Lunedì 10 Dicembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Pianella, un convegno sull'olio Dop Aprutino Pescarese, tra passato, presente e futuro

Nella giornata di sabato 13 gennaio, nella Sala consiliare del Comune. 

 

 

OO M

Pianella, un convegno sull'olio Dop Aprutino Pescarese, tra passato, presente e futuro

Un’occasione di dibattito sulle varietà di olio della provincia di Pescara che concorrono a creare un prodotto d’eccellenza, per sottolineare il profondo legame con il territorio di provenienza e ribadire la straordinaria qualità sensoriale e nutrizionale degli oli DOP Aprutino Pescarese. Un momento di bilancio dell’attività del Consorzio di tutela dell'olio DOP Aprunino Pescarese che ha da poco celebrato il suo ventennale, anche a seguito dell'approvazione da parte del MIPAAF delle modifiche al disciplinare di produzione, pubblicate su G.U. n. 238 dell'11/10/2017 per essere sottoposte all'esame della Comunità Economica Europea.

Un'opportunità per una riflessione più profonda sulla situazione attuale e sulle prospettive future della produzione olearia di qualità regionale e sulle tre DOP presenti nel territorio abruzzese.
Un’importante vetrina per evidenziare, nei primi giorni del 2018, proclamato dai Ministeri delle politiche agricole alimentari e forestali e dei beni culturali e del turismo “Anno del Cibo Italiano”, il grande valore del cibo in termini di promozione turistica e la straordinaria valenza di una tradizione gastronomica, dove l’olio extravergine di oliva a denominazione di origine protetta svolge un ruolo da assoluto protagonista.

invito 13gen2018-DEF

PROGRAMMA

Ore 10

Saluti

Sandro Marinelli, sindaco di Pianella e presidente DAQ Olio

Carmine Salce, consigliere Camera di Commercio di Chieti-Pescara

Luigi Di Giandomenico presidente OP CAPO

Luciano Di Massimo, presidente Abruzzo Oleum

Nazareno Di Giovanni, presidente UNPLI provincia di Pescara

Matteo Colarossi, dottore forestale, presidente provinciale Ordine Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Pescara e vicepresidente Federazione regionale Ordini provinciali Dottori Agronomi e Dottori Forestali d’Abruzzo

Intervento introduttivo

Silvano Ferri, presidente del Consorzio di tutela Olio DOP Aprutino Pescarese

Relazioni

Luciano Pollastri, dottore agronomo, funzionario tecnico esperto presso Direzione Agricoltura Regione Abruzzo “Caratteristiche agronomiche delle tre cultivar della DOP Aprutino Pescarese”

Lorenzo Cerretani, PhD in Food Science and PhD in Agricultural Engineering
“Aspetti tecnologici innovativi per risaltare le caratteristiche organolettiche e sensoriali dell’olio a denominazione di origine protetta”

Marino Giorgetti, dottore agronomo, esperto di analisi sensoriale dell’olio
“Come cambiano le percezioni dei consumatori e come adeguarsi allo scenario mondiale”

Giuseppe Cavaliere, Ufficio Politiche di sviluppo delle filiere in ambito PSR Regione Abruzzo
“Aspetti salienti del PSR Abruzzo 2014-2020 per la promozione e la valorizzazione dei prodotti tipici a denominazione”

Claudio Ucci, responsabile DMC Abruzzo
“L’olio DOP come vettore di promozione turistica del territorio abruzzese nell’anno del cibo italiano”

Domenico Francomanno, direttore Gal Terre Pescaresi
“La DOP Aprutino Pescarese: valore identitario delle Terre Pescaresi”

Conclusioni

Dino Pepe, assessore all’Agricoltura Regione Abruzzo Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato per la Giustizia

Moderatore

Gianni Quagliarella, giornalista

A seguire “Benvenuto olio nuovo”. Degustazione di oli con alcuni prodotti tipici del territorio presso l’Antico Frantoio di Pianella.

 

 

OO M - 09-01-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA

"Pane e olio" sbarca nella Food Valley

La merenda della tradizione al centro di uno “street event” a Collecchio, luogo simbolo del distretto agroalimentare di Parma. A organizzarlo il Gruppo Panificatori Artigiani di Parma con Assitol e Aibi, l’Associazione italiana Bakery Ingredients. Erano presenti Paolo Bianchi, sindaco di Collecchio, ed Elena Levati, assessore alle Attività produttive

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Il racconto di Olio Officina Festival 2018

A Milano, dall'1 al 3 febbraio 2018, con tema portante "Io sono un albero". Le emozioni attraverso le immagini di una tre giorni interamente dedicata all'olio da olive e ai condimenti

BIBLIOTECA OLEARIA
L’olivo nell'area mediterranea

L’olivo nell'area mediterranea

Olive Tree in the Mediterranean Area. A Mirror of the Tradition and the Biotechnological Innovation. La tradizione, l'innovazione biotecnologica. È su questi piani che si delinea il volume di cui è autrice principale, e curatrice, Anarita Leva. È un libro che si prospetta davvero interessante per l'industria vivaistica, nonché per quella agrobiotecnologica e cosmetica, oltre che a tutti coloro che sono sempre più legati alla crescente domanda di prodotti naturali e al richiamo dei polifenoli intesi come antiossidanti e stabilizzanti naturali degli alimenti