Mercoledì 26 Settembre 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Una collaborazione tra Coi e Istituto Interamericano per la Cooperazione in Agricoltura

OO M

Una collaborazione tra Coi e Istituto Interamericano per la Cooperazione in Agricoltura

Visita ufficiale presso il quartier generale del COI di Manuel Otero,  direttore generale delI’Istituto Interamericano per la Cooperazione in Agricoltura  (IICA). Otero che era accompagnato dal ministro consigliere dell’ambasciata della Repubblica Argentina Edoardo José Michel, è stato ricevuto dal direttore esecutivo del COI Abdellaltif Ghedira a sua volta coadiuvato dal direttore aggiunto Jaime Lillo (al centro della foto).

Scopo dell’icontro, aprire un tavolo di collaborazione tra le due istituzioni finalizzato ad approfondire temi di comune interesse. L’Istituto Interamericano per la Cooperazione in Agricoltura sostiene gli sforzi dei suoi Stati membri per supportare sviluppo agricolo e benessere rurale in queste aree. Tra i suoi compiti, quello di incoraggiare la cooperazione tecnica internazionale di eccellenza; creare un'agricoltura inter-americana competitiva, inclusiva e sostenibile che alimenti l'emisfero e il mondo e generi opportunità per ridurre la fame e la povertà tra gli agricoltori e gli abitanti delle campagne.

Compiti che che ben si sposano con gli obiettivi dell’accordo mondiale dell’olio di oliva e delle olive da tavola del 2015 sottoscritto dai paesi aderenti al COI di cui due: Argentina e Uruguay, attualmente, membri anche dell’IICA.

Le possibilità di una collaborazione più frequente tra i due organismi sarà preliminarmente verificata in linea tencica dai dipartimenti preposti da ambo le parti. Per il COI hanno, altresì, preso parte all’incontro Mercedes Fernandes, capo dell’unità di normalizzazione e ricerca ed i capi dipartimento delle relazioni esterne, Mounir Fourati, e dell’Osservatorio e dei sistemi di informazione, Michele Bungaro. La delegazione dell’IICA era, inoltre, composta da Jorge Werthein, consigliere speciale del direttore generale,  da Soraya Villarroya,  coordinatora dell’ufficio di rappresentanza IICA a Madrid e da Irene Alonso Placer consulente tecnico per le alleanze strategiche.

 

Foto di apertura di Fichero

OO M - 10-09-2018 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Riviera Garda Classico Chiaretto

Riviera Garda Classico Chiaretto

Non solo per l’olio, il Garda è altrettanto apprezzato anche per i suoi vini, il chiaretto in particolare fa la sua bella figura. Come per esempio quello prodotto da Il Roccolo, profumi fruttati e floreali, gusto fresco, fine e sapido

RICETTE OLIOCENTRICHE
Felafel con hummus ai tre oli

Felafel con hummus ai tre oli

Un piatto tipico della cucina libanese, egiziana, greca, siriana, turca e israeliana, che unisce i popoli e le tradizioni alimentari del Mediterraneo e del Medio Oriente, riproposto per l’autunno che verrà da Oleificio Zucchi. Cosa ha di speciale questa ricetta oliocentrica? Una perfetta combinazione tra olio di semi di sesamo, olio di semi di arachide e, immancabile, l’olio extra vergine di oliva

EXTRA MOENIA
La Sardegna è anche olivicoltura, non solo mare e vacanza

La Sardegna è anche olivicoltura, non solo mare e vacanza

Vi è una tradizione olivicolamillenaria che sa guardare avanti e innovare. Negli ultimi anni si stanno piantando nuovi oliveti, quasi tutti a coltivazione irrigua, con utilizzo di varietà a duplice attitudine, finalizzati a produzioni di alta qualità. In tutto ciò, c’è anche un importante concorso, che presto accoglierà le nuove produzioni d’eccellenza > Daniela Capogna

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

La Dieta Mediterranea e l’olio da olive

Intervista a Evelina Flachi, specialista in Scienza dell’alimentazione e nutrizionista. Per una vita sana è necessario scegliere i giusti alimenti. Un buon condimento è fondamentale. L’olio extra vergine di oliva è un buon punto di partenza. In dosi moderate fa la differenza

BIBLIOTECA OLEARIA
Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Evooleum 2019, la miglior guida del mondo

Anche se vi sono in commercio altre pubblicazioni analoghe in cui si segnalano i migliori extra vergini, nessuna finora ha raggiunto i medesimi livelli di qualità e stile. Primo valore con cui si contraddistingue: la trasparenza. Non meno importante è anche la grafica con cui è stata confezionata. Non poteva essere diversamente, con una guida che propone non una quantità smodata di oli, ma solo i migliori cento > Luigi Caricato