione o per scelta di vita, ortaggi e piante è una passione contagiosa; così MFoodW 2017 sceglie di regalare un orto urbano alla Zona Tortona Savona, piantandone uno all’interno di uno spazio pubblico del quartiere, visibile durante tutta la durata della manifestazione. Dentro questo orto verranno piantati sei tipi di ortaggi e erbe in abbinamenti alle sei vie principali del quartiere (Tortona, Savona, Bergognone, Solari, Voghera, Stendhal).

A tutti gli abitanti di queste strade sarà regalata la pianta corrispondente alla via; una pianta da curare e da far crescere nella propria abitazione e da condividere sui social con l’hashtag #leviedegliortie #MFoodW. Tutta la Zona Tortona Savona diviene protagonista di MFoodW 2017, creando così un evento partecipativo di cui sono i protagonisti i visitatori e gli abitanti di questo quartiere.

Dallo Showcooking allo Storycooking La nuova edizione di Milano Food Week rappresenta un cambiamento significativo anche dal punto di vista tematico. Per la prima volta non si parla più di showcooking, ma di storycooking. L’obiettivo è quello non solo di cucinare, ma di raccontare i prodotti, le materie prime, i territori e le storie del food che si nascondono dietro un piatto. Oltre a cucinare, durante gli show gastronomici si potrà apprendere le storie delle pietanze e della materie prime che lo compongono.

Durante MFoodW 2017 avranno anche luogo classi didattiche per adulti e bambini su queste tematiche: dalla stagionalità di frutta e verdura ai racconti dei produttori, da come fare un orto urbano a come cucinare in maniera genuina e utilizzare gli avanzi. Sensibilizzando e informando si può così valorizzare l’immenso patrimonio enogastronomico che l’Italia possiede e di cui Milano Food Week si fa portavoce ancora una volta.

Il Fuori Menù In tutta Milano stanno arrivando conferme e proposte che arricchisconoilpalinsesto, ancora in progress, di eventi di DzFuori Zona Tortonadz: siamo felici di valutare l’adesionedi eventi speciali in ambito enogastronomico. Ristoranti, circoli culturali e associazioni ci stanno mandando proposte che lo staff di MFoodWeek 2017 passa con entusiasmo al vaglio. Un esempio tra tanti: Pixel Picnic, un evento en plein air a libera adesione lungo 1 km di Parco Sempione. Il calendario si fa sempre più interessante: abbiamo decine di attività programmate in Brera, Sant’Ambrogio, Porta Nuova, Porta Garibaldi e tante altre ancora da scoprire. 

Dove Zona Tortona Savona – Porta Genova (Metro e Passante ferroviario) Eventi diffusi in tutta Milano Chi Milano Food Week, in collaborazione con l’Associazione Zona Tortona Savona, è organizzata e promossa da Lievita, la società di consulenza strategica che nasce dalla partnership tra Centoeventi e Federico Gordini, imprenditore che si occupa da quasi 15 anni di comunicazione nel settore del food & beverage. Lievita vuole essere un interlocutore, un compagno di viaggio delle aziende agroalimentari nel loro percorso di consolidamento ed espansione nel mercato domestico e nei mercati internazionali.

OO M - 17-04-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Think green

Think green

Un mix di olive di diverse cultivar rendono l'olio dell'Oleificio Angelo Coppini di Terni, un cento per cento italiano, un extra vergine versatile e armonico, dal gusto rotondo > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Torta de aceite

Torta de aceite

Colazione con la celeberrima torta dell'azienda andalusa Inés Rosales. A base di olio da olive. Una delizia. L'avete mai provata? > Daniele Tirelli

GIRO WEB
Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Il nuovo sito web che ospita Olio Officina Edizioni

Abbiamo collocato on line il sito della nostra casa editrice. Uno strumento utile per saperne di più sulle nostre pubblicazioni, sia cartacee, sia telematiche. Il nuovo sito è sul dominio olioofficina.eu, e affianca quelli di Olio Officina Magazine (olioofficina.it), Olio Officina Globe (olioofficina.net) e Olio Officina Festival (olioofficina.com). Buona navigazione > Luigi Caricato

OO VIDEO

La genesi dell'oliva

In un video emozionale e insieme documentaristico l'azienda veneta Frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese, fa comprendere a chi non ha confidenza con il frutto dell'oliva, come si forma e si struttura il frutto ne corso dei mesi e come alla fine nasca l'olio extra vergine, quello a marchio Garda Dop Turri di varietà Casaliva

BIBLIOTECA OLEARIA
Oliva Ascolana del Piceno

Oliva Ascolana del Piceno

Un libro-manuale edito da Ascoliva, di cui sono autori Marino Felicioni, Leonardo Seghetti e Mario De Angelis, mette in evidenza un settore tra i meno conosciuti eppure di fondamentale importanza > Maria Carla Squeo