Lunedì 23 Aprile 2018 - direttore LUIGI CARICATO - redazione@olioofficina.it

accedi - registrati - pubblicità - sostieni

saperi > inoltre

Vitae, la Guida Vini dell'Associazione Italiana Sommelier in versione digitale tra le App più vendute

OO M

Vitae, la Guida Vini dell'Associazione Italiana Sommelier in versione digitale tra le App più vendute

Nota stampa Elisa Braccia e Paolo Angelini. Esordio brillante per l’App Vitae sul mercato digitale che sta riscontrando un alto gradimento da parte degli appassionati di vino. Dopo una lusinghiera partenza già nei primissimi giorni di lancio, l’App è balzata in testa alla classifica di riferimento, a conferma dei continui e crescenti download registrati dagli utenti iOS e Android.

L’App ripropone fedelmente i quasi 10.000 vini selezionati dalla guida cartacea, frutto di una selezione che ha coinvolto un migliaio di degustatori dell'Associazione in oltre 30.000 valutazioni, arrivando a selezionare i prodotti delle 1.932 aziende presenti.

Così come riportato nei molti commenti degli utenti, Vitae si sta confermando uno strumento utilissimo per gli amanti del vino e per gli addetti ai lavori, intuitivo e di facile consultazione. Tra le chiavi del suo successo anche l’utilizzo offline, fondamentale quando ci si trova in luoghi con scarso segnale, evenienza non rara parlando di cantine, vigneti, enoteche o ristoranti.

Altro plus molto apprezzato il sistema di geolocalizzazione che consente di individuare i produttori direttamente su una schermata di Google Maps, potendo poi decidere se contattare l’azienda telefonicamente, via mail, o attivare il navigatore e raggiungerla direttamente.

Mentre il limite di ogni strumento cartaceo è il suo aggiornamento, l’App viene aggiornata sistematicamente, sia da un punto di vista funzionale, come accade per ogni applicazione informatica, sia nei contenuti. Da un semplice numero di telefono a cambiamenti che riguardano un vino presente in guida. Gli aggiornamenti avvengono in automatico ogni volta che il cellulare si connette a una linea attiva e senza bisogno di ulteriori interventi da parte dell’utente.

In proiezione futura l’App, che non avrà scadenza, potrà essere integrata con le prossime edizioni della Guida Vitae, generando un database che permetterà di confrontare non solo vini diversi ma anche lo stesso vino in differenti annate, con tutte le considerazioni conseguenti.

Una nota particolare alle schede descrittive dei vini che, in linea con la filosofia AIS, prevedono sempre un abbinamento con una pietanza: uno strumento in più per arricchire il proprio bagaglio di conoscenza enogastronomica ed eventualmente ipotizzare alternative e confronti, magari salvando poi l’etichetta più gradita nello spazio virtuale della propria “cantina” personale, selezionando l’icona con la botticella dal menu Vitae.

OO M - 15-02-2016 - Tutti i diritti riservati

OO M

OO M è l'acrostico di Olio Officina Magazine. Tutti gli articoli o le notizie contrassegnate con tale sigla rimandano ai vari collaboratori del giornale on line.

ULTIMI
DIXIT
SAGGI ASSAGGI
Non solo biologico, anche biodinamico

Non solo biologico, anche biodinamico

È l’extra vergine del Podere Forte, un Dop Terra di Siena che poggia sugli elementi cardine del germoplasma olivicolo toscano, ovvero la triade varietale Frantoio, Moraiolo, Leccino, unitamente a una parte di Olivastra Seggianese. Un olio a tutto tondo, versatile, dal fruttato medio > Maria Carla Squeo

RICETTE OLIOCENTRICHE
Corzetti o croxetti?

Corzetti o croxetti?

Valgono entrambi i nomi. Si tratta di una pasta tipica della cucina ligure, composta da acqua, farina di grano e sale. Si abbina benissimo alla cipolla egiziana ligure cruda, come pure a una crema di peperoni e al tartufo nero della Val Bormida. Immancabile l'olio extra vergine di oliva Taggiasca in purezza > Marco Damele

EXTRA MOENIA
Carapelli, prima azienda a utilizzare il marchio FOOI

Carapelli, prima azienda a utilizzare il marchio FOOI

L'olio extra vergine di oliva premium “Il Nobile”, primo olio  con marchio 100% italiano in scaffale in Gdo, da maggio, con firma Filiera Olivicola Olearia Italiana e requisiti chimico-fisici più restrittivi di quelli europei, anche per i residui fitosanitari. È ottenuto da un blend di cultivar Cima di Bitonto (barese), Peranzana (foggiano), Coratina (nord barese) e Ogliarola (Mezzogiorno d’Italia)

GIRO WEB
Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Nuovo sito web per la Cia Agricoltori Italiani

Una veste grafica rinnovata, accessibilità da mobile, integrazione con i social media e contenuti interattivi sempre aggiornati: ecco le principali caratteristiche del nuovo portale che offre news sulla Confederazione, ma anche su agroalimentare, ambiente, consumi e ricette degli Agrichef

OO VIDEO

Regole precise per considerare i claim degli oli da olive

Il segreto della longevità? La scienza lo ha dimostrato: l’olio extra vergine di oliva fa parte di questa “ricetta” di lunga vita. Si tratta di uno degli approfondimenti affrontati nella lectio magistralis tenuta di recente a Milano dal prof. Gabriele Riccardi, ordinario di Endocrinologia all'università Federico II di Napoli e diabetologo, oltre che specialista della nutrizione umana. Nostra intervista allo studioso, membro del Comitato scientifico dell’Istituto Nutrizionale Carapelli onlus

BIBLIOTECA OLEARIA
Una biblioteca olearia per ogni azienda

Una biblioteca olearia per ogni azienda

Cosa hanno gli olivicoltori, i frantoiani, i confezionatori d'olio nelle proprie aziende? Sono forniti di libri e riviste sui temi che concernono il proprio lavoro?