Venerdì 19 Ottobre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Primo Forum Olio & Ristorazione, al Palazzo delle Stelline a Milano il prossimo lunedi 28 maggio

Alcuni spunti utili. Ci saranno i rappresentanti delle varie organizzazioni di chef e ristoratori, nonché altri relatori che racconteranno l’olio, spiegandone le strategie per proporlo senza che lo si percepisca come un costo ma come un valore aggiunto

OO M

Primo Forum Olio & Ristorazione, al Palazzo delle Stelline a Milano il prossimo lunedi 28 maggio

Anticipiamo alcuni dei temi.
Come selezionare gli oli in ragione dei differenti impieghi.

Come individuare oli per la cottura scegliendo un prezzo adeguato e conveniente senza rinunciare alla qualità.

Come ricorrere a oli destinati alla frittura e avere un fritto sano, sapido e digeribile.

Come allestire, e se conviene farlo, una "carta degli oli”.

Come procedere (ammesso che sia una scelta ragionevole) all'introduzione del "carrello degli oli”.

Come regolarsi con i vari formati oggi disponibili, considerando che si possono oggettivamente avere oli di diverse provenienze regionali anche in confezioni eleganti da 10 ml che consentono un impiego agevole senza rischio di ossidazioni.

Come gestire le tante origini e le tante peculiarità sensoriali che oggi si presentano sul mercato.

Come calcolare i costi di incidenza dell’olio su ciascun piatto, in modo da regolarsi sulla effettiva convenienza economica in base al numero di coperti.

Come selezionare l’olio per le mense collettive, rispetto alle selezioni pensate per la ristorazione di alta fascia.

Come conservare correttamente l’olio dal momento che si tratta di una materia prima alquanto fragile. E, soprattutto, come trattare con le tante aziende che si presentano nei ristoranti con proposte che appaiono interessanti, ma che pongono il problema di come gestire una fornitura senza che si faccia magazzino con il rischio di deteriorare l'olio.
Questi aspetti, e altri, saranno affrontati al Primo Forum Olio & Ristorazione, dove parteciperanno, tra i relatori, cuochi, pizzaioli, maestri di cucina, ristoratori, oleologi, esperti di marketing, giornalisti della stampa specializzata, docenti delle scuole di cucina.

Il pubblico cui ci si rivolge è costituito da professionisti del settore food & beverage e del comparto oleario.
Ci saranno tavole rotonde, relazioni su temi specifici e momenti di dibattito. Saranno inoltre presentati anche alcuni rappresentativi esempi di case history di successo.

DOVE, COSA, QUANDO, COME

Quando: Lunedì 28 maggio 2018
Cosa: Primo Forum Olio & Ristorazione
Dove: Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61, Milano – Sala Leonardo
Come: Ingresso libero riservato ai soli professionisti del settore, su prenotazione, fino a esaurimento dei posti.
Nota bene. Dal momento che il Forum Olio & Ristorazione è programmato in una sala da 200 posti, per essere sicuri di poter prendere parte ai lavori del Forum si consiglia di prenotare e confermare la propria presenza scrivendo a posta@olioofficina.com

 

Il programma sarà disponibile a breve. Per informazioni: posta@olioofficina.com

OO M - 08-05-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Luigi Caricato
L'INCURSIONE

LUIGI CARICATO

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
Deoleo e Confagricoltura, l'accordo entra nella fase operativa

Deoleo e Confagricoltura, l'accordo entra nella fase operativa

Tre incontri programmati in Sicilia, Calabria e Puglia. L'obiettivo? Aumentare produttività, qualità e sostenibilità. "La produzione dell’olio di oliva destinato ad extra vergine in Italia è notoriamente insufficiente a soddisfare il fabbisogno dell’industria di trasformazione e del consumo – fa notare Pierluigi Tosato, Presidente e AD Carapelli Firenze SpA, gruppo Deoleo"

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

L’olio secondo Vittorio Sgarbi

Nostra intervista al celebre critico d’arte e opinionista su una materia prima, l'olio extra vergine di oliva, tra le più significative e determinanti per una sana e corretta alimentazione. La produzione dell'olio è una operazione dell'uomo. Si tratta, in quanto tale di una operazione diretta della natura, ed essendo l'olio un elemento primario, è prova che Dio è uno solo

BIBLIOTECA OLEARIA
Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Anche se vi sono in commercio altre pubblicazioni analoghe in cui si segnalano i migliori extra vergini, nessuna finora ha raggiunto i medesimi livelli di qualità e stile. Primo valore con cui si contraddistingue: la trasparenza. Non meno importante è anche la grafica con cui è stata confezionata. Non poteva essere diversamente, con una guida che propone non una quantità smodata di oli, ma solo i migliori cento > Luigi Caricato