Lunedì 22 Ottobre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Tutto pronto per la XII edizione della Giornata dimostrativa di raccolta in continuo delle olive

Due appuntamenti. Il primo a Valenzano, venerdì 10 novembre, dove sarà possibile osservare il comportamento agronomico delle cultivar Leccino e Favolosa, tolleranti a Xylella e allevate con il sistema superintensivo. Il secondo si svolgerà a Cerignola il 17 novembre, e sarà possibile in questo caso osservare il superintensivo più antico d’Italia, dell’età di 17 anni!

OO M

Tutto pronto per la XII edizione della Giornata dimostrativa di raccolta in continuo delle olive

La Giornata dimostrativa di raccolta in continuo delle olive, giunta alla XII edizione, si propone di illustrare le attività di sperimentazione condotte sulla olivicoltura superintensiva dai ricercatori del DiSAAT dell’Università di Bari.

Questo innovativo sistema colturale, che ormai affianca l’olivicoltura tradizionale e intensiva in tutta Italia, consente un drastico abbattimento del fabbisogno della sempre più rara e costosa manodopera e, quindi, di ridurre notevolmente i costi di produzione dell’olio extravergine di oliva.

Nel corso della Giornata si potranno osservare portamento, vigoria, produttività e risposta alla raccolta meccanica in continuo di olivi adulti appartenenti a 12 differenti cultivar italiane allevate ad altissima densità di impianto (SHD) tra cui Cima di Bitonto, Coratina, Frantoio, Fs- 17/Favolosa, Leccino, Maurino, Nociara, Peranzana, Urano/Tosca, a confronto con quelle di riferimento Arbequina, Arbosana.

L’oliveto sperimentale è stato realizzato nel 2006 con sesto di impianto di 4,0 m x 1,5 m (1.667 alberi per ettaro) ed è entrato in produzione nel 2008, al terzo anno dalla messa a dimora; la raccolta 2017 è la decima consecutiva. La macchina raccoglitrice-scavallatrice trainata è una PELLENC CV5045.

L'appuntamento dunque è per il 10 novembre 2017, a partire dalle ore 9, presso il Centro Didattico-Sperimentale «P. Martucci» dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, a Valenzano, in provincia di  Bari, lungo la Strada Provinciale per Casamassima, al km 3.

 

PROGRAMMA VALENZANO

Ore 9,00 Interventi

Giacomo Scarascia Mugnozza, direttore del Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali

Salvatore Camposeo, docente di Arboricoltura generale Università di Bari

Simone Pascuzzi, docente di Meccanica Agraria Università di Bari

Giuseppe Rutigliano, manager Italia - Agromillora Iberia S.L.

Fausto Balducci, Volentieri Pellenc S.r.l.

 

Ore 10,00

Prova dimostrativa di raccolta in continuo delle olive con la macchina scavallatrice PELLENC CV5045

 

PROGRAMMA CERIGNOLA

Il secondo appuntamento, invece, si svolgerà a Cerignola il 17 novembre, dove sarà possibile in questo caso osservare il superintensivo più antico d’Italia, dell’età di 17 anni!

L'incontro si svolgerà presso l'ITAS «G. Pavoncelli», Corso Scuola Agraria Cerignola (Foggia). 

L'oliveto super intensivo: agronomia, difesa e raccolta meccanica


Anna Cammalleri, direttore Generale USR Puglia

Pio Mirra, preside Itas G. Pavoncelli

Salvatore Camposeo, docente all'Università degli Studi di Bari

Michele Curci, Bayer

Caggiano Michele, Choncimer

Giuseppe Rutigliano, Agromillora

Emanuela Daddetta, Itas G. Pavoncelli

Invito_Evento olivo superintensivo _2017

Coordinatore: Gianluca Chieppa (A.R.P.T.R.A.)

 

Invito_Evento olivo superintensivo _2017

Ore 10.30

Oliveto didattico super intensivo, dimostrazione di raccolta meccanica in continuo delle olive

 


 

 

 

OO M - 07-11-2017 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
Luigi Caricato
L'INCURSIONE

LUIGI CARICATO

DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
A difesa del panel test. Si punta su ricerca e innovazione

A difesa del panel test. Si punta su ricerca e innovazione

In occasione del cinquantesimo Congresso della Società italiana per lo studio delle Sostanze Grasse a Bari, Assitol, l’associazione degli industriali ribadisce la propria fiducia e impegno a favore dei nuovi sistemi di analisi, allo scopo di rafforzare l’analisi sensoriale e garantire in tal modo il consumatore

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

L’olio secondo Vittorio Sgarbi

Nostra intervista al celebre critico d’arte e opinionista su una materia prima, l'olio extra vergine di oliva, tra le più significative e determinanti per una sana e corretta alimentazione. La produzione dell'olio è una operazione dell'uomo. Si tratta, in quanto tale di una operazione diretta della natura, ed essendo l'olio un elemento primario, è prova che Dio è uno solo

BIBLIOTECA OLEARIA
Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Anche se vi sono in commercio altre pubblicazioni analoghe in cui si segnalano i migliori extra vergini, nessuna finora ha raggiunto i medesimi livelli di qualità e stile. Primo valore con cui si contraddistingue: la trasparenza. Non meno importante è anche la grafica con cui è stata confezionata. Non poteva essere diversamente, con una guida che propone non una quantità smodata di oli, ma solo i migliori cento > Luigi Caricato