Giovedì 19 Settembre 2019 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Tra sogno, gusto e territorio: Olio Dop Riviera Ligure accompagna Alvitrail 2019

Dal 9 al 16 giugno la Liguria è stata percorsa da non pochi intrepidi. Il premio alla loro fatica non è stato solo una vittoria, un piazzamento, un tempo cronometrico. Il loro premio è stata l’esperienza. L’emozione, la Liguria verticale vissuta a pieno titolo.

OO M

Tra sogno, gusto e territorio: Olio Dop Riviera Ligure accompagna Alvitrail 2019

Si parla di Alvitrail, ultra-corsa promossa dalla Regione Liguria che vede il Consorzio di Tutela dell’Olio Extravergine di Oliva Dop Riviera Ligure quale sostenitore. C’è un motivo che accomuna: l’amore per il territorio. Alvitrail si corre da Dolceacqua a Portovenere.

Si utilizza l’Alta Via dei Monti Liguri. 400 km in 8 giorni, tutti da vivere, l’aria pungente della Liguria montana, i profumi mediterranei che salgono dai fondivalle, il sole come compagno di gara. Il dislivello spicca: 17.000 metri in positivo. E saliscendi dopo saliscendi, si osservano gli oliveti che risalgono le colline, terrazza dopo terrazza. E proprio durante il periodo in cui si è vissuto l’importante momento di conoscenza del territorio che è “Oliveti Aperti” (15-16 giugno). In questa edizione la corsa ha vissuto anche su vari tipi di performance: Alvitrail totale Ultra o le due Adventure da 200 km o ancora la corsa tutta Alps di 60 o quella Sea di 50. Insomma, la Liguria a 360°.

Ad ogni partenza e arrivo ci sono le insegne che ricordano l’olio Dop Riviera Ligure. E soprattutto l’olio Dop Riviera Ligure si trova ad ogni punto di ristoro e ad ogni ristoro fine gara, organizzato in modo strategico assieme agli enti locali ospiti. E così l’olio Dop Riviera Ligure non è solamente un appuntamento fisso con il gusto, dolce e suadente, fruttato e fragrante, ma è anche un corretto alimento per lo sportivo. Reintegra, fornisce vitamine, sostiene, pulisce l’organismo dalle tossine accumulate. A maggiore ragione per un ultra-sportivo che si misura su percorsi molto tecnici in condizioni spesso complesse. Perché la Liguria è ruvida, ma sa dare a chi la ama.

Alvitrail sta crescendo, anno dopo anno. Si prevedono più di 100 partecipazioni per l’anno prossimo e il passaparola tra gli atleti, veri testimonial, veri viaggiatori, è incessante. Per la cronaca, ma solo per la cronaca, perché l’Olio Dop Riviera Ligure è vicino a tutti i partecipanti, Alvitrail è stata vinta da Silvio Pesce, che ha impiegato 53 ore e 58 minuti per completare il percorso. I minuti contano, perché il secondo, a soli 2 minuti e 20, è stato Alessio Cherin. Laura Scardigli, con un tempo di poco oltre le 70 ore, prima tra le ragazze. E piace vedere la corsa degli stranieri, dai Duaurelle, fratello e sorella che hanno corso assieme, ai rappresentanti di Hong Kong, Malesia, Australia, Svizzera, Russia, Sud Africa…un’esperienza che affratella e che appassiona, anche per la convivialità alimentare dopo ogni tappa.

 

Si ringrazia per la notizia Consorzio Tutela Olio Dop Riviera Ligure

OO M - 09-07-2019 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Alfonso Pascale
L'INCURSIONE

ALFONSO PASCALE

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

Il vino della settimana è il Valpolicella Classico Superiore di Zenato

L'azienda, di Peschiera del Garda, nel Veneto veronese, opera sia nell'area gardesana, sia in Valpolicella. Nei suoi 75 ettari produce vini di qualità nel rispetto del territorio e valorizzando i vitigni autoctoni. Quello in degustazione,  da uve Corvina Veronese, Rondinella e Corvinone, è un rosso rubino, con note di frutta matura, molto balsamico, e che con l’ossigenazione evolve allo speziato > Enrico Rana

RICETTE OLIOCENTRICHE
“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

“Ho fatto un pasticcio”, con olio Zucchi “Sostenibile” 100% italiano

Avete mai sentito parlare di "ricette oliocentriche"? Si parte dalla materia prima olio e a partire da questa si scelgono gli altri ingredienti per giungere alla costruzione di una ricetta. Ecco allora una pratica dimostrazione con la chef Sara Latagliata. La ricetta è stata realizzata per il numero 9 di OOF International Magazine

EXTRA MOENIA
Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Si chiama Evo Selection. È il nuovo nato del Frantoio di Sant’Agata d’Oneglia

Novità di prodotto. Si amplia la gamma della Famiglia Mela di Imperia. Si tratta di un monocultivar Taggiasca che arricchisce l’ampia offerta di produzioni della nota azienda ligure. Si presenta con un abbigliaggio in chiave moderna, in linea con le esigenze di bellezza e bontà proprie del pubblico dei millenials

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Aurevo. L’olio al centro delle attenzioni

È una delle tre proposte ristorative presenti all’interno del Palazzo di Varignana. Per chi ha piacere di andarci, è possibile degustare tutti gli oli prodotti nelle tenute di Agrivar a Castel San Pietro Terme, sui colli bolognesi. Il contesto è unico e ha due anime: è un resort e insieme una azienda agricola con oltre 200 ettari. L’intervista a Eleonora Berardi, nell’ambito della seconda edizione del Forum Olio & Ristorazione. Tre i punti di forza: legame con il territorio, storia e tradizione

BIBLIOTECA OLEARIA
Il codice sensoriale olio di oliva

Il codice sensoriale olio di oliva

È il libro del tecnologo alimentare William Loria, edito dal Centro Studi Assaggiatori. Un manuale di sole 96 pagine in cui si condensa un sapere essenziale > Maria Carla Squeo