Mercoledì 20 Giugno 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Rossopomodoro, la nota catena di ristoranti è stata acquisita da OpCapita

In tutto sono 60 i ristoranti in Italia e più di 20 quelli operativi all’estero, inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Danimarca e Turchia. Rossopomodoro, tra l'altro, ha anche una partnership con Eataly. Ora il Fondo acquisisce la società dai fondi gestiti da Change Capital Partners LLP (“Change Capital”), fondo di private equitycon sede a Londra. I termini finanziari della transazione non sono stati resi noti

OO M

Nota stampa di Federico Steiner. Rossopomodoro è una delle catene di ristoranti più conosciute in Italia, con una forte identità e un elevato livello di brandawarness. Ha più di 60 ristoranti in tutto il paese e più di 20 all’estero, inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Danimarca e Turchia. Rossopomodoro ha anche una partnership con Eataly, la catena dedicata ai prodotti enogastronomici italiani di alta qualità,per fornirel'autentica pizzanapoletana nei negozi Eataly all’estero (l’apertura più recente risale al 15 febbraio all’interno dell’Eataly di Stoccolma). Sebeto gestisce altri quattro marchi oltre a Rossopomodoro, con un totale di oltre 140 ristoranti.

OpCapita vede significative potenzialità di ulteriore crescita e sviluppo del brand Rossopomodoro. In Italia, l'obiettivo è rafforzarne il posizionamento di catena leader nel settore della pizza, facendo leva sul favorevole momento di mercato: il casual-dining sta infatti crescendo rapidamente, con operatori strutturati e professionali che aumentano progressivamente le proprie quote di mercato. L'autentica identità italiana/napoletana del concept sarà anche alla base della ulteriore e mirata espansione internazionale del gruppo, che potrà beneficiare, in termini di immagine, anche del recente riconoscimento da parte del Comitato dell’Unesco dell’Arte del pizzaiuolo napoletano quale Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità.

Per raggiungere questi obiettivi, OpCapita rafforzerà ulteriormente il team di gestione.

Marco Airoldi, ex Amministratore Delegato di Benetton ed ex Senior Partner di Boston Consulting Group, entrerà a far parte di Sebeto come Vice Presidente Esecutivo e Roberto

Colombo, ex Chief Operating Officer di Autogrill, diventerà Amministratore Delegato di Sebeto. Inoltre, Stephen Alexander e Joshua Spoerri, rispettivamente Operating Partner e Managing Director di OpCapita, rappresenteranno il fondo nel Consiglio di Amministrazione della società.

I fondatori e azionisti di Sebeto, Franco Manna e Pippo Montella, continueranno a far parte del Consiglio di Amministrazione e formeranno parte integrante del team. Franco Manna continuerà il suo ruolo di Presidente e Pippo Montella gestirà le relazioni con i principali fornitori dell'azienda.

Joshua Spoerri, Managing Director di OpCapita, ha dichiarato: "Rossopomodoro è un concept eccellente con una forte tradizione napoletana, che si è affermato saldamente come la catena numero uno nel segmento pizza del Paese e l'unica catena internazionale con autentica provenienza italiana. Ha un forte potenziale di ulteriore crescita e siamo davvero entusiasti di collaborare con Franco Manna e Pippo Montella per procedere a questa nuova fase di sviluppo, garantendo l'accesso alle risorse finanziarie necessarie e rafforzando il team di gestione con la competenza strategica e operativa fornita da Marco Airoldi e Roberto Colombo“.

Franco Manna, Presidente e co-fondatore di Sebeto, ha commentato: "Siamo molto lieti di collaborare con OpCapita, nella prossima fase di crescita di Sebeto. La profonda conoscenza di OpCapita delle imprese europee orientate al consumatore significa che è ben posizionata per aiutare Sebeto a raggiungere i suoi obiettivi e sostenere il suo sviluppo sia nel mercato italiano, sia nel più ampio settore europeo del casual-dining".

Nico Iacuzzi, Managing Director di Change Capital, ha commentato: “Desideriamo ringraziare il management di Rossopomodoro per aver guidato l’azienda attraverso una importante fase di crescita. Insieme, abbiamo avuto successo nel rendere Sebeto un ambasciatore chiave a livello internazionale della cucina italiana. Siamo convinti che sotto la gestione di OpCapita, l’azienda continuerà a crescere e ad avere successo quale leader globale nel settore della ristorazione italiana.

L'acquisizione di Sebeto è il terzo investimento di OpCapita Consumer Opportunities Fund II e segna il primo investimento della società in Italia. Il Fondo ha precedentemente sostenuto The Football Pools, l'operatore di scommesse del Regno Unito e Merkal Calzados, uno dei principali rivenditori di calzature spagnole.

Rotschild & Co. ha agito quale advisor finanziario di Change Capital e degli altri azionisti nel quadro della cessione di Sebeto. Lazard ha agito in qualità di advisor finanziario di OpCapita. Advisor legali dell’operazione sono stati Chiomenti per OpCapita, Legance Avvocati Associati per Change Capital Partners e lo Studio Legale Ambrosino-Pecora per i fondatori e gli altri azionisti.

 

OpCapita. Fondata nel 2006, OpCapita è una advisory firm di private equity specializzata nei settori retail, consumer eleisure. I fondi che gestisce investonoattivamente in aziende in cui vi è l'opportunità di migliorare la redditività e creare valore sostenibile a lungo termine.

Il team di partner operativi diOpCapitavanta decenni di esperienza in aziendedi largo consumo e una rete capillare di contatti e specialisti. Il team ha un approccio attivista nelle società in cui investe, attraendo i migliori manager per gestire i propri investimenti.

Negli ultimi 12 anni, i fondi di OpCapita hanno investito circa 600 milioni di euro in imprese nel Regno Unito, in Francia, Germania, Italia e Spagna. OpCapita ha chiuso il suo secondo fondo dedicato, OpCapita Consumer Opportunities Fund II LP nel 2016 di 350 milioni di Euro, con una domanda che ha superato ampiamente l’offerta.

Change Capital Partners. Fondato nel 2004, Change Capital Partners è un fondo di private equity dedicato ad investimenti in aziende di media dimensione operanti nel settore dei beni di largo consumo in Europa. Il fondo contribuisce sia con capitali che con esperienza operativa per mettere in grado marchi e retail concept che hanno stabilito una distintiva customer proposition di assicurare la fase successiva del loro sviluppo. Change Capital Partners è registrata in UK ad è autorizzata e regolamentata dalla FCA.

 

 

 

OO M - 11-03-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Diventare dei bravi e competenti assaggiatori di olive? Si può

Diventare dei bravi e competenti assaggiatori di olive? Si può

Dal 27 al 29 giugno, un corso realizzato secondo i criteri e le modalità stabiliti dalle linee guida per la formazione dei panel leader e dei giudici di analisi sensoriale delle olive da tavola del Consiglio Oleicolo Internazionale a Bologna, a cura dell'Università di Bologna e Serinar, con la regia del panel leader Coi Roberto De Andreis

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La cultura dell’olio attraverso gli chef

Il mondo della ristorazione oggi è molto vivace, dinamico e attento. A sostenerlo, in una intervista rilasciata nell’ambito della prima edizione del Forum Olio & Ristorazione (a Milano, il 28 maggio 2018), è stata Maria Francesca Di Martino. Preziose le sue considerazioni, molto utili al fine di capire come procedere con un corretto impiego degli oli extra vergini di oliva in cucina. Ed ecco allora, dalla Puglia, gli oli a marchio “Schinosa”: gli extra vergini da olive Coratina, più complessi e non adatti a tutti gli utilizzi, e quelli ottenuti invece dalla cultivar Peranzana, molto più morbidi e facili da abbinare

BIBLIOTECA OLEARIA
OOF International Magazine numero 4

OOF International Magazine numero 4

Una monografia interamente dedicata agli abbinamenti olio/cibo. Ogni numero un tema specifico. È la rivista trimestrale cartacea di Olio Officina, in edizione bilingue italiano/inglese